L’Europa chiede aiuto sui migranti. Ue vicina al limite d’accoglienza

Pubblicato il 05 settembre 2016 da ansa

L'Europa chiede aiuto sui migranti. Ue vicina al limite d’accoglienza

L’Europa chiede aiuto sui migranti. Ue vicina al limite d’accoglienza

HANGZHOU (CINA). – Il mondo non cresce: dal vecchio continente alle economie emergenti, la ripresa segna il passo. E bisogna spingere, mettendo in campo tutti gli strumenti “possibili”, per sostenere la crescita e quindi l’occupazione.

Al G20 di Hangzhou, in Cina, il tema tiene, ancora una volta, banco. Ma sul tavolo dei Grandi rimbalza anche l’emergenza migranti. A portarlo è l’Ue che arriva in Cina con i suoi vertici pronti ad avvertire il mondo sul fatto che “l’Europa è al limite della possibilità di accoglienza”: il problema è globale, ci sono 65 milioni di persone in fuga nel mondo, di cui 4 milioni dalla sola Siria, e tutti “devono assumersi la responsabilità” di gestire il fenomeno.

Lo dice il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, al suo arrivo. E gli fa eco il presidente della Commissione, Jean Claude Juncker, accanto a lui. L’Europa – come aveva già fatto al G7 di Ise-Shima in Giappone, solo tre mesi fa – torna così a chiedere a tutti a collaborare. E mette sul piatto il suo modello, quel Piano esterno (il Migration Compact) che deve combattere le rotte dell’immigrazione clandestina, aiutando i Paesi di origine. Con fondi pubblici che attraggano quelli privati.

Un piano fortemente spinto dall’Italia e da Renzi che, però, non condivide fino in fondo il rischio ‘collasso’ evocato da Bruxelles (i numeri sono più o meno in linea con il passato, rimarca il premier) e invita l’Ue a farsi carico direttamente del problema dei rimpatri di chi non ha il diritto di restare.

“Dobbiamo salvare tutti” in mare “ma non possiamo accogliere tutti”, ha spiegato. In un vertice con tante sfide sul tavolo – dalle crisi regionali al terrorismo all’infinita guerra in Siria – la crescita fa, ancora una volta, da piatto forte. Nella bozza finale del vertice è atteso che il G20 torni a chiedere a tutti i Paesi di mettere in campo “tutti gli strumenti possibili per la ripresa”. Fatti e non parole, ribadisce lo stesso presidente cinese Xi Jinping, che esorta i colleghi ad “evitare discorsi vuoti” sulla ripresa.

I vertici dell’Ue, da parte loro, parlano di un’Europa che punta quest’anno all’1,8%, si pone come modello – grazie anche al piano Juncker da 315 miliardi (il 37% già operativo) per gli investimenti – e cresce, spiegano, più di Usa e Gb. L’importante è che ci sia il superamento della sola austerity attraverso una crescita che però deve essere “equa, evitando le disuguaglianze”, sottolinea Matteo Renzi, parlando del rischio ‘paura’ anche in chiave derive populiste.

Sul tavolo rimbalza anche il nodo della Brexit, con Theresa che, al suo primo G20, avverte come il suo Paese si prepari ad affrontare “tempi difficili” e l’Ue che rassicura sui rapporti con Londra e la tenuta dell’Unione. Ma i riflettori restano puntati anche sui grandi scenari di crisi internazionali.

Con Barack Obama, al suo ultimo vertice da presidente degli Stati Uniti, che incontra per la prima volta il presidente turco Erdogan dopo il tentato golpe di luglio rassicurandolo sul fatto che “i responsabili pagheranno”. Parole lette da alcuni come un’apertura all’estradizione di Fethullah Gulen, l’ex imam in esilio volontario in Pennsylvania: un nodo che vede ad alto rischio i rapporti tra i due paesi. Tra loro tiene banco anche il dossier Siria, d’accordo sulla necessità di spingere su una transazione politica pacifica ma ancora con diversi ‘distinguo’ sulla questione dei curdi.

In una Hangzhou blindata e tirata a lucido non sono mancate però anche le polemiche e il rischio di un corto circuito diplomatico tra Cina e Usa. Al centro della querelle il tappeto rosso, che è mancato sulla scaletta dell’Air Force One di Obama. Un episodio rimbalzato sui media a stelle e strisce come uno sgarbo. E un altro sgarbo al cerimoniale – riferisce chi c’era – sarebbe stato far sedere a cena Xi Jinping con Obama da un lato e Putin dall’altro, infrangendo la regola che vuole invece il posto di destra riservato al prossimo presidente di turno del vertice, in questo caso la cancelliera Angela Merkel.

(dell’inviata Marina Perna)/ANSA)

Ultima ora

17:59Lazio: Inzaghi “Immobile super,ma forza è il gruppo”

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Per noi era una partita molto delicata, dopo il brusco stop contro il Napoli. I ragazzi sono stati bravissimi, sapevo che sarebbe entrato avrebbe fatto il suo dovere: abbiamo giocato bene e vinto su un campo non semplice. Il nostro punto di forza è il gruppo. Immobile? Non ci sono più aggettivi per lui: è il nostro bomber e il nostro trascinatore, ma ha anche una squadra dietro che lavora bene per farlo esprimere al meglio". Simone Inzaghi si coccola il goleador della sua Lazio, protagonista della doppietta nel 3-0 al Verona. "Corsa Champions? Dobbiamo essere bravi a rimanere nei piani alti della classifica - sottolinea il tecnico a Premium -: forse rispetto ad altri siamo meno attrezzati, ma abbiamo un gruppo che con il lavoro quotidiano può togliersi delle soddisfazioni. I complimenti nei miei confronti mi fanno piacere: in questo momento sono soddisfatto di come si sta esprimendo la squadra".

17:40Napoli, Milik verso intervento al ginocchio

(ANSA) NAPOLI, 24 SET - Si va verso l'intervento chirurgico per Arek Milik dopo l'infortunio al legamenti del ginocchio destro subito ieri nel finale della sfida contro la Spal. La risonanza magnetica effettuata oggi in una clinica di Castel Volturno (Caserta) ha evidenziato un problema che - si apprende - lo porterà con ogni probabilità nuovamente sotto i ferri. Domani, dopo una nuova visita a Roma, a Villa Stuart, che precederà l'intervento, si saprà di più sull'entità del problema ai legamenti e sui tempi di rientro. Milik, 23 anni, lo scorso anno aveva subito ad ottobre la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro, saltando in pratica tutta la stagione.

17:37Calcio: Inter e Lazio avanti tutta, il Benevento sprofonda

(ANSA) - ROMA, 24 SET - L'Inter piega la resistenza del Genoa al 42' st grazie a D'Ambrosio e continua a vedere da vicino la Juve e il Napoli, che distano solo 2 punti (18 contro i 16 dei nerazzurri). Grazie alla vittoria in trasferta sul Verona (3-0), la Lazio è a 5 punti dalle due battistrada e a +1 sulla Roma che, però, ha una partita in meno rispetto ai 'cugini' biancocelesti. In coda va al Crotone il derby per la salvezza, che vince 2-0 sul Benevento in casa.

16:53Violenza sessuale: studentessa denuncia stupro a Rimini

(ANSA) - RIMINI, 24 SET - Ha riferito di essere stata violentata, forse da due uomini italiani, una studentessa Erasmus di nazionalità spagnola, che ieri nel tardo pomeriggio si è presentata ai carabinieri di Rimini per sporgere denuncia. La ragazza, 20enne, in compagnia di altri studenti stranieri, a Rimini per l'Erasmus, ha riferito solo alcuni flash, ricordi annebbiati probabilmente dall'assunzione di alcol. La ventenne ha detto di aver conosciuto prima un uomo poi l'altro in un locale, venerdì notte, e dopo aver bevuto in compagnia di questi alcuni drink si sarebbe appartata. Non ricorderebbe la presunta violenza, né avrebbe dato una descrizione dei due uomini. Al termine della serata sarebbe tornata a casa con degli amici. Quando si è svegliata ieri mattina la studentessa ha accusato dolore alle parti intime e si sarebbe resa conto di essere stata violentata. E' stata quindi accompagna in pronto soccorso dove i medici hanno riscontrato lesioni che non escluderebbero però una violenza sessuale. (ANSA).

16:50Gotti Tedeschi, nessuna accusa a Papa, documento atto devoto

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il documento rivolto al Papa e contenente perplessità sulla Amoris Laetitia, firmato da 62 studiosi, molti dei quali laici, "è una supplica scritta da teologi, non parla di eresie ma dice che indirettamente potrebbe facilitare eresie. Sia chiaro: io non accuso il Papa, io gli voglio bene. Io sono per la Chiesa e per il Papa e non mi distaccherò mai né dalla Chiesa né dal Papa. Il documento è un atto devoto, un invito alla riflessione". Lo spiega all'ANSA l'ex presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, tra i firmatari del documento 'Correctio Filialis', correzione filiale.

16:48Ufficio ricostruzione Lazio,no sms a Amatrice, già ‘coperta’

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Con i soldi dei cittadini non si scherza e nessun giochetto politico elettorale può giustificare polemiche. Tutti i contributi degli sms solidali del numero della Protezione Civile sono destinati a opere danneggiate dal sisma e a beneficio delle comunità locali". Così in una nota l'Ufficio speciale ricostruzione (Usr) del Lazio, in merito alla questione sollevata dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi sugli sms solidali, le cui risorse non sono arrivate nei due Comuni più colpiti dal sisma. Poiché ad Amatrice e Accumoli, scrive l'Ufficio, "le spese per le scuole erano già coperte, come del resto per tutte le altre spese, le risorse degli sms solidali sono state destinate per garantire la piena sicurezza di altre scuole danneggiate dal sisma in altri comuni frequentate da ragazzi, bambini e insegnanti". "Tutte le scelte di ripartizione delle opere prosegue - sono state assunte con il consenso del comitato dei sindaci dove sono rappresentate tutte le amministrazioni dell' area del cratere".

16:44Terremoto: fondi Sms in contabilità Commissario nazionale

(ANSA) - ANCONA, 24 SET - Sono accreditate presso la contabilità della struttura del Commissario nazionale per la ricostruzione le somme raccolte dalla Protezione civile con gli sms solidali destinati alle comunità colpite dal terremoto del 2016. Lo spiega l'ing. Cesare Spuri, responsabile dell'Ufficio per la ricostruzione nelle Marche. ''Sarà il Commissario ha definire il percorso, con ordinanza o decreto, con cui le somme verranno conferite nelle 4 regioni colpite''. Non si sa ancora se con un passaggio intermedio nella contabilità delle strutture dei vice commissari (i presidenti di Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo), o direttamente ai Comuni per i progetti che sono stati approvati dal Comitato dei garanti.

Archivio Ultima ora