Petrolio: intesa tra Mosca e Riad per stabilizzare il mercato

Pubblicato il 05 settembre 2016 da ansa

Russia e Arabia Saudita cercano un rimedio al crollo del prezzo del petrolio. A margine del G20 in Cina, i ministri dell'Energia di Mosca e Riad, Aleksandr Novak e Khalid Al-Falih, hanno siglato una dichiarazione congiunta di cooperazione per stabilizzare il mercato del greggio e "garantire un livello costante di investimenti nel lungo termine"

Russia e Arabia Saudita cercano un rimedio al crollo del prezzo del petrolio. A margine del G20 in Cina, i ministri dell’Energia di Mosca e Riad, Aleksandr Novak e Khalid Al-Falih, hanno siglato una dichiarazione congiunta di cooperazione per stabilizzare il mercato del greggio e “garantire un livello costante di investimenti nel lungo termine”

MOSCA. – Russia e Arabia Saudita cercano un rimedio al crollo del prezzo del petrolio. A margine del G20 in Cina, i ministri dell’Energia di Mosca e Riad, Aleksandr Novak e Khalid Al-Falih, hanno siglato una dichiarazione congiunta di cooperazione per stabilizzare il mercato del greggio e “garantire un livello costante di investimenti nel lungo termine”.

Ma sulle misure da adottare non c’è al momento nessun accordo concreto, a parte la creazione di un gruppo congiunto di monitoraggio. La Russia ribadisce di essere favorevole a un congelamento della produzione e sostiene che sono in corso trattative in tal senso, ma Riad frena: “Adesso non ce n’è bisogno”, assicura il ministro Al-Falih.

L’intesa è in teoria di grande importanza, quantomeno perché coinvolge i due maggiori paesi produttori di petrolio al mondo. La Russia e l’Arabia Saudita “possiedono degli strumenti reali” per influire sul mercato del greggio, anche con “il mantenimento dei volumi di produzione, il cosiddetto congelamento”, ha dichiarato il ministro russo Novak.

Resta da vedere dove si andrà a parare. Per adesso i prezzi del petrolio sono saliti alla luce dell’accordo, ma non troppo. Il greggio Wti, per esempio, è arrivato fino a 46,22 dollari al barile, ma poi è tornato a un più modesto 45,50 quando Riad ha specificato che, almeno per il momento, non ci sarà un congelamento della produzione. Il Brent invece è aumentato del 4%, ma si è poi posizionato sul +1%, a quota 47,31 dollari al barile.

Cifre lontane anni luce dagli oltre 110 dollari al barile del 2014. La Russia comunque ci spera. Vuole ribaltare il verdetto del vertice di aprile a Doha, quando la proposta di bloccare i livelli di produzione del petrolio fu inesorabilmente bocciata.

Mosca adesso porta acqua al suo mulino ma allo stesso tempo mette le mani avanti: Novak fa sapere che con l’Arabia Saudita si discute di porre un limite alla produzione di greggio per tre-sei mesi o forse per un periodo più lungo, ancorandola ai livelli di luglio, agosto o settembre di quest’anno. Poi però sottolinea che in ogni caso un eventuale congelamento va concordato con i paesi Opec (di cui la Russia non fa parte) nel vertice in programma in Algeria a fine mese.

A favore del congelamento giocano gli alti livelli di estrazione raggiunti ultimamente da Mosca e Riad: difficile aumentarli ulteriormente, sostengono gli esperti. Ma l’ostacolo principale resta esattamente lì dov’era ad aprile: l’Iran – rivale dell’Arabia Saudita – non ne vuole sapere di limitare la propria estrazione, almeno fino a quando non avrà raggiunto i livelli di prima delle sanzioni.

Un obiettivo del tutto legittimo secondo il ministro Novak, ma che – stando agli analisti – potrebbe richiedere mesi o addirittura anni. E’ probabilmente per questo che la scorsa settimana Putin ha ventilato la possibilità di raggiungere un accordo sul congelamento dei livelli di estrazione esentandone Teheran. Ma Riad non sembra d’accordo, e il ministro saudita Al-Falih ha dichiarato che l’Iran, come membro dell’Opec, dovrebbe avere “un ruolo costruttivo” nella stabilizzazione del mercato del petrolio.

(di Giuseppe Agliastro/ANSA)

Ultima ora

15:01Terremoto: camper Telefono Azzurro in partenza per Amatrice

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il Camper Azzurro, un mezzo che agevolerà il supporto di Telefono Azzurro ai piccoli abitanti delle zone nel centro Italia vittime un anno fa del sisma, è in viaggio verso Amatrice, dove l'associazione è presente sin dallo scorso agosto. Il mezzo, presentato ieri sera al Giffoni Festival alla presenza della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, consentirà all'associazione di rafforzare la sua presenza e il suo supporto ai bambini, offrendo sostegno educativo e psicologico attraverso attività ludico-ricreative impostate sull'importanza dell'ascolto, tema distintivo dell'attività trentennale di Telefono Azzurro. Le attività di Telefono Azzurro ad Amatrice proseguiranno nei prossimi mesi nelle scuole, ma anche all'interno di moduli prefabbricati, grazie al lavoro di operatori specializzati che si alterneranno per favorire il rafforzamento delle attività. (ANSA).

14:59Lancia acido addosso a moglie e fugge con i figli

(ANSA) - FORLÌ, 22 LUG - Al culmine di una lite ha aggredito la moglie con un coltello, ferendola leggermente, e poi le ha lanciato addosso una sostanza acida. Quindi è fuggito in auto, probabilmente con i due figli piccoli. Il fatto è successo a fine mattina in un appartamento di un condominio di via Salinatore a Forlì. La donna, albanese di 37 anni, è stata portata in ospedale e secondo le prime informazioni non sarebbe grave, anche se ha riportato ferite e ustioni. L'uomo, kossovaro, è attivamente ricercato. Probabilmente a limitare i danni alla donna è stato l'intervento di alcuni vicini, che hanno 'lavato' la pelle della donna dall'acido. I vicini hanno anche tentato di fermare l'uomo che però si è dileguato e in casa non ci sono più nemmeno i due figli piccoli. È intervenuta la polizia.(ANSA).

14:59Nautica: si è spento designer Versari, inventò moto d’acqua

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Si è spento questa mattina all'età di 86 anni Giulio Versari, inventore e design papà di alcuni dei più famosi oggetti della nautica moderna. Versari era da tempo malato. Tra le sue invenzioni più famose la poltrona da combattimento per la pesca d'altura, la bitta a scomparsa e il primo prototipo di moto d'acqua. Proprio in questi giorni, fino a domani, alcuni suoi oggetti sono in mostra al Castello di Santa Margherita Ligure, materiale che lo stesso Versari, sammargheritese, ha donato al Comune e al neo nato Museo del Mare cittadino. I funerali si terranno lunedì alle 11:30 nella basilica di Santa Margherita. (ANSA).

14:30Migranti: nuovo sbarco di algerini nel sud Sardegna

(ANSA) - CARBONIA, 22 LUG - Nuovo sbarco di migranti nelle coste del Sulcis. Questa mattina un barchino con a bordo sei algerini è approdato lungo la spiaggia di Capo Sperone, a Sant'Antioco, sulla costa sud occidentale della Sardegna. Gli stranieri sono stati avvistati da un bagnante che ha fatto scattare l'allarme. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Carbonia. I migranti, tutti uomini, dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Assemini (Cagliari). (ANSA).

14:21Calcio: Real, la maglia n.10 a Luka Modric

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il nuovo n.10 dei campioni d'Europa del Real Madrid è Luka Modric. Sarà il fuoriclasse croato, una delle stelle della squadra merengue, a ereditare la maglia più prestigiosa fino a poche settimane fa sulle spalle di James Rodriguez, adesso passato al Bayern Monaco. La scelta è stata ufficializzata dal club che ha pubblicato sul sito la nuova numerazione delle maglie per la stagione entrante. Un numero di maglia 'pesante' per il talento croato, che a Madrid ha giocato finora col numero 19, che indosserà la maglia che nel recente passato è stata sulle spalle di Robinho, Özil o del colombiano. Ovviamente scontati e confermati i numeri di maglia delle altre stelle della squadra, da C.Ronaldo (7) a Bale (11), da Benzema (9) a Kroos (8), da Ramos (4) a Marcelo (12), a Isco (22). I nuovi arrivati Theo Hernandez e Dani Ceballos avranno rispettivamente il 15 e il 24.

14:21Calcio: lampi di ‘euro’ Milan in Cina, 4-0 al Bayern Monaco

(ANSA) - MILANO, 22 LUG - Lampi di ottimo Milan in Cina. Con gli assist di Rodriguez, gli inserimenti di Kessié, una doppietta del giovane Cutrone e una prodezza di Calhanoglu i rossoneri hanno battuto 4-0 il Bayern Monaco nell'ultima partita della tournée cinese: a cinque giorni dal preliminare di Europa League, Vincenzo Montella può constatare passi avanti rispetto al ko con il Borussia Dortmund. In porta debutto stagionale per Gianluigi Donnarumma, con il fratello Antonio subentrato nel finale, e da subito si è fatto notare sulla corsia sinistra Rodriguez che al 14' ha servito a Kessié l'assist del vantaggio, e al 25' con una punizione mancina da trenta metri ha offerto una palla perfetta per l'incornata di Cutrone. L'attaccante classe '98 si è ripetuto al 42' finalizzando un perfetto contropiede milanista. I tedeschi di Ancelotti hanno sprecato un paio di chance nella ripresa, quando hanno debuttato in rossonero Biglia e Bonucci, accolto con un'ovazione dal pubblico di Shenzhen. A 5' dalla fine ha completato il poker Calhanoglu.

14:16Muore colpito da un toro nel suo allevamento

(ANSA) - ISERNIA, 22 LUG - Allevatore muore ucciso dal toro a cui stava dando da mangiare. Il 73enne Pasquale Forte di Sesto Campano (Isernia) è stato raggiunto a un fianco dal toro del suo piccolo allevamento. L'animale lo ha caricato colpendolo con le corna. Subito soccorso da operatori del 118, poi trasportato all'ospedale "Veneziale" di Isernia, l'uomo è morto qualche ora dopo il ricovero. Nell'allevamento i carabinieri stanno effettuando rilievi. (ANSA).

Archivio Ultima ora