Pensionati, un accorato appello dal Venezuela

Pubblicato il 09 settembre 2016 da redazione

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

La lettera della signora Carla Antonietta si aggiunge ad altre già pubblicate dal nostro Giornale. E’ vero che l’Italia non è responsabile della crisi economica e istituzionale che vive oggi il Venezuela; lo è anche che il governo italiano non è chiamato a risolvere i problemi di inflazione, mancanza di generi alimentari e medicine del Venezuela, ma sì lo è assicurare una vita degna a tutti i suoi cittadini, quelli che vivono nella Madrapatria e quelli che risiedono all’estero.

Il problema dei nostri pensionati ha una sola soluzione: definire immediatamente il tasso di cambio per i calcoli dell’Inps, così come il ministero degli Esteri ha fatto per il pagamento dei servizi consolari. In questo caso, si assicurerebbe una vecchiaia degna ai connazionali. Se si attende oltre non vi sarà più bisogno di una decisione perché non vi saranno più pensionati.

Carta pública a todos los responsables de administrar el gobierno italiano

yo, Carla Antonieta Citton Fiorillo hija de Ida María Fiorillo Iannotta, nacida en Gioia Sannitica provincia de Caserta (Italia) y residente en Venezuela desde el año 1951, me dirijo a uds, responsables de velar por los derechos de todos los italianos sobre todo ancianos en el mundo, para que de una vez por todas definan la tasa de cambio que han de tomar para el pago de las pensiones de miles de italianos ancianos residentes en Venezuela que desde hace más de un año están viviendo desolación y miseria, puesto que entre el gobierno italiano, el Inps y el venezolano no se ponen de acuerdo con respecto a que tasa de cambio deben definir para el pago de las pensiones.

Mucho se ha hablado, inclusive el diputado Porta llevó una resolución al Parlamento que fue aprobada en referencia a este tema y la respuesta es que se está estudiando la problemática. Señores por Dios, nuestros viejitos no pueden esperar que uds comodamente se pongan de acuerdo algún día. Ellos ameritan cuidados especiales como el caso de mi madre que sufre de alzheimer, donde comprar un medicamento es casi imposible, cancelar honorarios médicos debido a su situación no solo de enfermedad cognitiva sino que tiene fractura de femur etc y como ella cientos. ¿Es justa esta situación?.

Uds han hablado de crisis humanitaria en Venezuela pero no se acuerdan que más de 3.000 italianos que residen en este país están sufriendo hambre y miseria. No es solo hablar, es actuar. Si soy fuerte con mis palabras es porque la paciencia se acaba cuando no se consiguen alimentos y cuando no hay dinero para adquirirlos.

Yo deseo darle una mejor calidad de vida a mi madre que me lo dió todo. Ella con su pensión y mi jubilación vivía bien, pero ahora estamos casi en la indigencia. Esto no es posible por personas que lo dieron todo en su vida. La burocracia debe terminar. Es menester ponerse la mano en el corazón y solucionar a la brevedad esta situación que es al final de cuenta responsabilidad de uds porque estos miles de ancianos que viven en Venezuela desean terminar los últimos años que les queda de vida dignamente.

Espero que en algo contribuyan estas palabras y muevan el piso de más de un diputado para que les den de regalo de fin de año a nuestros viejitos su pensión regular y justa.

Reciban un cordial saludo.

Lic. Carla Citton Fiorillo
C.I. 9.008.523
Los Teques, Estado Miranda
celular. 04129707854

Ultima ora

10:33Attacco Londra: Bbc, sette arresti in diversi raid

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Sono almeno sette, secondo quanto riporta il sito della BBc, i fermi effettuati dalla polizia nei raid legati all'attacco di ieri a Westminster. Secondo la Cnn, i sette arresti sarebbero stati compiuti in almeno sei diversi indirizzi in varie località del Paese.

09:59Attacco Londra: premier Cina, insieme contro il terrorismo

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Il premier cinese Li Keqiang ha detto che l'attacco avvenuto a Londra davanti a Westminster, con vittime e feriti, è stato il primo tema di discussone nell' incontro avuto questa mattina col premier australiano Malcolm Turnbull. "Insieme inviamo le condoglianze al premier britannico, insieme condanniamo il terrorismo e insieme ci schieriamo contro tutte le forme di terrorismo", ha detto Li, a Canberra in visita ufficiale. "Non ci può essere un'instabilità continua nel mondo, ma dobbiamo apprezzare pace e stabilità", ha aggiunto.

09:52Corea Sud: riportato in superficie scafo traghetto Sewol

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Lo scafo del traghetto sudcoreano Sewol, affondato ad aprile 2014 al largo dell'isola di Jindo, è riaffiorato questa mattina in superficie, come primo passo delle attività di sollevamento e stabilizzazione dello scafo di 6.825 tonnellate, finito sul fondale a 44 metri di profondità. Il governo di Seul ha reso noto che le operazioni finiranno con ogni probabilità nella notte: il relitto sarà trasportato nel porto di Mokpo per permettere il riconoscimento degli ultimi dispersi (ufficialmente 9) e ricostruire le cause della tragedia, la peggiore del suo genere nella storia della Corea del Sud, in cui morirono 295 persone, quasi tutti studenti in gita. L'operazione ha un costo di 85,1 miliardi di won (72 milioni di dollari) ed è guidata da un consorzio cinese capeggiato da Shanghai Salvage, un'azienda statale. I sommozzatori hanno finora lavorato all'iniezione di aria nello scafo e alla sistemazione di grandi boe di galleggiamento.

09:47Attacco Londra: media, raid polizia a Birmingham

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Reparti della polizia britannica hanno condotto nella notte un raid in un appartamento al piano di sopra di un negozio poco ad ovest del centro della città di Birmingham, attorno al quale le strade sono rimaste chiuse per diverse ore. Lo riferisce il quotidiano the Guardian nel suo sito online, notando che ieri sera la Bbc aveva reso noto che il suv usato per l'attacco, un Hyundai i40, potrebbe essere stato noleggiato a Birmingham. Secondo altre fonti, almeno una persona sarebbe stata arrestata.

01:25Accoltella e investe immigrato, indagini su matrice razziale

(ANSA) - RIMINI, 22 MAR - Un riminese è stato fermato questa sera dalla polizia di Stato per il tentato omicidio di un immigrato. Il fatto sarebbe accaduto davanti ad un supermercato: l'italiano lo ha prima preso a pugni, poi l'ha accoltellato e infine, quando lo straniero ha tentato la fuga, lo ha investito con l'auto. Il giovane è in prognosi riservata all'ospedale, mentre il riminese è stato rintracciato poco dopo dalla polizia di Stato e portato in Questura, dove è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Accertamenti sono in corso per appurare se il gesto violento abbia una matrice razziale.

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

Archivio Ultima ora