Moto: a Misano Rossi sesto con polemica, Iannone brutto ko

Pubblicato il 09 settembre 2016 da ansa

Il fermo immagine mostra Valentino Rossi mentre fa il dito medio ad Aleix Espargaro durante la prove del Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini sulla pista di Misano, 09 settembre 2016. ANSA/FERMO IMMAGINE MOTOGP.COM

Il fermo immagine mostra Valentino Rossi mentre fa il dito medio ad Aleix Espargaro durante la prove del Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini sulla pista di Misano, 09 settembre 2016.
ANSA/FERMO IMMAGINE MOTOGP.COM

ROMA. – Pol Espargaro è stato il più veloce nella prima giornata di prove libere, nel Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini, durante la quale è successo di tutto. Anzi, di più. Sulla pista di Misano, infatti, non sono mancate polemiche, cadute e duelli all’ultimo millesimo di secondo.

Alla fine l’ha spuntata, in sella a una Yamaha Tech3, lo spagnolo, che ha firmato un ottimo 1’32″769, precedendo il connazionale della Honda, Daniel Pedrosa, e Andrea Dovizioso (Ducati). Quarto Jorge Lorenzo su Yamaha, quinta la Honda di Marc Marquez, davanti alla seconda Yamaha ufficiale condotta Valentino Rossi, che accusa un distacco di 6 decimi da Espargaro, e precede a sua volta Cal Crutchlow.

Nelle prove del mattino il più veloce era stato proprio Rossi, che ha firmato un eccellente 1’33″451, più veloce di 136 millesimi rispetto a Espargaro e di 0″262 su Maverick Vinales. Solo quarto Marc Marquez (+0″278 da Rossi). Il ‘Dottore’ è stato protagonista di un gesto poco elegante nel confronti del fratello di Espargaro, Aleix, pilota della Suzuki, esibendo un dito medio a favore di telecamere e all’indirizzo dello spagnolo, dal quale sarebbe stato ostacolato durante la seconda sessione di prove libere.

“Non capisco Aleix, non lo capisco proprio, non so cos’avesse in mente – le parole di Valentino -: mi ha visto arrivare, mi ha guardato, quindi è rimasto in mezzo. Non so se l’abbia fatto apposto, non l’ho capito proprio; con lui c’era anche Vinales, ma non ostacolava. Io gli ho detto delle cose e lui mi ha mandato a quel paese. Capita”.

Sull’esito delle prove, Rossi si è detto “soddisfatto”. “Ero veloce con le gomme dure – ha ammesso – anche se, nella sessione pomeridiana, mi sono trovato in difficoltà. Poi, con le gomme morbide, è andata meglio”.

E’ andata peggio, invece, al leader della classifica mondiale, Marc Marquez, ma soprattutto ad Andrea Iannone, entrambi a terra. Il pilota della Ducati è finito nelle vie di fuga, pochi minuti dopo il via della sessione di prove. Il pilota abruzzese è stato portato in ospedale, a Cesena, per essere sottoposto a una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione vertebrale: solo domani si saprà se può essere al via o meno, oppure se deve dare forfait a Misano e ad Aragon, nell’appuntamento mondiale di fine mese.

Il responsabile medico della Dorna, a dire il vero, ha dato il via libera a Iannone già per questo Gp; la decisione spetterà quindi a lui e alla scuderia entro domani mattina. “Il suo umore non è dei migliori – ha ammesso Thomas, dopo il ritorno di Iannone nel paddock di Misano – ma è ben comprensibile dopo il calvario di queste ore”. Nella Moto 2, Takaaki Nakagami è stato il più veloce, 1’38″307, nella Moto 3 Enea Bastianini (Gresini racing) non ha avuto rivali, girando in 1’42″805.

Ultima ora

13:06Scherma: Mondiali, spadiste eliminate

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Si ferma agli ottavi di finale il cammino dell'Italia della prova di spada a squadre femminile ai Mondiali di scherma di Lipsia. Le azzurre sono state infatti sconfitte 37-26 dagli Stati Uniti.

13:02Calcio:Ancelotti, Vidal? Ho detto a Inter di lasciar perdere

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "Vidal rimane con noi. Ho già detto agli amici Sabatini e Spalletti di lasciar perdere". Carlo Ancelotti chiude le porte all'Inter per Arturo Vidal. Domani il club nerazzurro sfiderà il Bayern Monaco nell'International Champions Cup. "Sarà una partita importante - dice Ancelotti - in questo contesto possiamo giocare in modo organizzato. L'Inter ha un nuovo allenatore che ha tanta esperienza".

13:02Calcio: moglie Cassano, non voleva stravolgerci la vita

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Antonio semplicemente non voleva stravolgerci la vita, far cambiare tutto a me e ai bimbi". La moglie di Antonio Cassano, Carolina Marcialis, racconta così gli ultimi tormenti di Fantantonio che ha annunciato l'addio al Verona, squadra a cui si era appena legato, e al calcio. E per "tutto" - scrive il settimanale - la pallanuotista intende la casa di Nervi, la scuola dei figli, e anche la voglia di riscossa professionale della stessa Marcialis, che dopo l'annata a Genova in serie A2 era entrata nel mirino del Rapallo (A1). "Ma io sono la prima che lo appoggia in qualsiasi scelta - sottolinea -: anche se ci fosse da andare in Cina lo seguirei con i bimbi. Mi ambiento ovunque. L'importante è essere uniti: per il resto possiamo andare in capo al mondo". Proprio la signora Cassano - ricostruisce Oggi - aveva in un primo tempo convinto il giocatore a fare marcia indietro sull'addio al Verona, raggiungendo Primiero, dove si allenava.

12:57Migranti:in codice per ong anche impegno a recuperare motori

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - C'è anche l'impegno a recuperare, "una volta soccorsi i migranti e nei limiti del possibile", le imbarcazioni improvvisate ed i motori usati dai trafficanti di uomini, nel Codice di condotta proposto ieri dal Viminale alle ong. Si tratta complessivamente di 13 punti e la mancata sottoscrizione del documento o l'inosservanza degli impegni previsti "può comportare - si legge - l'adozione di misure da parte delle autorità italiane nei confronti delle relative navi, nel rispetto della vigente legislazione internazionale e nazionale, nell'interesse pubblico di salvare vite umane, garantendo nel contempo un'accoglienza condivisa e sostenibile dei flussi migratori". Tra gli altri impegni chiesti alle navi umanitarie c'è quello di attestare l'idoneità tecnica per le attività si soccorso. In particolare, viene chiesto alle ong di avere a bordo "capacità di conservazione di eventuali cadaveri".

12:53‘Respingere i ricorsi su relocation dei migranti’

(ANSA) - BRUXELLES, 26 LUG - La Corte di Giustizia Ue deve "respingere i ricorsi di Slovacchia e Ungheria" contro il meccanismo di ricollocamento provvisorio obbligatorio dei richiedenti asilo da Italia e Grecia. E' questo il parere dell'avvocato generale Yves Bot, secondo cui il meccanismo contribuisce realmente e in modo proporzionato a far sì che la Grecia e l'Italia possano far fronte alle conseguenze della crisi migratoria del 2015". Nella maggior parte dei casi la Corte accoglie i pareri degli avvocati generali. (ANSA).

12:53Striscione di Fn su sede Arcigay Rimini contro Summer Pride

(ANSA) - RIMINI, 26 LUG - Stelle filanti, ghirlande, schiuma e coriandoli e uno striscione con la scritta "La vostra sfilata è una carnevalata". Così la sezione locale di Forza Nuova ha deciso di contestare il Rimini Summer Pride in programma nei prossimi giorni. Lo striscione è stato affisso all'alba all'ingresso dell'ex seminario di via Covignano dove ha sede l'Arcigay riminese. "Siamo l'unico movimento a chiedere senza timori che queste carnevalate siano proibite e che amministrazione comunale ed istituzioni pensino a privilegiare innanzitutto le famiglie riminesi ed i loro bambini, ovvero il futuro della nostra patria", ha spiegato Mirco Ottaviani, responsabile regionale Forza Nuova, criticando anche la presenza in testa alla sfilata di sabato del sindaco Andrea Gnassi. "Sabato prossimo assisteremo all'ennesima carnevalata fuori stagione - ha aggiunto - una giornata all'insegna della volgarità e della perversione che segue un sentiero senza uscita verso la distruzione della famiglia, cellula fondamentale di ogni società". (ANSA).

12:51Vitalizi: norme Fornero su età da prossima legislatura

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Dalla prossima legislatura i criteri anagrafici per la pensione dei parlamentari saranno quelli della legge Fornero. Lo prevede l'emendamento della commissione alla pdl Richetti approvato dall'Aula della Camera. Oggi il vitalizio viene maturato al compimento del sessantacinquesimo anno di età. L'adeguamento alla legge Fornero comporterà un aumento dei requisiti anagrafici richiesti per l'accesso all'assegno mensile.

Archivio Ultima ora