Migranti: Merkel, ‘contrastare odio e risentimento’

(ANSA) – BERLINO, 13 SET – Angela Merkel è tornata a difendere la sua politica sui profughi sia dalle critiche di alleati e oppositori che da quelle della destra populista e radicale. Ci sono oggi “molti pregiudizi che, in misura latente erano presenti anche in passato”, ha detto Merkel in un’intervista al Tagesspiegel di Berlino. “Sappiamo fin dalle violenze di destra degli anni ’90 e dagli assassini del gruppo terroristico Nsu che vi è un potenziale per il risentimento e l’odio verso gli stranieri”, ha proseguito la cancelliera, “ma il compito della politica è di contrastarlo”. “Chi deve prendere decisioni politiche deve farlo, anche quando sono polarizzanti”, ha quindi detto la cancelliera che ha inoltre ribadito il suo no a fissare un tetto annuale per i profughi.

Condividi: