Turchia: processo per blasfemia, assolto noto pianista Say

(ANSAmed) – ISTANBUL, 7 SET – Al termine di una battaglia legale durata 4 anni, il pianista turco di fama internazionale Fazil Say è stato definitivamente assolto dall’accusa di blasfemia, per cui nel 2013 era stato condannato a 10 mesi con la condizionale. Lo riferisce il quotidiano Hurriyet. Say era stato condannato per “offese ai valori religiosi di una parte della società” dopo essere stato denunciato per aver pubblicato nel 2012 alcuni tweet in cui citava frasi attribuite al poeta persiano dell’undicesimo secolo Omar Khayyam. “Dici che i suoi fiumi scorreranno nel vino. Il Giardino dell’Eden è per caso un locale per bere?”, diceva uno dei messaggi postati. Nell’ottobre scorso, la suprema corte d’appello turca aveva decretato a maggioranza che le parole di Say rientravano nell’ambito della libertà di espressione, aprendo la strada a un nuovo processo.

Condividi: