Seul, se minacciati ridurremo Pyongyang in cenere

Pubblicato il 12 settembre 2016 da ansa

People watch a TV news program showing North Korean leader Kim Jong Un at the Seoul Railway Station in Seoul, South Korea, Friday, Sept. 9, 2016.  (ANSA/AP Photo/Ahn Young-joon)

People watch a TV news program showing North Korean leader Kim Jong Un at the Seoul Railway Station in Seoul, South Korea, Friday, Sept. 9, 2016. (ANSA/AP Photo/Ahn Young-joon)

ROMA. – E’ sempre più incandescente l’atmosfera nel Pacifico, sull’onda della corsa all’atomica della Corea del Nord. Seul ha avvertito Pyongyang che ridurrà in cenere i propri vicini se minacciata, ma il regime di Kim Jong-un insiste per la sua strada, ed ha chiesto agli Stati Uniti di essere riconosciuto come uno ‘Stato nucleare’.

La comunità internazionale è in fibrillazione da venerdì scorso, quando la Corea del Nord ha effettuato il suo quinto test nucleare, il più potente di sempre, che potrebbe consentire di installare le testate atomiche su missili balistici.

Dopo la condanna unanime delle principali potenze, inclusa la Cina, tradizionale alleata di Pyongyang, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si è attivato per studiare nuove sanzioni. Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud stanno valutando di prendere anche iniziative unilaterali e congiunte.

Proprio Seul ha avvertito di avere un piano per distruggere la capitale nordcoreana nel caso di segnali di un imminente attacco nucleare. In particolare, ha riferito una fonte militare, verrebbero presi di mira i quartieri dove si ritiene che si nasconda la leadership e la città verrebbe “ridotta in cenere e cancellata dalla carta geografica”.

Questi toni così aggressivi non hanno scomposto più di tanto il giovane e megalomane leader nordcoreano Kim. Il suo ministero degli Esteri anzi ha respinto al mittente le minacce di nuove sanzioni, definendole “ridicole” e “senza senso”, e ribadendo che il “rafforzamento della capacità nucleare in qualità e quantità continuerà per tutelare la nostra dignità ed il diritto a proteggerci dalla minacce degli Stati Uniti di una guerra nucleare”.

Gli strali di Pyongyang sono diretti soprattutto a Washington, che con “Obama sta cercando in tutti i modi di negare la posizione della Corea del nord come legittimo paese dotato di armi nucleari”. Un tentativo che viene liquidato come una “pazzia, come cercare di oscurare il sole con una palma”.

Il contenzioso nucleare tra la Corea del Nord e la comunità internazionale va avanti dal 2006, quando il regime dell’allora leader Kim Jong-il, padre dell’attuale dittatore, effettuò il primo test. In questi dieci anni l’Onu ha risposto con le sanzioni, che tuttavia non hanno scoraggiato le ambizioni atomiche del piccolo Paese asiatico retto da una dinastia repressiva di autocrati comunisti.

Molti analisti hanno sempre ritenuto questi test come un’arma di ricatto del regime per acquisire forza in sede di negoziato e ottenere aiuti per un’economia poverissima. L’esperimento di venerdì, potente quasi come la bomba sganciata su Hiroshima, ha invece dimostrato un preoccupante salto di qualità nella tecnologia di Pyongyang, che secondo gli americani potrebbe dotarsi di armi atomiche intercontinentali, capaci di minacciare mezzo mondo, entro quattro anni.

(di Luca Mirone/ANSA)

Ultima ora

00:22Omicidio a Reggio Calabria, ucciso tabaccaio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 25 MAG - Un commerciante, Bruno Ielo, di 66 anni, titolare di una rivendita di tabacchi, è stato ucciso stasera in un agguato a Catona, frazione di Reggio Calabria. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, Ielo, mentre rientrava a casa alla guida del proprio scooter, sarebbe stato affiancato da un automezzo con a bordo almeno due persone che gli hanno sparato contro alcuni colpi di pistola. La morte del commerciante é stata istantanea. Ielo, nel momento dell'agguato, stava tornando a casa dopo avere chiuso la rivendita di tabacchi che gestiva nel quartiere Gallico. Il commerciante era preceduto in auto da una delle figlie. Tra le prime ipotesi avanzate dagli investigatori quella di un tentativo di rapina per sottrargli l'incasso della giornata. Ielo era armato ma non ha fatto in tempo a prendere la pistola per difendersi. Già lo scorso anno il commerciante aveva subito un tentativo di rapina ed anche in quell'occasione era stato fatto segno da alcuni colpi d'arma da fuoco.

23:53Moto:paura per Valentino Rossi, incidente in motocross

(ANSA) - RIMINI, 25 MAG - Paura per Valentino Rossi rimasto vittima di un incidente durante un allenamento in motocross nella pista di Cavallara. Nulla di grave comunque per il pilota di Tavullia che avrebbe rimediato un trauma cranico e toracico addominale. Valentino è cosciente e parla ma i medici dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini hanno comunque deciso di tenerlo in osservazione nel Reparto di rianimazione ma solo per motivi di privacy e riservatezza. Ci sono con lui i genitori.

23:05Moglie uccisa a bastonate,rinvio a giudizio per Cagnoni

(ANSA) - RAVENNA, 25 MAG - E' stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni, il dermatologo 52enne di Ravenna, accusato di aver ucciso a bastonate la moglie Giulia Ballestri,di 39 anni. Le ipotesi di reato formulate dalla procura sono omicidio pluriaggravato da premeditazione, crudeltà e dall'avere agito nei confronti del coniuge, e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Matteo Cagnoni é in carcere dal 19 settembre scorso, giorno del fermo a Firenze, con l'accusa di avere ucciso tre giorni prima a bastonate in una villa di famiglia di Ravenna, da tempo disabitata, la moglie. Secondo quanto contestato dai Pm Alessandro Mancini e Cristina D'Aniello sulla base delle indagini della polizia, la premeditazione sul delitto la si può dedurre in particolare da due elementi: sin dal 14 settembre Cagnoni aveva dato disposizione alla segreteria della clinica di Bologna dove prestava attività ambulatoriale, di annullare tutti gli appuntamenti per il 16, giorno del delitto.

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

Archivio Ultima ora