Parte la caccia alle risorse per sgravi e pensioni

Pubblicato il 07 settembre 2016 da ansa

Parte la caccia alle risorse per sgravi e pensioni

Parte la caccia alle risorse per sgravi e pensioni

ROMA. – Una manovra che viaggia tra i 20 e i 25 miliardi, solo per fermarsi agli annunci arrivati finora. E per la quale il governo avrà bisogno non solo del massimo di flessibilità che si riuscirà a spuntare a Bruxelles ma anche di risorse da reperire ‘in casa’.

Nel mirino, come accade da qualche anno a questa parte, torna così la sanità, anche se il ministro Beatrice Lorenzin ripete, anche questa volta, che è pronta a difendere lo stanziamento di due miliardi aggiuntivi già indicato nel Def di aprile. Una battaglia, quella sul Fondo sanitario nazionale, che la titolare della Salute combatte fin dal suo primo anno da ministro (“pronta a battermi come una leonessa”, aveva detto già nel 2013, governo Letta), arrivando perlomeno a limitare i danni, come accaduto con l’ultima legge di Stabilità.

Il comparto per quest’anno non ha subito un vero e proprio taglio ma un ‘minore aumento’ rispetto a quanto concordato con i governatori delle Regioni nel Patto per la Salute. Lo stesso meccanismo potrebbe quindi scattare anche per il prossimo: al momento la ‘torta’ del Fondo è di 111 miliardi, che dovrebbero salire a 113 nel 2017. Una cifra “totalmente adeguata” per Lorenzin ma che, secondo diverse fonti, sarebbe invece più che a rischio. I più ottimisti prevedono infatti che solo un miliardo venga ‘sacrificato’ sull’altare dei conti pubblici, ma c’è anche chi teme che l’intero aumento possa essere cancellato.

Il tema resta tra quelli delicati, anche se 2 miliardi farebbero comodo per la composizione della nuova legge di Bilancio. Se anche a Bruxelles si riuscisse a ottenere un altro mezzo punto di Pil di flessibilità (spingendo il rapporto deficit/Pil al 2,3-2,4% anche nel 2017) le risorse a disposizione non sarebbero comunque sufficienti a coprire tutte le misure sul tappeto.

A pesare resta infatti l’eredità di 15 miliardi di aumenti di Iva e accise da evitare, neutralizzando le clausole di salvaguardia. Ma per le altre misure, almeno quelle fin qui annunciate, servono all’incirca altri 8-10 miliardi, complessi da trovare solo tra spending review (che si preannuncia, stando ai bene informati, piuttosto ‘blanda’), maggiori entrate (a partire dall’Iva) e lotta all’evasione.

Oltre gli 1,5-2 miliardi che dovrebbero essere impegnati per il ‘pacchetto’ previdenza – con le critiche che già fioccano sulla ‘quattordicesima’ che andrebbe, stando ai dati Inps, in 7 casi su 10 ai redditi più alti – ci sono infatti molte altre voci di ‘peso’. Si va dai 500 milioni per rinforzare il piano povertà chiesti dal ministro Poletti ai 2 miliardi che potrebbero servire per il pubblico impiego (anche se calcoli sindacali parlano di almeno 3,2 miliardi per un rinnovo triennale da 100 euro al mese).

Anche il capitolo industria-produttività probabilmente avrà bisogno di uno stanziamento analogo, visto che il solo rinnovo del superammortamento, con un rafforzamento degli investimenti in digitale, si potrebbe portare via circa 1 miliardo, mentre in preparazione ci sono diverse altre misure, a partire dal credito d’imposta per ricerca e sviluppo (che potrebbe valere altri 500 milioni). E almeno 1 miliardo sarà necessario per gli sgravi per gli autonomi (dall’Iri che vale 7-800 milioni al taglio dei contributi, che vale circa 500 milioni).

Ancora da valutare anche un’ultima proroga degli sgravi per i neoassunti (il cui costo sarebbe comunque superiore al mezzo miliardo) e di quanto rafforzare la ‘dote’ per la detassazione dei premi di produttività (si ipotizzano almeno 300 milioni aggiuntivi). Tutte da verificare anche le risorse necessarie per ‘Casa Italia’. Il piano, ripete Matteo Renzi, punta a sfruttare i fondi che ci sono già e che vanno messi ‘a sistema’, ma con la legge di Bilancio ci sarà quantomeno da confermare gli attuali ‘super-bonus’ sull’edilizia, rafforzando l’attuale sconto del 50% sui lavori per la messa in sicurezza antisismica.

Tra le ipotesi sul tavolo ci sarebbe anche quella di consentire ai Comuni in attivo di ‘liberare’ le risorse che ora non possono spendere per i vincoli di bilancio, a patto, però che vengano investite in interventi contro le calamità (dal rischio sismico al dissesto idrogeologico).

(Di Silvia Gasparetto/ANSA)

Ultima ora

08:46Mafia: Gabrielli, reato da cambiare

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Dobbiamo convincerci tutti che la corruzione è l'incubatrice delle mafie. E invece vedo un atteggiamento da scampato pericolo nei confronti della sentenza sul Mondo di Mezzo". Il capo della polizia Franco Gabrielli interviene a sostegno della tesi della procura di Roma sull'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. "Il procuratore capo Giuseppe Pignatone - dice - ha fornito un'interpretazione avanzata del reato. Non credo che in questo processo sia stato sconfitto". Probabilmente, osserva "bisogna rimodellare la formulazione del reato 416 bis".

00:30Roma ufficializza Kolarov dal City

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Roma ha perfezionto l'ingaggio di Aleksandar Kolarov. La società, attraverso una nota, ha comunicato di aver sottoscritto con il Manchester City il contratto per l'acquisizione a titolo definitivo del calciatore serbo a fronte di un corrispettivo di 5 milioni. Il calciatore 31enne, ha firmato un contratto che lo legherà al club fino al 30 giugno 2020. "Sono molto contento di essere qui", ha dichiarato il serbo. "Darò più del 100% alla Roma, il mio obiettivo è sempre uno: vincere". "Aleksandar è un calciatore con grande esperienza e che può dare da subito il suo contributo per il club", ha dichiarato il direttore sportivo Monchi. "Penso che con lui cresceremo sia dentro sia fuori dal campo. Desidero ringraziarlo per il suo entusiasmo e per la volontà dimostrata di venire alla Roma".

23:55Consip: gen. Maruccia sentito da pm come testimone

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il generale di Divisione Gaetano Maruccia, capo di Stato Maggiore dell'Arma dei Carabinieri, è stato ascoltato dai pm di Roma in qualità di persona informata sui fatti nell'inchiesta Consip. L'ufficiale, si apprende dallo stesso comando generale dei Carabinieri, si è detto "lieto di aver potuto contribuire alla ricerca della verità nella contorta vicenda".

23:46Calcio: amichevoli, Napoli-Chievo 1-1

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il Napoli non è riuscito ad andare oltre l'1-1 con il Chievo, nell'ultima amichevole nel ritiro di Dimaro, in Trentino. I gialloblù di Maran si erano portati in vantaggio con un gol di Inglese, dopo 26' di gioco, ma sono stati raggiunti dal neoacquisto Ounas (13' st), giocatore di origine algerina, ma proveniente dal Bordeaux. Finora la squadra partenopea aveva sempre vinto: 17-0 contro la Bassa Anaunia, 70 contro il Trento e 4-1 contro il Carpi. Prima di lasciare il ritiro di Dimaro, domani sera la squadra allenata da Maurizio Sarri verrà presentata ufficialmente. L'allenatore stasera ha schierato Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Rog, Jorginho, Hamsik; Callejón, Mertens, Insigne, come formazione di partenza. Nella ripresa cambio di formazione, sempre con il 4-3-3: Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Ounas, Milik, Mertens.

23:26Terremoto Kos, in serata due forti scosse di assestamento

(ANSA) - KOS (GRECIA), 22 LUG - Questa sera due forti scosse di assestamento di magnitudo 4.4 e 4.6, alla distanza di 16 minuti l'una dall'altra, hanno colpito l'isola greca di Kos, costringendo residenti e turisti a lasciare le case e i ristoranti. Lo riporta l'Istituto di Geodinamica di Atene. La prima scossa, avvenuta più vicina all'isola, è stata ad una profondità di 10 km. L'aeroporto è stato fatto evacuare. Poco di 24 ore fa una potente scossa di terremoto con epicentro a Bodrum, in Turchia, ha colpito sempre l'isola di Kos causando la morte di due turisti ed il ferimento di 500 persone.

23:17Mafia Capitale:Camera penale Roma, da Bindi più senso Stato

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Camera Penale di Roma auspica da parte della Presidente della Commissione antimafia, on.le Bindi, "un maggiore senso dello Stato. Riscontriamo con stupore le esternazioni dell'on. Bindi - informa un a nota - rispetto alla sentenza di primo grado del processo "mafia capitale", con cui si accusano i giudici del Tribunale di Roma di non essere idonei, perché non specializzati, a giudicare i reati contestati dalla Procura. Risulta palese, da parte del Presidente della Commissione Antimafia, la violazione del principio, costituzionalmente garantito, dell'indipendenza della magistratura dal potere politico. Lo stesso principio più volte invocato rispetto a sentenze gradite. Ecco perchè auspichiamo un maggiore senso dello Stato".

22:38Calcio: Genoa, slitta trattativa per acquisizione del club

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Potrebbe slittare di oltre un mese la cessione del Genoa. Le trattative, infatti, si fermerebbero fino alla fine del calciomercato, prima di riprendere a settembre. Sarebbe questo l'orientamento emerso nelle ultime ore. La decisione sarebbe stata presa insieme da Enrico Preziosi, proprietario del Genoa, e Giulio Gallazzi, presidente di Sri group, che si dice disposta ad acquisire il club ligure attraverso fondi stranieri. Prima sembrava che il termine ultimo delle trattative fosse stato fissato per fine luglio, adesso la decisione di far slittare la chiusura dell'affare a inizio settembre, quando si sarà già concluso il mercato estivo.

Archivio Ultima ora