Non useremo l’atomica per primi, Obama rinuncia al suo progetto

Pubblicato il 06 settembre 2016 da ansa

U.S. President Barack Obama speaks during his press conference at the conclusion of Nuclear Security Summit in Washington April 1, 2016. REUTERS/Kevin Lamarque      TPX IMAGES OF THE DAY

U.S. President Barack Obama speaks during his press conference at the conclusion of Nuclear Security Summit in Washington April 1, 2016. REUTERS/Kevin Lamarque TPX IMAGES OF THE DAY

NEW YORK. – Barack Obama rassegnato a rinunciare a una delle sue più grandi ambizioni: promettere davanti al mondo intero che l’America non userà mai più per prima la bomba atomica durante un conflitto. Così come invece accadde a Hiroshima e Nagasaki.

La proposta di protocollo si chiama ‘No First Use’. Secondo il New York Times il presidente Usa starebbe valutando di abbandonare il progetto, pressato dalla gran parte dei suoi più stretti consiglieri in materia di sicurezza e da pezzi da novanta della sua amministrazione, come il segretario di stato John Kerry e il capo del Pentagono Ash Carter.

In pratica un addio a quella che Obama vedeva come una delle eredità più pesanti dei suoi otto anni alla Casa Bianca, dopo la promessa lanciata nel 2009 a Praga di lavorare per un mondo che un giorno sia senza armi nucleari. E’ vero che da Harry Truman in poi tutti i presidenti Usa hanno di fatto sancito che l’America avrebbe usato le armi nucleari solo come ultima risorsa.

Ma scriverlo nero su bianco viene ritenuto troppo rischioso dal Consiglio nazionale per la sicurezza, riunitosi in luglio. Una riunione che – scrivono i media – avrebbe convinto Obama sui rischi del protocollo ‘No First Use’. Rischi che ricadrebbero innanzitutto sugli alleati degli Usa, asiatici ed europei, incoraggiando le mire egemoniche di Russia e Cina.

Un punto su cui avrebbero insistito molto negli ultimi tempi soprattutto Kerry e Carter, spiegando ad Obama che la mossa verrebbe letta a Mosca e a Pechino come un segnale di debolezza. Per non parlare della mina vagante rappresentata dal dittatore nordcoreano Kim Jong-un.

E qui subentra anche il risvolto elettorale, lì dove l’agenda per il disarmo nucleare di Barack Obama si scontra con l’obiettivo del candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, di un disimpegno Usa soprattutto nel sudest asiatico. Col tycoon che ha in più riprese invitato Giappone e Corea del Sud a realizzare un loro proprio arsenale atomico.

Anche il Wall Street Journal, alcune settimane fa, aveva sollevato il problema del protocollo ‘No First Use’, mettendo in evidenza come alcuni alleati Usa avrebbero già epresso attraverso i canali diplomatici forti perplessità, se non contrarietà, alla proposta di Obama: in particolare la Gran Bretagna, la Francia, il Giappone e la Corea del Sud. A suscitare dubbi, dentro e fuori gli Usa, anche altre possibili iniziative dell’amministrazione Obama sul nucleare, come ridimensionare il previsto ammodernamento delle forze nucleari americane e ridurre le testate atomiche dispiegate, senza un impegno reciproco da parte della Russia.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

11:39Insulti antisemiti: Fedeli, segno degrado culturale

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Quella dei tifosi della Lazio è stata un'azione "molto violenta, negativa e inaccettabile, perché usare in modo dispregiativo un'esperienza come quella di Anna Frank è veramente un segno di degrado culturale". Lo ha detto la ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, in merito all'uso di immagini di Anna Frank come insulto durante la partita Lazio-Cagliari di domenica scorsa.

11:36Calcio: Agnelli, plauso a Tavecchio commissario Lega

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - Faccio un plauso al presidente della Federcalcio Tavecchio nella sua veste di commissario di Lega e ai sub commissari Uva e Nicoletti. Con estrema difficoltà abbiamo approvato un nuovo statuto che consente una governance più snella". Lo ha detto il presidente della Juventus Andrea Agnelli all'assemblea degli azionisti della società bianconera. "Ieri - ha aggiunto - (in Lega, ndr) c'è stato un incontro positivo, sono stati formati due gruppi lavoro e verosimilmente verrà affidata a una società di cacciatori di teste l'incarico di individuare il profilo privato dell'amministratore delegato. L'auspicio -ha aggiunto Agnelli- è quello di sviluppare il prodotto calcio".

11:34Austria: Kurz invita Fpoe a consultazioni per governo

(ANSA) - BERLINO, 24 OTT - Il cancelliere austriaco in pectore Sebastian Kurz ha invitato alle consultazioni la destra oltranzista del Fpoe, per costituire il nuovo governo. L'Oevp, il partito popolare di Kurz, si è affermato in modo nettissimo alle elezioni del 15 ottobre, mentre l'Fpoe è arrivato al terzo posto.

11:31Calcio: Agnelli, 1/o obiettivo Juve vincere in Italia

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - "Il primo obiettivo della Juventus deve essere quello di vincere in Italia, riconfermarsi conquistando il settimo scudetto". Così il presidente della Andrea Agnelli, all'assemblea degli azionisti. "Come definiremmo i giocatori con 7 scudetti consecutivi, è un tema che auspichiamo di potere discutere più avanti...".

11:15‘Smart city’, Milano città più avanzata d’Italia

(ANSA) - MILANO, 24 OTT - Milano è la 'smart City' più avanzata in Italia: si conferma al primo posto in Italia per il quarto anno consecutivo, staccando le altre città per crescita economica, mobilità sostenibile, ricerca/innovazione, trasformazione digitale, con ottimi risultati anche nella partecipazione dei cittadini. La conferma del primato arriva da 'ICity Rate 2017', il rapporto annuale realizzato da FPA per fotografare la situazione delle città italiane nel percorso per diventare 'smart', ovvero più vivibili e più vicine ai bisogni dei cittadini. Ma in questa edizione il distacco del capoluogo lombardo è quasi azzerato, per l'introduzione di variabili ambientali come il consumo di suolo (Milano è 97/a posto) e qualità dell'aria (98/a). Al secondo posto la tallona Bologna, che ha solo due punti di distanza dal vertice (erano oltre 50 del 2016), potendo vantare il primato nell'energia e nella governance. Firenze si riprende il terzo posto che aveva perso lo scorso anno.

11:05Calcio: Agnelli “per conti Juve utile storico 42,6 mln”

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - "Dobbiamo essere estremamente orgogliosi anche dell'attività fuori dal campo: il fatturato di quest'anno, escludendo i trasferimenti, ha visto un ulteriore +20%, arrivando a 411 milioni; abbiamo segnato un utile storico, 42,6 milioni". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, aprendo l'assemblea degli azionisti del club bianconero. "Il focus per la Juventus è sempre stato, è e resterà il calcio giocato, ma per sviluppare la parte sportiva - ha spiegato Agnelli - è altrettanto importante quello che avviene fuori dal campo".

11:05Yemen: Bahai denunciano attacco da parte Houthi

(ANSAmed) - BEIRUT, 24 OTT - La comunità internazionale dei Bahai ha denunciato un attacco compiuto dai miliziani sciiti Houthi, alleati di Teheran, contro una riunione a Sanaa di seguaci di questa religione, nata da una riforma dell'Islam e messa al bando in Iran perché giudicata eretica. "Il 22 ottobre i miliziani hanno fatto irruzione in un incontro Bahai a Sanaa, aprendo il fuoco sul piccolo gruppo di persone riunite per commemorare il bicentenario della nascita di Bahaullah", ha detto la comunità Bahai, riferendosi al fondatore di questa confessione. L'attacco è avvenuto nella casa di un capo tribale, Walid Ayyash, che è stato rapito nel mese di aprile e di cui non si sa più nulla. Gli aggressori hanno arrestato il fratello di Ayyash, Akram. La comunità denuncia anche arresti di 19 propri membri avvenuti in Iran durante la festività del bicentenerio tra il 18 e il 21 ottobre a Teheran, Kermanshah e Birjand.

Archivio Ultima ora