Calcio: Spagna, batte la testa ma arbitro gli salva la vita

(ANSA) – MADRID, 6 SET – La prontezza di riflessi di un arbitro spagnolo ha probabilmente salvato la vita a un giovane calciatore della divisione regionale andalusa, che rischiava di soffocare dopo uno scontro aereo con un collega. La Vanguardia riferisce che mancavano 10′ alla fine della finale del Trofeo Matias Prats, a Villa del Rio, vicino Cordoba, quando un giocatore del Urgavona è crollato a terra preso da convulsioni, dopo aver picchiato la testa contro quella di un avversario. L’arbitro Daniel Garcia gli si è avvicinato correndo: “Ho visto che aveva i denti stretti. Ho cercato di aprirgli la bocca, tutti erano paralizzati”, ha spiegato. “Ho pensato, ‘ora muore!. Non può essere’. Ho cercato in ogni modo di far uscire la lingua, per farlo respirare. Sono riuscito a mettere le unghie fra i suoi denti, serratissimi, poi le dita”. L’arbitro ha poi affidato il giovane calciatore alle cure di due infermiere, che stavano accorrendo in campo. “Fortunatamente, racconta Garcia, alla fine tutto si è risolto con un brutto spavento”.

Condividi: