La crescita s’è interrotta. Si punta agli investimenti

Pubblicato il 05 settembre 2016 da ansa

Dopo aver certificato in via definitiva crescita zero nel secondo trimestre, l'Istat vede grigio anche per i prossimi mesi con la previsione di una "fase di debolezza" che proseguirà nella seconda parte dell'anno e che, se confermata, complicherà la messa a punto della prossima legge di bilancio

Dopo aver certificato in via definitiva crescita zero nel secondo trimestre, l’Istat vede grigio anche per i prossimi mesi con la previsione di una “fase di debolezza” che proseguirà nella seconda parte dell’anno e che, se confermata, complicherà la messa a punto della prossima legge di bilancio

ROMA. – Il già lento percorso di ripresa si è interrotto e le previsioni non lasciano ben sperare nemmeno per il prossimo futuro. Dopo aver certificato in via definitiva crescita zero nel secondo trimestre, l’Istat vede grigio anche per i prossimi mesi con la previsione di una “fase di debolezza” che proseguirà nella seconda parte dell’anno e che, se confermata, complicherà la messa a punto della prossima legge di bilancio.

Per la manovra il governo resta così sempre più orientato a concentrare le (scarse) risorse sugli investimenti, per stimolare soprattutto quelli privati sia delle imprese – con un occhio di riguardo all’innovazione e al rilancio della produttività – sia dei cittadini, in primis per tutelare dal rischio sismico le proprie abitazioni.

Sono gli investimenti, è la convinzione, l’unico vero volano per la crescita e per cercare di rimettere in moto una volta per tutte l’economia che più ha risentito della crisi tra i partner europei, in uno scenario peraltro di rallentamento generalizzato, come mostra anche il calo del Pmi dell’eurozona.

Professa comunque ottimismo il viceministro dell’Economia, Enrico Morando, secondo il quale “non c’è una ragione per affermare che le previsioni che abbiamo fatto sull’andamento del Pil 2016 saranno clamorosamente disattese” e, anzi, un obiettivo dell’1% resta nelle possibilità.

Il quadro, osservano peraltro al Tesoro, non è nero ma in ‘chiaro-scuro’, visto che ci sono anche alcuni segnali incoraggianti, dall’andamento dei servizi al fabbisogno in calo alle entrate, che si confermano in crescita sui 7 mesi di quasi 9 miliardi rispetto al 2015. Un ‘tesoretto’ che sarà utile anche a contenere gli effetti che la mancata crescita potrebbe avere sulla tenuta dei conti del 2016.

Ma per il 2017, è il mantra, bisogna ‘fare di più’. Un pacchetto consistente di misure che l’esecutivo sta approntando per rilanciare la crescita riguarderà quindi le imprese, con l’implementazione del piano ‘Industria 4.0’ sponsorizzato dal ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che va da maggiori incentivi per ricerca e sviluppo alla spinta ai premi aziendali per aumentare la produttività.

Su questo fronte a fianco del vantaggio per il lavoratore che ‘rende’ di più (che potrebbe vedere tassati al 10% i premi fino a 3.500-4.000 euro entro un tetto di reddito fino a 70.000 euro) ci potrebbe essere anche un incentivo alle imprese sotto forma di ulteriore taglio, ma ‘selettivo’ dell’Irap (solo appunto per chi utilizza in chiave produttività la contrattazione di secondo livello).

Questo tema sarà presto oggetto di un confronto tra le parti, anche se al tavolo governo-sindacati si dovrebbe affrontare solo il nodo ammortizzatori (con una probabile apertura alla proroga degli attuali ammortizzatori in deroga per ‘ammorbidire’ il periodo di transizione alle nuove regole del Jobs Act).

Altro capitolo ‘caldo’, oltre a quello delle pensioni, oggetto a loro volta di un tavolo ad hoc la prossima settimana, resta quello del post-terremoto, non solo sul fronte dell’emergenza ma anche sul fronte della prevenzione, attraverso il piano ‘Casa Italia’ sul quale il premier Matteo Renzi apre le prime consultazioni.

Il tentativo è quello di integrare le nuove misure con quello che già c’è, dal piano per il dissesto idrogeologico a quello per l’edilizia scolastica ai vari incentivi per le ristrutturazioni edilizie. L’ecobonus in particolare (lo sconto al 65% dei lavori per migliorare l’efficienza energetica degli edifici) potrebbe essere rafforzato ampliandone il raggio di azione anche agli interventi per la messa in sicurezza antisismica.

Lo scorso anno è stato introdotto un bonus al 50% per il solo 2015 e per le zone ad alto rischio. Una delle ipotesi è quella di alzare anche questo sconto al 65% allargando le aree di intervento.

Ultima ora

19:04Tap: da Consiglio Stato via libera realizzazione gasdotto

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla realizzazione del Tap, il gasdotto dell'Adriatico, respingendo gli appelli proposti contro la sentenza del Tar dalla Regione Puglia e dal Comune di Melendugno. Il Consiglio di Stato ha ritenuto che la valutazione di impatto ambientale resa dalla Commissione VIA avesse approfonditamente vagliato tutte le problematiche naturalistiche e anche la scelta dell'approdo nella porzione di costa compresa tra San Foca e Torre Specchia Ruggeri (all'interno del Comune di Melendugno) fosse stata preceduta da una completa analisi delle possibili alternative. Inoltre è stato escluso che l'opera dovesse essere assoggettata alla cosiddetta "Direttiva Seveso" ed è stato riconosciuto l'avvenuto rispetto del principio di leale collaborazione tra Poteri dello Stato nella procedura di superamento del dissenso espresso dalla Regione alla realizzazione dell'opera.

19:04Autonomia: Zaia, non perso speranza referendum prima estate

(ANSA) - VENEZIA, 27 MAR - "Se è vero che è ormai sfumata l'ipotesi di un "Election day" noi non abbiamo comunque perso la speranza di fare il referendum sull'autonomia prima possibile. Magari anche prima della pausa estiva". A dirlo il governatore del Veneto, Luca Zaia, alla luce di quanto dichiarato dal presidente della Lombardia, Roberto Maroni, riguardo all' indisponibilità del governo a un "Election day" con le amministrative di giugno. "Se ciò non sarà possibile - sottolinea Zaia - dovremo necessariamente collocarci tra ottobre e novembre, ma nulla è ancora definito".

18:59Attacco Londra: Masood non legato all’Isis o Al Qaida

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Scotland Yard ribadisce che l'attentatore di Londra Khalid Masood non era legato all'Isis o ad Al Qaida. Per la polizia di Londra inoltre, non è stato radicalizzato quando nel 2003 si trovava in carcere ma aveva un generico "interesse per la jihad".

18:46Spara e uccide padre, domani udienza per figlio 16enne

(ANSA) - PADOVA, 27 MAR - E' in programma domani l'udienza di convalida del fermo per omicidio volontario del 16enne che venerdì scorso nella sua abitazione di Selvazzano (Padova) ha fatto fuoco con un fucile contro il padre, Enrico Boggian, 52 anni, uccidendolo. Il giovane inizialmente aveva raccontato di essere tornato a casa e di averlo trovato privo di vita, ma dopo 16 ore di interrogatorio era crollato ammettendo di aver fatto fuoco contro il padre. Ai carabinieri ha raccontato però di essere andato a prendere il fucile custodito poco lontano, a casa dei nonni, "per fare uno scherzo", ovvero per spaventare il padre che stava riposando sulla poltrona della taverna. Il nonno del ragazzo è stato denunciato per omessa custodia dell'arma.

18:45Falso cieco condannato a 5 anni, guidava anche il trattore

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - Cieco per l'Inps, ma vedente per ospedali e ambulatori Asl dove andava per i controlli medici, così per un decennio ha continuato a percepire due assegni, uno per la cecità, l'altro come invalido civile anche per il diabete e l'obesità. Il tribunale di Firenze ha condannato un 70enne a 5 anni per reati di falso e truffa. Nelle indagini della tenenza della Gdf di Borgo San Lorenzo coordinate dal pm Paolo Barlucchi venne pure filmato mentre guidava con perizia un trattore a Vicchio, reato poi depenalizzato, e coglieva ciliegie. Il condannato 'giocava' su una reale 'retinopatia proliferante, poi curata con successo in modo risolutivo già dal 2001. Tuttavia alle commissioni mediche dell'Inps sosteneva di non essere in grado di vedere e veniva classificato come cieco. Condannato a sei mesi per falsa attestazione un parente, che talvolta lo accompagnava.

18:35Uccide figli e si suicida, forse motivi economici

(ANSA) - TRENTO, 27 MAR - Ci sarebbero difficoltà economiche alla base del gesto di Gabriele Sorrentino, l'uomo di 45 anni che a Trento ha ucciso due dei suoi tre figli - la terza era in gita scolastica - e poi si è tolto la vita lanciandosi da una roccia. L'uomo, hanno spiegato gli inquirenti, svolgeva delle attività finanziarie, lavorava in casa ed era normalmente in casa con i figli quando la moglie non c'era. I rapporti con la moglie erano ottimi. La donna avrebbe riferito che questa mattina la coppia avrebbe dovuto firmare il rogito per l'acquisto di un appartamento. Lei ad un certo punto sarebbe uscita ed avrebbe lasciato il marito a casa con i due figli; quando è rientrata, ha scoperto che i due bimbi erano stati uccisi. L'auto di Sorrentino è stata ritrovata dalle forze dell'ordine nel parcheggio di un albergo a Sardagna, una località sulla collina che sovrasta Trento; all'interno della vettura, un costoso suv, sul sedile posteriore erano fissati i seggiolini per i piccoli.

18:22Juve: Allegri twitta, complimenti a Sarri

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - ''Sinceri complimenti all'amico Maurizio per la Panchina d'oro, risultato che premia il lavoro quotidiano sul campo!''. Questo il tweet che Massimiliano Allegri ha postato per rallegrarsi con Sarri fresco vincitore del riconoscimento assegnato oggi dai colleghi a Coverciano. Il tecnico della Juventus, che ha vinto questo premio negli ultimi due anni, è stato battuto per tre voti (25 a 22) dal collega del Napoli. I due si affronteranno al San Paolo domenica prossima per il campionato e mercoledì 5 aprile per la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

Archivio Ultima ora