Francia applaude Balotelli, lui pensa al Pallone d’Oro

balo-nizza

ROMA. – ‘Balotelli il conquistatore’. Il titolo de L’Equipe è eloquente e dà l’idea di come la stampa francese, che gli ha tributato una media dell’8 in pagella, abbia accolto la doppietta di Mario, all’esordio con la maglia del Nizza, nel derby contro il Marsiglia. Pesante, nell’economia del successo finale per 3-2 della squadra allenata dallo svizzero Lucien Favre, l’uno-due dell’attaccante, che indossava una maglia rossonera praticamente uguale a quella del ‘suo’ ex Milan.

“Non giocava una partita da quattro mesi e si è presentato sul dischetto con molta freddezza”, scrive France Football, a proposito del primo gol. “Nonostante la stanchezza e la scarsa abitudine al match, non ha mai mollato”, aggiunge il giornale. E sul web i tifosi sono andati in visibilio, rispolverando la ‘Super-Mario-mania’, come da tempo non accadeva.

Anche l’ex ct dei francesi, Raymond Domenech, su Twitter, ha scritto un bel “bravo” a Balotelli, elogiando per il resto la buona prova offerta dal Nizza, in una partita che non si presentava facile. E c’è anche chi lo paragona già a Marco Simone, l’ex attaccante del Milan che giocò con la maglia del Monaco e adesso allena il Tours.

Balotelli potrebbe cancellare le prodezze del predecessore, almeno a sentire i tifosi della squadra della Costa Azzurra. E lui, il diretto interessato, in un’intervista trasmessa da Canal+, confessa di pensare “ancora al Pallone d’Oro”, da sempre obiettivo della sua carriera.

Non mancano i paragoni con il suo modello Ibrahimovic, che si è fatto apprezzare nelle file del PSG, prima di trasferirsi in Inghilterra. “A me basta mi auguriate un sorriso, ma niente paragoni con Zlatan”, le parole di Mario che, dopo un esordio così, sogna anche il rientro nel giro azzurro. Negli spogliatoi gli è stato consegnato il premio di ‘man of the match’ e lui, stimolato a parlare in francese, si è limitato a un laconico: “Sono contento, ma adesso il massaggio”.

Condividi: