Renzi, aumenteremo le pensioni minime. Al via piano povertà

Pubblicato il 06 settembre 2016 da ansa

Italian Prime Minister Matteo Renzi during the registration of the Rai Tv program "Porta a porta", hosted by journalist Bruno Vespa, in Rome, Italy, 06 September 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Italian Prime Minister Matteo Renzi during the registration of the Rai Tv program “Porta a porta”, hosted by journalist Bruno Vespa, in Rome, Italy, 06 September 2016.
ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – Più soldi in tasca ai pensionati, agli autonomi e ai dipendenti pubblici. A poco più di un mese dal varo della nuova legge di Bilancio, Matteo Renzi tratteggia a Porta a Porta alcuni ‘pilastri’ della prossima manovra, garantendo intanto che anche quest’anno sarà assicurata la tenuta dei conti pubblici, con il deficit che si fermerà “al 2,3-2,4%”.

Uno sforzo importante, secondo il premier, visto che si mantiene l’impegno a non sforare il ‘fatidico’ 3% nonostante la crescita sotto le aspettative. “La Spagna – ha ribadito Renzi – cresce del 3%. Ma ha un deficit del 5%” che vale “50 miliardi, li dessero a me da dare ai cittadini o da ridurre le tasse, anche io avrei una crescita del 3%. Ma il problema è che quelli prima di noi hanno mangiato al ristorante e hanno lasciato da pagare. Per questo abbiamo il debito. E io non lo lascio da pagare a figli e nipoti”.

Garantito il target per il 2016, sarà tutta da giocare a Bruxelles la partita sul 2017. Per ora, ma i dati saranno rivisti con la nota di aggiornamento del Def, si parte da un impegno a centrare l’1,8%. L’asticella dovrà però inevitabilmente salire (puntando magari a ottenere un altro 0,5% aggiuntivo di flessibilità) per avere risorse sufficienti per spingere la crescita.

Con la manovra, accanto allo stimolo agli investimenti e agli incentivi alla produttività già annunciati sia da Pier Carlo Padoan sia da Carlo Calenda, Renzi annuncia l’intenzione di dare più ossigeno a diverse categorie, a partire dai pensionati. E’ in arrivo, infatti un “aiuto per le pensioni minime” sotto forma di una “sorta di quattordicesima”, come quella che percepisce “a partire dal governo Prodi chi prende meno di 750 euro al mese”.

L’altro caposaldo sul fronte pensionistico resta l’annunciato ‘Ape’, la possibilità di uscire in anticipo “rinunciando a pochino”, con un intervento che costi “un’inezia” e consenta di uscire fino a 3 anni prima dal mondo del lavoro. Il ‘pacchetto sociale’ si dovrebbe completare, come ha confermato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, con uno stanziamento aggiuntivo per il piano povertà, per il quale si punta ad aumentare le risorse fino a 1,5 miliardi (dal miliardo già stanziato per il prossimo anno con l’ultima legge di Stabilità).

Un sostegno arriverà anche a chi lavora, ma a partita Iva. Accanto all’Iri (la detassazione delle risorse lasciate in azienda), già annunciata nei giorni scorsi, arriverà anche uno sconto sui contributi versati dagli autonomi non iscritti agli ordini, una platea “di 500mila persone”.

Per questi lavoratori, iscritti alla gestione separata Inps, secondo i calcoli del premier arriverà un risparmio di “circa mille euro l’anno”, più o meno gli 80 euro che percepiscono, sotto altra forma, i lavoratori dipendenti. L’intervento dovrebbe tradursi in una riduzione dell’aliquota contributiva da circa il 27 al 25%.

Altro capitolo cardine della manovra sarà quello dei dipendenti pubblici: “Da sette anni – ha ricordato il premier – i dipendenti pubblici hanno il contratto bloccato. Lavoriamo perché sia sbloccato il loro adeguamento salariale”. Adeguamento (che potrebbe valere fino a circa due miliardi a regime) che però andrà legato “anche a incentivi di merito, come per i dirigenti. Questo richiede un cambio di mentalità molto complicato ma ci stiamo arrivando”.

All’Aran, tra l’altro, è già aperto un tavolo con i sindacati, al quale si sta discutendo anche della possibilità di far tornare alcuni temi (come l’orario di lavoro) alla contrattazione anziché alla legge.

A pochi giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico, Renzi approfitta del salotto di Bruno Vespa anche per annunciare che sarà rinnovato il bonus (di 500 euro quest’anno) per la formazione dei ‘prof’. Il bonus, ha detto, “continuerà per gli insegnanti e i professori, sarà rinnovato: un piccolo contributo per formarsi. Se fai l’insegnante è giusto che lo Stato riconosca la tua funzione”.

Ultima ora

09:06Olp, Usa complici occupazione Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 17 GEN - "Ancora una volta l'amministrazione Usa dimostra la sua complicità con l'occupazione israeliana". Lo ha detto Hanan Ashrawi dell'Olp sulla decisione Usa di tagliare i fondi all'Unrwa, agenzia Onu per i profughi palestinesi. La scelta - ha aggiunto - creerà "anche condizioni che porteranno a maggiore instabilità nella regione e dimostra che non c'e' senso di colpa nel colpire degli innocenti".

09:03Usa: Fbi arresta ex spia Cia

(ANSA) - WASHINGTON, 17 GEN - L'Fbi ha arrestato un ex agente della Cia sospettato di aver venduto a Pechino i nomi di tutti gli informatori che l'Agenzia aveva in Cina e che dal 2010 sono stati arrestati o uccisi: una delle peggiori debacle recenti degli 007 di Langley. Lo rivela il Nyt. L'arrestato, Jerry Chun Shing Lee, 53 anni, ha lavorato per la Cia dal 1994 al 2007. Viveva a Hong Kong ma al suo ritorno in Usa è stato bloccato all'aeroporto Jfk di Ny e accusato di aver conservato illegalmente informazioni sulla difesa nazionale.

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

Archivio Ultima ora