Pensionati, un accorato appello dal Venezuela

Pubblicato il 09 settembre 2016 da redazione

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

Pubblichiamo l’accorato appello di una connazionale che, come tante famiglie italo-venezuelane, vive sulla soglia dell’indigenza a causa di una definizione del tasso di cambio da impiegare nel calcolo delle pensioni.

La lettera della signora Carla Antonietta si aggiunge ad altre già pubblicate dal nostro Giornale. E’ vero che l’Italia non è responsabile della crisi economica e istituzionale che vive oggi il Venezuela; lo è anche che il governo italiano non è chiamato a risolvere i problemi di inflazione, mancanza di generi alimentari e medicine del Venezuela, ma sì lo è assicurare una vita degna a tutti i suoi cittadini, quelli che vivono nella Madrapatria e quelli che risiedono all’estero.

Il problema dei nostri pensionati ha una sola soluzione: definire immediatamente il tasso di cambio per i calcoli dell’Inps, così come il ministero degli Esteri ha fatto per il pagamento dei servizi consolari. In questo caso, si assicurerebbe una vecchiaia degna ai connazionali. Se si attende oltre non vi sarà più bisogno di una decisione perché non vi saranno più pensionati.

Carta pública a todos los responsables de administrar el gobierno italiano

yo, Carla Antonieta Citton Fiorillo hija de Ida María Fiorillo Iannotta, nacida en Gioia Sannitica provincia de Caserta (Italia) y residente en Venezuela desde el año 1951, me dirijo a uds, responsables de velar por los derechos de todos los italianos sobre todo ancianos en el mundo, para que de una vez por todas definan la tasa de cambio que han de tomar para el pago de las pensiones de miles de italianos ancianos residentes en Venezuela que desde hace más de un año están viviendo desolación y miseria, puesto que entre el gobierno italiano, el Inps y el venezolano no se ponen de acuerdo con respecto a que tasa de cambio deben definir para el pago de las pensiones.

Mucho se ha hablado, inclusive el diputado Porta llevó una resolución al Parlamento que fue aprobada en referencia a este tema y la respuesta es que se está estudiando la problemática. Señores por Dios, nuestros viejitos no pueden esperar que uds comodamente se pongan de acuerdo algún día. Ellos ameritan cuidados especiales como el caso de mi madre que sufre de alzheimer, donde comprar un medicamento es casi imposible, cancelar honorarios médicos debido a su situación no solo de enfermedad cognitiva sino que tiene fractura de femur etc y como ella cientos. ¿Es justa esta situación?.

Uds han hablado de crisis humanitaria en Venezuela pero no se acuerdan que más de 3.000 italianos que residen en este país están sufriendo hambre y miseria. No es solo hablar, es actuar. Si soy fuerte con mis palabras es porque la paciencia se acaba cuando no se consiguen alimentos y cuando no hay dinero para adquirirlos.

Yo deseo darle una mejor calidad de vida a mi madre que me lo dió todo. Ella con su pensión y mi jubilación vivía bien, pero ahora estamos casi en la indigencia. Esto no es posible por personas que lo dieron todo en su vida. La burocracia debe terminar. Es menester ponerse la mano en el corazón y solucionar a la brevedad esta situación que es al final de cuenta responsabilidad de uds porque estos miles de ancianos que viven en Venezuela desean terminar los últimos años que les queda de vida dignamente.

Espero que en algo contribuyan estas palabras y muevan el piso de más de un diputado para que les den de regalo de fin de año a nuestros viejitos su pensión regular y justa.

Reciban un cordial saludo.

Lic. Carla Citton Fiorillo
C.I. 9.008.523
Los Teques, Estado Miranda
celular. 04129707854

Ultima ora

10:23G7: Donald Trump arriva con oltre mezz’ora di ritardo

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha raggiunto i colleghi del G7 e dei paesi africani al San Domenico Palace di Taormina con oltre mezz'ora di ritardo, nella seconda giornata di lavori. Gli altri leader erano già nella sala pronti a cominciare le discussioni.

10:19Truffavano antiquari e collezionisti, venti denunce

(ANSA) - TORINO, 27 MAG - Murate all'interno di una villa, nel Vercellese, c'erano opere pittoriche attribuite a Van Dyck e Guido Reni. A scoprirle sono stati i carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino, che hanno denunciato per truffa aggravata 20 persone. L'organizzazione criminale è stata sgominata nell'ambito delle attività che i militari del nucleo hanno effettuato nel 2016. E che hanno portato alla denuncia di 77 persone (+97,4% rispetto al 2015) e al sequestro di 3.470 beni antiquari, archivistici e librari (+28%). Tra questi ultimi anche un antico libro di preghiere, 'Modus Orandi Deum', acquistato via web da un professore di storia dell'arte dell'università svedese di Lunds. Il docente si è accorto che il libro aveva il timbro della Biblioteca Reale di Torino, da dove era stato rubato nel 2012. Le investigazioni hanno consentito di scoprire la filiera della provenienza del libro fino ad arrivare ad un noto antiquario di Torino. Nel suo magazzino sono stati trovati molti documenti provento di furto.(ANSA).

10:19G7: Gentiloni, serve una partnership forte con Africa

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - "Già Taormina e la Sicilia già dice quanto è importante per noi il rapporto con l'Africa, ci troviamo nel cuore del Mediterraneo e oggi la discussione con l'Africa si concentra sull'esigenza di partnership a tutto campo tra G7, organismi internazionali e paesi africani con l'obiettivo d'innovazione e sviluppo del capitale umano". Così il premier Paolo Gentiloni aprendo la sessione outreach con i paesi africani ospiti al vertice.

10:18Attentato incendiario contro sindaco sardo, bruciata auto

(ANSA) - CAGLIARI, 27 MAG - Ancora attentati e intimidazioni ai danni dei sindaci della Sardegna. Dopo la busta con quattro cartucce inviata ieri al primo cittadino di Siniscola (Nuoro), Gian Luigi Farris, durante la notte è stata presa di mira la sindaca di Villacidro, Marta Cabriolu, comune del Campidano. E' stata incendiata la sua auto, una Ford Fiesta, che era parcheggiata poco distante dall'abitazione. Il fatto alle 2:30 in via della Libertà. Le fiamme hanno avvolto il cofano e il vano motore. Alcuni vicini si sono accorti dell'incendio e hanno fatto scattare l'allarme e sono anche intervenuti per domare le fiamme. Sul posto sono giunti i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Villacidro e i vigili del fuoco di Sanluri. L'auto è stata gravemente danneggiata. I pompieri, a quanto pare, non avrebbero trovato evidenti tracce di acceleranti ma il rogo dell'auto, che è nuova, è di natura dolosa. I carabinieri, coordinati dal cap. Valerio Cadeddu,hanno avviato le indagini non semplici, nel paese non ci sono telecamere. (ANSA).

10:17G7: Gurria, Pil Italia accelera, fiduciosi su banche

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - "C'è ripresa, c'è crescita positiva con un 2017 meglio del 2016, credo l'accordo con l'Ue su Mps sia vicino a conclusione e ora tocca alle venete". Lo dice in un'intervista all'ANSA Angel Gurrìa, segretario generale dell'Ocse, a margine del G7. "Credo che l'Italia vada nella giusta direzione, naturalmente c'è una questione politica sul quando avremo le prossime elezioni e naturalmente il risultato. Ma questa è una cosa che avviene in tutti i Paesi, non solo in Italia", aggiunge Gurria.(ANSA).

10:12Giro: 20/a tappa, da Pordenone a Asiago, 190 km

(ANSA) - PORDENONE, 26 MAG - La 20/a e penultima tappa del 100/o Giro d'Italia, in programma oggi, si disputa tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto, dalla provincia di Pordenone, a quelle di Treviso, Belluno e Vicenza, su un percorso di 190 km. E sarà molto probabilmente la gara decisiva di questo Giro, che da ieri vede al comando della classifica generale il colombiano Nairo Quintana. Ma Dumoulin, Nibali e Pinot sono a una manciata di secondi. Il via da Pordenone; l'arrivo ad Asiago. Percorso in pianura per un centinaio di km. Poi la salita del Montegrappa, lunga 24,2 km, con un dislivello di 1.287 metri, una pendenza media del 5,3 %, massima dell'11. La discesa è molto lunga e impegnativa (26 km), con numerosi tornanti su strada di media larghezza. Si affronterà quindi l'ultima salita a Foza dove. E' una salita lunga 14 km, con un dislivello di 937 metri, una pendenza media del 6,7 %, massima dell'11. I corridori arriveranno a quota 1.086, prima della discesa con diversi tornanti.

09:55Basket: playoff, Venezia-Avellino 73-80

(ANSA) - VENEZIA, 26 MAG - Reyer Venezia sconfitta in casa da Avellino 73-80 (21-21, 32-32, 49-55) in gara-1 delle semifinali scudetto della serie A di basket. Il segreto della squadra di Sacripanti sono le individualità, con Ragland (miglior realizzatore con 20 punti) ben affiancato da Randolph, 13 punti, buona parte dei quali nel terzo quarto, in cui Avellino ha incanalato il match dopo un primo tempo in sostanziale equilibrio, con nessuna delle due squadre capace di scavare un solco maggiore ai quattro punti. Ma anche i lunghi hanno fatto sentire il loro peso: Avellino ha dominato a rimbalzo (33 a 24). E vanno segnalati anche i sei recuperi di Green, importantissimo nella fase in cui, in avvio di ultimo periodo, Avellino ha portato il vantaggio in doppia cifra. L'unico di Venezia ad esprimersi sui suoi livelli è stato Peric (18 punti), con qualche fiammata di Tonut. McGee e Bramos, mentre sono mancati i punti di Haynes (fermo ad 8). Si torna in campo domenica, di nuovo al Taliercio.

Archivio Ultima ora