Roma 2024: Malagò, il 7 ottobre non è il termine ultimo

(ANSA) – ROMA, 6 SET – “La data del 7 ottobre non è una scadenza per l’impostazione del dossier, mentre lo è quella del 3 febbraio, limite ultimo in cui bisogna avere tutte le carte in regola”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine della Giunta nazionale. Il passaggio del 7 ottobre, precisa, riguarda la consegna della seconda parte del dossier al Cio e prevede “il semplice invio d’una serie di firme che riguardano le garanzie di governo, Regione, Comune di Roma e Coni. Quindi, se decidiamo di fare delle gare in un posto diverso da quello indicato nel dossier, possiamo tranquillamente farlo entro febbraio”. Malagò, poi, fa sapere che la sindaca di Roma Virginia Raggi è stata invitata il 22 settembre alla presentazione del logo e del progetto per l’Europeo di calcio itinerante del 2020. Una tappa che Roma, “con un eccellente lavoro di squadra”, s’è aggiudicata per ospitare un girone e una parte dei turni seguenti. Nell’occasione “inaugureremo altre mattonelle della Walk of Fame e chiederemo al sindaco di scoprirle”.

Condividi: