Champions al via: il clou è Psg-Arsenal, Juve da finale

Pubblicato il 13 settembre 2016 da ansa

Champions League, Dinamo Kyiv-Napoli

Champions League, Dinamo Kyiv-Napoli

ROMA. – Real, Barca e Bayern super favorite, City, Atletico, Psg e Juve a caccia almeno delle semifinali in un’edizione della Champions League grandi firme. Oggi parte l’abbuffata del calcio che conta, il campionato europeo per club ricco e suggestivo, che offre una platea planetaria, emozioni indicibili e attira ormai più dei campionati nazionali.

Il Real di Zidane e Ronaldo teme soprattutto gli arcinemici del Barca con la triade ‘divina’ Messi-Suarez-Neymar, ma Carletto Ancelotti vuole accendere la fuoriserie Bayern targata Muller-Lewandovski e sa come vincere la Champions. Ambizioni legittime sfoggia Guardiola col suo City milionario che ha dato appena una lezione di gioco all’United di Mourinho mentre l’Atletico arcigno di Simeone è tornato in palla (stracciando il Celta) proprio per il debutto europeo. Sullo stesso piano il Psg di Emery in fase di rodaggio e il dream team Juve con un organico stellare. Nel weekend di campionato pesanti ko di Barca, Dortmund e Leicester.

I bianconeri esordiranno mercoledì ospitando una forte squadra alterna come il Siviglia e vogliono vendicarsi della beffa 2015 di Llorente che è costata il primato nel girone. Il Napoli, che ha mezzi e gioco per superare la fase a gironi, la precederà oggi nell’impegnativa trasferta con la Dinamo Kiev, reduce dal buon pari in casa dello Shakhtar.

Scatterà giovedì anche l’Europa League con Roma, Sassuolo, Fiorentina e Inter in una competizione nobilitata dal Manchester United di Ibra e Mourinho.

Si parte con i riflettori puntati sul gruppo C dove sono presenti il Barca e il City impegnate in casa col Celtic (che ha strapazzato i Rangers) e il Moenchengladbach, reduce dal ko a Friburgo. I catalani dovranno reagire all’inopinato ko con l’Alaves frutto di un esagerato turnover. L’incontro clou della serata è però la sfida del gruppo A Psg e Arsenal che si affronteranno a Parigi coi padroni di casa ancora imballati, ma anche i londinesi solo su rigore si sono sbarazzati sabato del Southampton.

Esordio in condizioni ambientali difficili per il Napoli di Sarri a Kiev, ma i partenopei hanno un girone, il B, senza squadroni visto che se la possono battere ad armi pari anche con Benfica e Besiktas, impegnate nell’altra gara. In campo anche il Bayern che procede spedito e nel gruppo D dovrebbe sbarazzarsi di un avversario tosto come il Rostov.

Mercoledì in campo il Real Madrid che ha appena recuperato Ronaldo e ha strapazzato 5-2 l’Osasuna: affronterà nel gruppo F un avversario insidioso come lo Sporting. Più complesso sarà però battere il Dortmund che comincia il suo cammino giocando in casa del Legia dopo il duro ko con la matricola Lipsia. Sarà la serata d’esordio per la Juve turbo di Higuain alle prese coi tripli vincitori dell’Europa League, il Siviglia, che però non hanno più Emery, hanno cominciato perdendo due supercoppe e sabato hanno ribaltato la gara con Las Palmas senza convincere. Per i bianconeri è un girone da favoriti visto che Lione e Dinamo Zagabria sembrano meno competitivi.

Il Leicester di Ranieri (dopo la batosta col Liverpool) debutta in casa del Bruges in un gruppo in cui il tecnico romano contenderà il primato al Porto, che ha fatto fuori i giallorossi, e ospiterà il Copenaghen. Completano il programma Basilea-Ludogrets (oggi, girone A) e Leverkusen-Cska (mercoledì, girone E).

Nutrita la pattuglia italiana in Europa League, spesso presa sottogamba. Partono giovedì i gironi con la Roma e la Fiorentina impegnate in trasferte. I giallorossi, reduci dal 3-2 in recupero con la Samp e Totti protagonista, affrontano il Viktoria Plzen che ha vinto gli ultimi due titoli e tre anni fa ha strapazzato il Napoli.

I viola, in fase involutiva, giocheranno a Salonicco contro il Paok che ha cominciato la stagione con una vittoria. L’Inter dopo la difficile vittoria di Pescara griffata Icardi non dovrebbe avere difficoltà in casa con gli israeliani del Beer Sheva, che però hanno sfiorato la Champions eliminando l’Olympiacos e poi facendo soffrire il Celtic.

Più consistente l’impegno del Sassuolo che, dopo il netto ko con la Juve, riceve l’Athletic Bilbao, squadra esperta e che si è sbloccata in Liga. Il clou della competizione è la sfida Feyenoord-United, esordio per Mourinho e Ibra dopo la delusione del derby. Il Nizza di Balotelli (esordio boom con una doppietta in LIgue1) se la vedrà invece con lo Schalke e il Panathinaikos di Stramaccioni riceverà l’Ajax.

Ultima ora

20:27Campo Progressista: Capelli, impegno Pisapia va avanti

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - "L'impegno di Campo Progressista, e quindi anche di Giuliano Pisapia, nel progetto politico per un centrosinistra di governo radicalmente innovativo, ampio e inclusivo prosegue". Lo chiarisce il portavoce Cp Alessandro Capelli, smentendo le affermazioni di Bruno Tabacci. "Vogliamo contribuire a cambiare e migliorare questo paese, e non possiamo certo fermarci adesso", conclude Capelli.

20:27Bankitalia: Lotti, nessun timore di frizioni Renzi-Gentiloni

(ANSA) - PRATO, 19 OTT - Il ministro dello Sport Luca Lotti non teme frizioni fra il premier Paolo Gentiloni e il segretario Pd, Matteo Renzi, sulla vicenda Bankitalia. Rispondendo alle domande dei cronisti sul tema, a margine dell'evento del Pd organizzato a Prato, ha detto: "Io credo che si stia parlando molto di questo, si sia discusso tanto, perchè è un argomento complesso. Continueremo a discutere, vedremo in Consiglio dei ministri fra qualche giorno quale decisione verrà presa pero' non ho nessun timore da questo punto di vista".

20:26Berlusconi, io ottimista, Salvini ragionevole

(ANSA) - BRUXELLES, 19 OTT - "Salvini si pone con irruenza nel fare politica ma quando ci sediamo al tavolo è estremamente aperto e ragionevole e positivo. Questo mi dà l'assoluta sicurezza su come possa funzionare da qui in avanti la coalizione". Lo ha detto il leader di Fi, Silvio Berlusconi conversando con i giornalisti a Bruxelles. "Con la Lega e Meloni - ha aggiunto - abbiamo parlato di un governo con 20 membri, 12 della società civile e solo 8 politici, tre di Forza Italia, tre della Lega e due Fratelli d'Italia".

20:26Bankitalia: Renzi, nessuno scheletro nell’armadio

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - "Non abbiamo nessuno scheletro nell'armadio. Siamo i primi a essere interessati al fatto che la Commissione sulle banche lavori e faccia chiarezza". Lo ha detto il leader del Pd, Matteo Renzi, in collegamento con Otto e Mezzo su La7.

20:26Bankitalia: Renzi, Commissione ci riserverà sorpresine

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - "La vicenda di Banca Etruria andava avanti da anni, non solo negli ultimi mesi. E mi aspetto che la Commissione sulle banche ci riserverà qualche sorpresina". Lo ha detto il leader del Pd, Matteo Renzi, in collegamento con Otto e Mezzo su La7.

19:54Migranti: fonti Ue, pressing Juncker-Tusk per aumento fondi

(ANSA) - BRUXELLES, 19 OTT - Pressing dei presidenti del Consiglio europeo, Donald Tusk, e della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, affinché gli Stati membri aumentino i finanziamenti destinati alla dimensione esterna della crisi migratoria per gli anni prossimi. Secondo quanto si apprende da fonti Ue, nel primo giro di tavolo del vertice europeo sul tema migrazioni, Tusk ha elogiato l'impegno dell'Italia, con la situazione dei flussi che sta migliorando. "L'Italia ci aiuta, dobbiamo fare altrettanto con l'Italia", ha detto il presidente ribadendo la richiesta per un maggiore impegno di fondi, a cui si è unito anche Juncker.

19:43Brexit: Merkel, progressi insufficienti

(ANSA) - BRUXELLES, 19 OTT - "Ci sono stati progressi" ma "insufficienti per passare alla seconda fase" dei negoziati sulle relazioni future tra Ue e Gran Bretagna dopo la Brexit. L'obiettivo è "poter avviare la seconda fase a dicembre". Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel all'arrivo al vertice Ue, dove la questione è sul tavolo. "Voglio continuare a condurre questi negoziati con uno spirito costruttivo e allo stesso tempo prendendo in considerazione e rispettando il desiderio dei britannici di lasciare l'Ue pur conservando una buona relazione" con noi. Entrando nella sala dei lavori al vertice c'è stata una breve conversazione a tre tra la cancelliera, il presidente francese Emmanuel Macron e la premier britannica Theresa May.

Archivio Ultima ora