Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

Pubblicato il 08 settembre 2016 da ansa

Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

CITTA’ DEL VATICANO. – Per volontà di papa Francesco doveva trattarsi del Giubileo “diffuso”, con Porte Sante diffuse in ogni diocesi e santuario del pianeta e la possibilità di “lucrare” l’indulgenza plenaria anche senza il tradizionale pellegrinaggio a Roma. Ciò non toglie che l’Anno Santo straordinario della Misericordia abbia ugualmente portato nella capitale della cristianità ingenti folle di fedeli da tutti e cinque i continenti.

A nove mesi esatti dall’apertura della Porta Santa di San Pietro, quindi più o meno ai tre quarti della durata di questo Giubileo della Misericordia voluto da papa Bergoglio, i fedeli giunti a Roma hanno superato i 15 milioni. Nel suo ultimo aggiornamento, che è del 3 settembre, il sito ufficiale dell’Anno Santo, coordinato dal Pontificio Consiglio per la Nuova evangelizzazione, dà infatti la cifra di 15.113.457 “partecipanti al Giubileo in Roma”, che conteggia i pellegrini di tutto il mondo registratisi online, giunti nella Città eterna per gli eventi giubilari e il passaggio della Porta Santa della Basilica vaticana.

Si parla, quindi, dei soli fedeli registrati (per passare la Porta di San Pietro questo è obbligatorio e bisogna prima ritirare il biglietto): non si tiene conto dei pellegrini magari giunti senza prenotarsi online e che hanno comunque partecipato agli eventi e alle preghiere in piazza o nelle altre basiliche papali romane.

A questo punto, tra l’altro, la cifra di venti milioni di pellegrini a fine Giubileo appare alla portata. Già in questo scorso fine settimana, il numero di arrivi è aumentato considerando il Giubileo del volontari e operatori di Misericordia e il grande evento della canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta con 120 mila persone in Piazza San Pietro.

Ma il corso dell’Anno Santo – snodo cruciale e qualificante del pontificato di Francesco, col valore della Misericordia posto come fondante per la Chiesa e per la presenza cristiana nel mondo – ha ancora tanto da offrire a Roma e alle folle dei partecipanti. Ci sono ancora le udienze giubilari, come quella di sabato prossimo, 10 settembre; dal 23 al 25 settembre è in programma il giubileo dei Catechisti; dal 7 al 9 ottobre il Giubileo mariano, con la veglia di sabato 8; domenica 16 ottobre il Papa canonizzerà in piazza altri sette nuovi santi, tra cui il suo amato e argentino “cura Brochero” (saranno tanti i pellegrini dal suo Paese, tra cui anche una delegazione ufficiale ai massimi livelli); sabato 22 ottobre altra udienza giubilare.

Si arriva infine ad alcuni degli eventi caratterizzanti proprio per l’idea di misericordia, di vicinanza agli ultimi e ai diseredati, che papa Francesco intende instillare nella Chiesa e in tutti i credenti, come vera e autentica eredità di questo Giubileo: domenica 6 novembre ci sarà a San Pietro il Giubileo dei carcerati, con detenuti provenienti da vari istituti di pena; dall’11 al 13 novembre, con la messa nella basilica domenica 13, il Giubileo dei senza fissa dimora, categoria alla quale, come anche a quella dei carcerati, papa Bergoglio presta continuamente le proprie attenzioni.

Si tratta dell’ultimo evento giubilare prima della chiusura dell’Anno Santo, in programma domenica 20 novembre con la messa in Piazza San Pietro e la chiusura della Porta Santa. E sul valore del perdono, della ricerca della misericordia di Dio, aspetti che in questo Anno ha coniugato in tutti gli aspetti che riguardano la vita dell’uomo, fino a quelli politici, sociali, internazionali, e ai rapporti con le altre religioni, il Papa insiste anche oggi con un tweet: “Dio si impietosisce sempre quando siamo pentiti”. Parola di Francesco.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

00:22Omicidio a Reggio Calabria, ucciso tabaccaio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 25 MAG - Un commerciante, Bruno Ielo, di 66 anni, titolare di una rivendita di tabacchi, è stato ucciso stasera in un agguato a Catona, frazione di Reggio Calabria. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, Ielo, mentre rientrava a casa alla guida del proprio scooter, sarebbe stato affiancato da un automezzo con a bordo almeno due persone che gli hanno sparato contro alcuni colpi di pistola. La morte del commerciante é stata istantanea. Ielo, nel momento dell'agguato, stava tornando a casa dopo avere chiuso la rivendita di tabacchi che gestiva nel quartiere Gallico. Il commerciante era preceduto in auto da una delle figlie. Tra le prime ipotesi avanzate dagli investigatori quella di un tentativo di rapina per sottrargli l'incasso della giornata. Ielo era armato ma non ha fatto in tempo a prendere la pistola per difendersi. Già lo scorso anno il commerciante aveva subito un tentativo di rapina ed anche in quell'occasione era stato fatto segno da alcuni colpi d'arma da fuoco.

23:53Moto:paura per Valentino Rossi, incidente in motocross

(ANSA) - RIMINI, 25 MAG - Paura per Valentino Rossi rimasto vittima di un incidente durante un allenamento in motocross nella pista di Cavallara. Nulla di grave comunque per il pilota di Tavullia che avrebbe rimediato un trauma cranico e toracico addominale. Valentino è cosciente e parla ma i medici dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini hanno comunque deciso di tenerlo in osservazione nel Reparto di rianimazione ma solo per motivi di privacy e riservatezza. Ci sono con lui i genitori.

23:05Moglie uccisa a bastonate,rinvio a giudizio per Cagnoni

(ANSA) - RAVENNA, 25 MAG - E' stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni, il dermatologo 52enne di Ravenna, accusato di aver ucciso a bastonate la moglie Giulia Ballestri,di 39 anni. Le ipotesi di reato formulate dalla procura sono omicidio pluriaggravato da premeditazione, crudeltà e dall'avere agito nei confronti del coniuge, e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Matteo Cagnoni é in carcere dal 19 settembre scorso, giorno del fermo a Firenze, con l'accusa di avere ucciso tre giorni prima a bastonate in una villa di famiglia di Ravenna, da tempo disabitata, la moglie. Secondo quanto contestato dai Pm Alessandro Mancini e Cristina D'Aniello sulla base delle indagini della polizia, la premeditazione sul delitto la si può dedurre in particolare da due elementi: sin dal 14 settembre Cagnoni aveva dato disposizione alla segreteria della clinica di Bologna dove prestava attività ambulatoriale, di annullare tutti gli appuntamenti per il 16, giorno del delitto.

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

Archivio Ultima ora