Referendum: Guerini, non è congresso del Pd

(ANSA) – CATANIA, 11 SET – “Non carichiamo il referendum di temi interni al partito. Siamo quasi gli unici a fare i congressi in questo Paese: avremo modo di confrontarci lì, perché avremo il congresso il prossimo anno. Lì ci si confronterà sulla leadership e le prospettive per il Paese”. Lo dice il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, nel corso di una lezione a Classe Dem, la scuola di formazione politica del Pd. “Il Pd faccia questo ultimo passo con la consapevolezza che l’abbiamo votata e sarebbe paradossale se si dividesse ancora una volta sulla base di una tentazione che il Pd – e prima il centrosinistra – ha sempre subito, di dividersi prima del passaggio decisivo. Abbiamo l’occasione di vincere il diritto di veto che in questo Paese blocca qualsiasi cosa. Berlusconi che fa saltare il tavolo non è un inedito: aveva già fatto saltare il tavolo della bicamerale. Questa volta il Pd il diritto di veto non l’ha subito ma non per arroganza, per consapevolezza della propria responsabilità”, sottolinea Guerini.

Condividi: