Libia: prosegue offensiva milizie a Sirte contro l’Isis

(ANSAmed) – IL CAIRO, 5 SET – Prosegue a Sirte l’offensiva delle milizie libiche legate al governo di unità nazionale di Sarraj sostenuto dall’Onu, per cacciare l’Isis dalla città oramai arroccato in una zona di pochi chilometri. Le forze dell’operazione al Bunyan al Marsous hanno reso noto – scrive Alwasat – di avere ucciso diversi esponenti dell’Isis, tra cui Younis al Tarhouni incaricato dei Waqf – l’organismo islamico che gestisce i luoghi di culto nella città – ed un altro ‘dirigente’ dello Stato islamico, Hasouna Mohamed el Fergani. Entrambi sono stati uccisi nelle ultime 48 ore in scontri nel quartiere 3 di Sirte. Una fonte militare ha aggiunto che “il capo della polizia di Daesh, Hassan Ali al Safrani, è rimasto ucciso in un’operazione suicida con autobomba”. L’uomo controllava le compagnie dell’acqua e dell’elettricità. In manette un ex medico, poi entrato a fare parte dell’organizzazione terrorista con compiti di responsabilità.

Condividi: