Snowden volta spalle a russi, sono dietro a spionaggio Usa

(ANSA) – ROMA, 10 SET – Edward Snowden volta le spalle alla Russia, dove si è rifugiato, accusandola di essere dietro agli ultimi episodi di hackeraggio al sistema di sicurezza degli Stati. L’informatico americano, ex dipendente della Nsa, che rivelo’ dettagli di programmi di sorveglianza di massa di Usa e Gran Bretagna, e che per questo è considerato un traditore da molti in patria, in un’intervista al Financial Times ha assicurato di essere ancora fedele al suo Paese e di non avere contatti con le autorità russe. Snowden ha parlato dello spionaggio informatico del mese scorso ad opera di un gruppo di hacker ‘Shadow Brokers’, per trafugare i codici segreti della Nsa. “Non mi sembra opera da spie, ma suona come avvertimento”, per dimostrare la vulnerabilità degli Usa, “e l’opinione diffusa dice ci siano dietro russi”, ha detto Snowden, assicurando di “non avere molti contatti con la Russia, perché penso ancora di andarmene”.

Condividi: