Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

Pubblicato il 08 settembre 2016 da ansa

Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

Giubileo: oltre 15 milioni di pellegrini giunti a Roma

CITTA’ DEL VATICANO. – Per volontà di papa Francesco doveva trattarsi del Giubileo “diffuso”, con Porte Sante diffuse in ogni diocesi e santuario del pianeta e la possibilità di “lucrare” l’indulgenza plenaria anche senza il tradizionale pellegrinaggio a Roma. Ciò non toglie che l’Anno Santo straordinario della Misericordia abbia ugualmente portato nella capitale della cristianità ingenti folle di fedeli da tutti e cinque i continenti.

A nove mesi esatti dall’apertura della Porta Santa di San Pietro, quindi più o meno ai tre quarti della durata di questo Giubileo della Misericordia voluto da papa Bergoglio, i fedeli giunti a Roma hanno superato i 15 milioni. Nel suo ultimo aggiornamento, che è del 3 settembre, il sito ufficiale dell’Anno Santo, coordinato dal Pontificio Consiglio per la Nuova evangelizzazione, dà infatti la cifra di 15.113.457 “partecipanti al Giubileo in Roma”, che conteggia i pellegrini di tutto il mondo registratisi online, giunti nella Città eterna per gli eventi giubilari e il passaggio della Porta Santa della Basilica vaticana.

Si parla, quindi, dei soli fedeli registrati (per passare la Porta di San Pietro questo è obbligatorio e bisogna prima ritirare il biglietto): non si tiene conto dei pellegrini magari giunti senza prenotarsi online e che hanno comunque partecipato agli eventi e alle preghiere in piazza o nelle altre basiliche papali romane.

A questo punto, tra l’altro, la cifra di venti milioni di pellegrini a fine Giubileo appare alla portata. Già in questo scorso fine settimana, il numero di arrivi è aumentato considerando il Giubileo del volontari e operatori di Misericordia e il grande evento della canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta con 120 mila persone in Piazza San Pietro.

Ma il corso dell’Anno Santo – snodo cruciale e qualificante del pontificato di Francesco, col valore della Misericordia posto come fondante per la Chiesa e per la presenza cristiana nel mondo – ha ancora tanto da offrire a Roma e alle folle dei partecipanti. Ci sono ancora le udienze giubilari, come quella di sabato prossimo, 10 settembre; dal 23 al 25 settembre è in programma il giubileo dei Catechisti; dal 7 al 9 ottobre il Giubileo mariano, con la veglia di sabato 8; domenica 16 ottobre il Papa canonizzerà in piazza altri sette nuovi santi, tra cui il suo amato e argentino “cura Brochero” (saranno tanti i pellegrini dal suo Paese, tra cui anche una delegazione ufficiale ai massimi livelli); sabato 22 ottobre altra udienza giubilare.

Si arriva infine ad alcuni degli eventi caratterizzanti proprio per l’idea di misericordia, di vicinanza agli ultimi e ai diseredati, che papa Francesco intende instillare nella Chiesa e in tutti i credenti, come vera e autentica eredità di questo Giubileo: domenica 6 novembre ci sarà a San Pietro il Giubileo dei carcerati, con detenuti provenienti da vari istituti di pena; dall’11 al 13 novembre, con la messa nella basilica domenica 13, il Giubileo dei senza fissa dimora, categoria alla quale, come anche a quella dei carcerati, papa Bergoglio presta continuamente le proprie attenzioni.

Si tratta dell’ultimo evento giubilare prima della chiusura dell’Anno Santo, in programma domenica 20 novembre con la messa in Piazza San Pietro e la chiusura della Porta Santa. E sul valore del perdono, della ricerca della misericordia di Dio, aspetti che in questo Anno ha coniugato in tutti gli aspetti che riguardano la vita dell’uomo, fino a quelli politici, sociali, internazionali, e ai rapporti con le altre religioni, il Papa insiste anche oggi con un tweet: “Dio si impietosisce sempre quando siamo pentiti”. Parola di Francesco.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

10:18Gerusalemme: Netanyahu, per pace riconoscere realtà

(ANSA) - BRUXELLES, 11 DIC - "Quanto il presidente Trump ha fatto è mettere i fatti sul tavolo per quello che sono. La pace è basata sul riconoscimento della realtà. E che Gerusalemme sia la capitale è evidente per tutti". Così il premier israeliano Benjamin Netanyahu arrivando al consiglio affari esteri europeo, invita a dare "una possibilità alla pace" col tentativo dell'amministrazione Usa. "E' tempo che i palestinesi riconoscano che lo stato ebraico e che Gerusalemme è la sua capitale".

09:49Venezuela: Maduro vince comunali, ma senza opposizione

(ANSA) - CARACAS, 11 DIC - Il partito socialista di Nicolas Maduro ha stravinto alle elezioni municipali nella maggior parte delle città del paese, anche se sul voto ha pesato il boicottaggio di quasi tutta l'opposizione. Lo stesso capo dello stato, durante un comizio in cui ha annunciato il suo trionfo, ha avvertito che "i partiti che non hanno partecipato al voto non potranno farlo più e scompariranno dalla mappa politica". Quindi di fatto li ha estromessi dalle presidenziali del prossimo anno.

09:41Birmania:stupri su donne Rohingya metodici, indagine

(ANSA) - UKHIA (BANGLADESH), 11 DIC - Gli stupri di donne Rohingya da parte dell'esercito birmano sono stati radicali e metodici. Lo rivela un'indagine condotta dall'Associated Press intervistando 29 tra donne e ragazze fuggite nel vicino Bangladesh. Le vittime delle violenze sessuali hanno tra i 13 e i 35 anni.

06:47Kashmir: giornalista francese arrestato da polizia India

NEW DELHI - Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, e' stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di uno di tipo business stava pero' realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.

06:42Corea Nord: manovre anti-missile di Seul, Tokyo e Usa

PECHINO - Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici, nel mezzo delle tensioni legate alla minaccia balistica e nucleare di Pyongyang. Il teatro delle operazioni, ha reso noto il Comando di Stato maggiore di Seul, sono le acque tra la penisola coreana e il Giappone.

06:33Molestie: Haley, ascoltare donne che accusano Trump

NEW YORK - Le donne che hanno accusato Donald Trump di molestie sessuali dovrebbero essere ascoltate: la sorprendente affermazione arriva da uno dei pilastri della stessa amministrazione Trump, Nikki Haley, ambasciatrice americana all'Onu. Haley rompe cosi' con la posizione della Casa Bianca, secondo cui le accuse al tycoon sono false e vanno archiviate.

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

Archivio Ultima ora