Usa 2016: sprint per il voto, Hillary e Trump testa a testa

Pubblicato il 06 settembre 2016 da ansa

Usa 2016: sprint per voto, Hillary-Trump testa a testa

Usa 2016: sprint per voto, Hillary-Trump testa a testa

WASHINGTON. – Inizia con un testa a testa lo sprint finale per la Casa Bianca, mentre il dibattito vira dall’immigrazione alla sicurezza nazionale. A nove settimane dall’election day, Hillary, perseguitata e indebolita dallo stillicidio dell’Emailgate (ultima indiscrezione la distruzione con un martello di due apparecchi mobili), sembra aver perso il suo ampio vantaggio su Donald Trump.

Il candidato presidenziale repubblicano supera addirittura di due punti la rivale (45% a 43%) in un sondaggio nazionale della Cnn all’indomani del Labor day, che segna la fine dell’estate ma anche, negli anni di elezioni, il rettilineo finale prima del traguardo. E, cosa ancora più sorprendente, il magnate è ritenuto più onesto e degno di fiducia della Clinton (50% contro il 35%).

Ma i sondaggi nazionali servono solo a capire che aria tira e paradossalmente in passato alcuni candidati hanno perso pur avendo raccolto la maggioranza delle preferenze. La matematica elettorale favorisce invece Hillary, anche se restano sempre alcune incognite, come un possibile dibattito fallimentare, un attacco terroristico, rivelazioni bomba (già annunciate) di Wikileaks.

Secondo un sondaggio del Wp stato per stato, più indicativo perchè aderente alla modalità del voto, la candidata democratica ha già in tasca 244 voti sui 270 necessari, mentre Trump ne ha solo 126: 168 sono contesi, ma per vincere all’ex segretario di stato basterebbe aggiungere solo la Florida, dove sta facendo campagna, oppure altri due o tre stati.

In una competizione a due, Hillary guida di quattro punti o più in 20 stati, oltre al distretto di Columbia (quello della capitale). Anche Trump guida di almeno 4 punti in 20 stati (prevalentemente quelli centrali), il cui bottino di voti però si ferma a 126. Nei restanti 10 stati, che mettono in palio complessivamente 168 voti, nessuno dei due candidati ha un margine di vantaggio affidabile.

Ma il tycoon fatica dove i Repubblicani hanno vinto regolarmente, ad esempio in Arizona e Georgia, ma pure in Texas, vera sorpresa del sondaggio. Hillary conta inoltre su altri vantaggi: ha il triplo dei comitati di Trump negli stati in bilico (291 in 15 stati, contro gli 88 di Trump) e nelle ultime due elezioni i democratici sono stati più abili nel portare a votare in anticipo per posta moltissimi elettori, riducendo la possibilità di rimonta dell’avversario. Infine, a suo favore stanno scendendo in campo con le prime iniziative individuali Barack Obama (il 13 settembre a Filadelfia) e Michelle (il 16 settembre in Virginia).

Dopo le continue convulsioni sull’immigrazione clandestina, ‘The Donald’ ha giocato una carta per accreditarsi come commander in chief, alla vigilia di un forum su Msnbc cui parteciperanno entrambi i candidati: una novantina di generali in congedo (alcuni dal passato controverso) hanno firmato una lettera nella quale danno il loro endorsement al candidato repubblicano chiedendo una “correzione molto tardiva della direzione nella nostra postura sulla sicurezza nazionale”.

Hillary gli ha risposto lanciando uno spot intitolato “Sacrificio” che fa appello ai veterani e ironizza sulle gaffe “militari” del rivale. Botta e risposta a distanza anche sulle condizioni di salute. In un tweet Trump ha criticato i media per non indagare sul forte attacco di tosse di Hillary, oggetto di speculazioni sul web. “Allergia, ma ora sto meglio”, ha spiegato l’ex first lady rispondendo a varie domande per una ventina di minuti ai giornalisti che per la prima volta hanno viaggiato a bordo del suo aereo, ribattezzato ‘Hill Force one’.

“Sono allergica soprattutto a Trump”, ha poi scherzato. Ma Hillary ha toccato anche altri temi, ad esempio attaccando Putin per gli hackeraggi russi che interferiscono nelle presidenziali americane e per il fallimento dei negoziati sulla Siria, dove – a differenza di Obama – è tornata a proporre una ‘no fly zone’ come leva per mettere pressione su Assad. Un assaggio di come potrebbe cambiare la politica estera americana in quello scenario.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

19:04Tap: da Consiglio Stato via libera realizzazione gasdotto

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla realizzazione del Tap, il gasdotto dell'Adriatico, respingendo gli appelli proposti contro la sentenza del Tar dalla Regione Puglia e dal Comune di Melendugno. Il Consiglio di Stato ha ritenuto che la valutazione di impatto ambientale resa dalla Commissione VIA avesse approfonditamente vagliato tutte le problematiche naturalistiche e anche la scelta dell'approdo nella porzione di costa compresa tra San Foca e Torre Specchia Ruggeri (all'interno del Comune di Melendugno) fosse stata preceduta da una completa analisi delle possibili alternative. Inoltre è stato escluso che l'opera dovesse essere assoggettata alla cosiddetta "Direttiva Seveso" ed è stato riconosciuto l'avvenuto rispetto del principio di leale collaborazione tra Poteri dello Stato nella procedura di superamento del dissenso espresso dalla Regione alla realizzazione dell'opera.

19:04Autonomia: Zaia, non perso speranza referendum prima estate

(ANSA) - VENEZIA, 27 MAR - "Se è vero che è ormai sfumata l'ipotesi di un "Election day" noi non abbiamo comunque perso la speranza di fare il referendum sull'autonomia prima possibile. Magari anche prima della pausa estiva". A dirlo il governatore del Veneto, Luca Zaia, alla luce di quanto dichiarato dal presidente della Lombardia, Roberto Maroni, riguardo all' indisponibilità del governo a un "Election day" con le amministrative di giugno. "Se ciò non sarà possibile - sottolinea Zaia - dovremo necessariamente collocarci tra ottobre e novembre, ma nulla è ancora definito".

18:59Attacco Londra: Masood non legato all’Isis o Al Qaida

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Scotland Yard ribadisce che l'attentatore di Londra Khalid Masood non era legato all'Isis o ad Al Qaida. Per la polizia di Londra inoltre, non è stato radicalizzato quando nel 2003 si trovava in carcere ma aveva un generico "interesse per la jihad".

18:46Spara e uccide padre, domani udienza per figlio 16enne

(ANSA) - PADOVA, 27 MAR - E' in programma domani l'udienza di convalida del fermo per omicidio volontario del 16enne che venerdì scorso nella sua abitazione di Selvazzano (Padova) ha fatto fuoco con un fucile contro il padre, Enrico Boggian, 52 anni, uccidendolo. Il giovane inizialmente aveva raccontato di essere tornato a casa e di averlo trovato privo di vita, ma dopo 16 ore di interrogatorio era crollato ammettendo di aver fatto fuoco contro il padre. Ai carabinieri ha raccontato però di essere andato a prendere il fucile custodito poco lontano, a casa dei nonni, "per fare uno scherzo", ovvero per spaventare il padre che stava riposando sulla poltrona della taverna. Il nonno del ragazzo è stato denunciato per omessa custodia dell'arma.

18:45Falso cieco condannato a 5 anni, guidava anche il trattore

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - Cieco per l'Inps, ma vedente per ospedali e ambulatori Asl dove andava per i controlli medici, così per un decennio ha continuato a percepire due assegni, uno per la cecità, l'altro come invalido civile anche per il diabete e l'obesità. Il tribunale di Firenze ha condannato un 70enne a 5 anni per reati di falso e truffa. Nelle indagini della tenenza della Gdf di Borgo San Lorenzo coordinate dal pm Paolo Barlucchi venne pure filmato mentre guidava con perizia un trattore a Vicchio, reato poi depenalizzato, e coglieva ciliegie. Il condannato 'giocava' su una reale 'retinopatia proliferante, poi curata con successo in modo risolutivo già dal 2001. Tuttavia alle commissioni mediche dell'Inps sosteneva di non essere in grado di vedere e veniva classificato come cieco. Condannato a sei mesi per falsa attestazione un parente, che talvolta lo accompagnava.

18:35Uccide figli e si suicida, forse motivi economici

(ANSA) - TRENTO, 27 MAR - Ci sarebbero difficoltà economiche alla base del gesto di Gabriele Sorrentino, l'uomo di 45 anni che a Trento ha ucciso due dei suoi tre figli - la terza era in gita scolastica - e poi si è tolto la vita lanciandosi da una roccia. L'uomo, hanno spiegato gli inquirenti, svolgeva delle attività finanziarie, lavorava in casa ed era normalmente in casa con i figli quando la moglie non c'era. I rapporti con la moglie erano ottimi. La donna avrebbe riferito che questa mattina la coppia avrebbe dovuto firmare il rogito per l'acquisto di un appartamento. Lei ad un certo punto sarebbe uscita ed avrebbe lasciato il marito a casa con i due figli; quando è rientrata, ha scoperto che i due bimbi erano stati uccisi. L'auto di Sorrentino è stata ritrovata dalle forze dell'ordine nel parcheggio di un albergo a Sardagna, una località sulla collina che sovrasta Trento; all'interno della vettura, un costoso suv, sul sedile posteriore erano fissati i seggiolini per i piccoli.

18:22Juve: Allegri twitta, complimenti a Sarri

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAR - ''Sinceri complimenti all'amico Maurizio per la Panchina d'oro, risultato che premia il lavoro quotidiano sul campo!''. Questo il tweet che Massimiliano Allegri ha postato per rallegrarsi con Sarri fresco vincitore del riconoscimento assegnato oggi dai colleghi a Coverciano. Il tecnico della Juventus, che ha vinto questo premio negli ultimi due anni, è stato battuto per tre voti (25 a 22) dal collega del Napoli. I due si affronteranno al San Paolo domenica prossima per il campionato e mercoledì 5 aprile per la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

Archivio Ultima ora