Renzi: apertura totale a Italicum, ma stop a fango delle correnti

Pubblicato il 12 settembre 2016 da ansa

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi durante il suo intervento alla chiusura alla Festa dell'Unità a Catania, 11 settembre 2016. ANSA/ UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI/ TIBERIO BARCHIELLI

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi durante il suo intervento alla chiusura alla Festa dell’Unità a Catania, 11 settembre 2016. ANSA/ UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI/ TIBERIO BARCHIELLI

CATANIA. – Conferma la “disponibilità totale” a parlare di modifiche alla legge elettorale: “Fate le vostre proposte, faremo la nostra”. Ma nel chiudere la Festa nazionale dell’Unità, Matteo Renzi riserva parole di fuoco alla sinistra Pd e “all’esperto di passato” Massimo D’Alema.

E a chi minaccia di votare No al referendum costituzionale se l’Italicum non cambierà, dice: “Alcuni leader del passato vorrebbero fregarci il futuro con risse interne quotidiane. Ma non ci faremo trascinare nella guerra del fango delle correnti”, sillaba il premier.

Ma i suoi toni fanno insorgere la minoranza. “Ad oggi voto No”, dice Roberto Speranza, ‘delfino’ di Bersani. E Gianni Cuperlo avverte che la rottura è un “rischio concreto”.

Renzi spiega di aver scelto di organizzare per la prima volta al Sud la festa nazionale dell’Unità per abbattere “sterili luoghi comuni” e valorizzare la “straordinaria forza inespressa” del Meridione. Cita gli illustri siciliani Archimede, Bartolo, La Pira e il “punto di riferimento per autorevolezza” Sergio Mattarella.

E non si fa scomporre né dai contestatori isolati che vociano dal pubblico (un insegnante, un sostenitore del ponte sullo stretto…), né dalle proteste che inducono le forze dell’ordine a blindare Catania e che poi sfociano in scontri con due fermati: “Svolgiamo una funzione sociale per i contestatori…”, scherza, ma chi “spacca tutto nega il futuro”.

La platea, che complice anche la pioggia si riempie solo alla fine, esplode in applausi nei passaggi sferzanti per gli avversari. “Tenetevi le vostre camicie verdi e lasciate le magliette della polizia, a cui avevate bloccato i contratti, a chi è degno di portarle”, dice a Matteo Salvini. “Il M5s è diventato il Partito 5 stelle. Si sono chiusi nelle loro stanze e se le stanno dando di santa ragione”, dice ai grillini.

Ma al Pd – in platea, accanto al marito Dario Franceschini, c’è Michela De Biase, capogruppo in Comune – chiede di “non attaccare Virginia Raggi, per rispetto degli elettori”. E ancora, toni accesi sull’Europa: “Hollande e Tsipras sono venuti sulle nostre posizioni – rivendica – Basta con austerity e tesi ardite del fiscal compact. Le regole non sono un totem se c’è chi non arriva a fine mese”.

Ma è il referendum il cuore del discorso, il “bivio tra futuro e palude” in vista del quale Renzi vuol mobilitare il Pd per il Sì. Ci tiene, il premier, a ricordare che la riforma è “iscritta nella storia del Pd”, dal Pci al Pds. E lo rinfaccia a Massimo D’Alema, citando (con tanto di imitazione) un passaggio di un libro del ’95 in cui l’ex premier difendeva il superamento del bicameralismo perfetto.

Con D’Alema la frattura è insanabile (“Ha detto che la segreteria del Pd vieta di leggere libri. Ma io il suo l’ho letto e lo consiglio perché in realtà è scritto da Velardi e Cuperlo, D’Alema ci ha messo solo la firma”). Ma con il resto della minoranza il leader Dem rivendica di essere stato aperto all’ascolto: “Mi hanno chiesto di non personalizzare? Ho smesso. E ho detto che la legislatura ha una vita a sé, che non parliamo più del governo” e di quel che avverrebbe in caso di vittoria del No.

Anche sulla legge elettorale “abbiamo detto che siamo pronti a discuterne. C’e’ bisogno però che gli altri facciano proposte, noi facciamo le nostre”, dice. Ma poi avverte che minacciare il No fa solo male al Pd: “A chi vuole trasformare il referendum nel congresso, diciamo: se hanno i voti vincano il congresso. Li aspetto. Noi non ci faremo trascinare nella guerra del fango al nostro interno (e neanche al nostro esterno) da chi dimentica che fuori di qui non ci sono le magnifiche sorti progressive, ma destra e populismi”.

In platea, a rappresentare la minoranza Dem, ci sono Roberto Speranza e Nico Stumpo. E la reazione è immediata: non c’è, afferma l’ex capogruppo, l’apertura “concreta” auspicata sulle modifiche all’Italicum. Speranza è pronto a ricredersi, ma “allo stato delle cose il mio voto al referendum è No”. Gli fa eco Miguel Gotor: “Farò campagna per il No”. E Gianni Cuperlo, che ha cercato di tenere un profilo da mediatore, avverte il premier: “Non c’è volontà di ascolto reale. E non è ciò che oggi ci serve di fronte ai rischi concreti di una rottura”.

(dell’inviato Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

11:48Maltempo: neve sopra i 1.500 mt, chiuso passo dello Stelvio

(ANSA) - SONDRIO, 25 NOV - Pioggia sul fondovalle, neve alle quote superiori ai 1.500 metri e crollo delle temperature ovunque. E l'Anas ha comunicato che è chiuso il passo dello Stelvio, nel tratto di statale 38 nel territorio comunale di Bormio, per una bufera di neve. Al momento nevica a Madesimo e Livigno e l'ondata di maltempo è destinata a proseguire nelle prossime ore. (ANSA).

11:21Black Friday: Gdf scopre 24 mila prodotti falsi a Genova

(ANSA) - GENOVA, 25 NOV - Venerdì 'nero' per i falsari della moda. La guardia di finanza di Genova ha sequestrato oltre 24 mila prodotti contraffatti, tra capi di abbigliamento e accessori, e ha scoperto due magazzini nel centro storico dove la merce veniva stoccata. I controlli delle fiamme gialle sono stati intensificati proprio in occasione del Black Friday, la giornata internazionale delle vendite scontate. Cinque le persone denunciate per ricettazione, introduzione, produzione e commercializzazione nello Stato di prodotti con segni falsi. Il gruppo era dentro uno dei magazzini e stava confezionando i prodotti, applicando le etichette delle maggiori griffes sui vestiti. I militari hanno sequestrato i macchinari per produrre i marchi falsi: presse, macchine cucitrici e cliché. (ANSA).

11:19Basket: Nba, Golden State domina a Chicago, bene Boston

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Grande vittoria e punteggio clamoroso per i Golden State Warriors che nella notte Nba hanno spazzato via i Chicago Bulls per 143-94, conquistando la 14ma vittoria della stagione. Steve Curry e Klay Thompson hanno dominato e divertito, segnando rispettivamente 33 e 29 punti. Da un punteggio schiacciante a uno di misura: vittoria al fotofinish per i Cleveland Cavaliers, 100-99, contro gli Hornets, con Lebron James in grande forma, per lui 5 tripla doppia da 27 punti, 16 rimbalzi e 13 assist. Vittoria netta, la 17ma stagionale, anche dei Boston Celtics per 118-103 sugli Orlando Magic. Nelle altre partite da segnalare la sconfitta casalinga dei New York Knicks a opera degli Atlanta Hawks per 116-104, e l'altra vittoria di misura, per 99-98, dei Detroit Pistons su Oklahoma. Tonfo casalingo anche per i Toronto Raptors, sconfitti107-104 dagli Indiana Pacers. (ANSA).

10:40“Stesa” in stile Gomorra nei Quartieri Spagnoli di Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 25 NOV - Nuova "stesa" in perfetto stile Gomorra, la scorsa notte, nei Quartieri Spagnoli di Napoli dove alcune persone hanno sparato numerosi colpi di pistola in aria, poco dopo le 2. Un anonimo, con una telefonata al 113, ha segnalato nel quartiere la presenza di alcune persone armate che sfrecciavano nel dedalo di vicoli in sella a motoveicoli. Sul posto si sono recate le volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura che, in vico Speranzella, hanno trovato, a terra 13 bossoli di due diversi calibri (dodici 9x21 e uno calibro 7,65). I rilievi sono stati eseguiti dalla Polizia Scientifica mentre le indagini sono state affidate alla Squadra Mobile. (ANSA).

10:32Usa: Trump, Time mi vorrebbe persona dell’anno, ho declinato

(ANSA) - WASHINGTON, 25 NOV - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rivela su Twitter che Time Magazine gli ha proposto di nominarlo "probabilmente" persona dell'anno, previa intervista e servizio fotografico, proposta che il presidente afferma di aver declinato. "Mi ha chiamato Time Magazine per dirmi che sarei stato PROBABILMENTE nominato 'Uomo (persona) dell'anno', come lo scorso anno, ma che avrei dovuto accordare un'intervista e un servizio fotografico. Ho detto che probabilmente non va bene e ho declinato. Grazie comunque!".

00:45Georgia: hotel in fiamme a Batumi, almeno 12 morti

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - E' di almeno 12 morti il bilancio di un incendio divampato in un hotel a Batumi, cittadina della Georgia che si affaccia sul Mar Nero. Lo scrivono i media russi citando il ministero dell'Interno georgiano. "In base alle nostre informazioni, 12 persone hanno perso la vita nell'incendio e sono state tutte identificate", ha precisato la stessa fonte, aggiungendo che oltre 100 persone sono state evacuate dalla struttura in fiamme. Un'inchiesta è stata aperta per chiarire le cause del rogo. (ANSA)

23:01Undicenne incinta dopo violenza, arrestato vicino casa

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - Incinta, dopo una violenza sessuale, a soli 11 anni. Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla polizia, a Torino, perché accusato di aver abusato della figlia di una vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c'erano. La piccola, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all'ospedale dalla mamma perché "aveva la pancia gonfia". I medici le hanno spiegato che, in realtà, aspettava un bimbo. Al momento l'uomo, difeso dall'avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (ANSA).

Archivio Ultima ora