Fidencio al lavoro a 89 anni, la rete lo aiuta

Pubblicato il 13 settembre 2016 da ansa

fidencio

NEW YORK. – Un uomo che cammina con il capo chino mentre a fatica spinge un carretto di gelati in una strada di Chicago. E’ l’immagine della disperazione e della sofferenza che ha commosso il web e ha fatto scattare una gara di solidarietà.

L’uomo dietro il carretto di gelati è Fidencio Sanchez, 89 anni, costretto a lavorare invece che godersi la pensione. Fidencio ha venduto gelati per 23 anni nella città di Obama, spingendo il suo carretto sia con il freddo gelido che con la calura estiva. La sua storia ha commosso la Rete facendo immediatamente partire una gara alla solidarietà. Per lui infatti sono stati raccolti in pochi giorni 250mila dollari.

I guai economici per Fidencio e la moglie sono iniziati con la morte improvvisa della figlia, qualche mese fa. La coppia si è cosi ritrovata con due nipoti a carico. Non potendo far fronte alle bollette da pagare l’unica alternativa era quella di tornare in strada con il carretto dei gelati.

“Ci siamo chiesti, che cosa facciamo ora? – ha raccontato in un’intervista -. Dobbiamo pagare le bollette”. Fidencio ha dunque ripreso a lavorare, ignaro del fatto che un suo concittadino aveva scattato una foto con quell’immagine di un uomo che cammina a fatica mentre spinge il suo carretto.

Joel Cervantes Macias, colpito appunto da quell’immagine, non ci ha pensato due volte e ha condiviso la foto su Facebook e poi ha lanciato una gara alla solidarietà sul sito ‘GoFundMe’. “Facciamoci coinvolgere – ha scritto – e aiutiamo a rendere la vita più facile e serena per loro”, riferendosi a Fidencio e la moglie.

La risposta della rete non si è fatta attendere e in pochi giorni sono stati raccolti 250mila dollari. Lo stesso Macias, in segno di solidarietà, ha acquistato da Fidencio 20 ghiaccioli al prezzo di 50 dollari. “Mi si è spezzato il cuore a vedere quest’uomo che dovrebbe godersi la pensione invece di lavorare ancora alla sua età – ha detto Macias -. Credo che la foto abbia colpito molti cuori ed è per questo che le persone hanno deciso di donare. E’ segno che la gente apprezza chi lavora duro”.

Nonostante la donazione, Fidencio non è sicuro di voler smettere di lavorare. Come riferisce Cnn, l’uomo ha lavorato tutta la vita. E’ rimasto orfano a soli sei mesi e ha iniziato a prendersi cura di se stesso già all’età di 13 anni, prima nel nativo Messico e poi dal 1990 quando si è trasferito a Chicago.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Ultima ora

06:23Man Booker Prize ad un americano per il secondo anno

LONDRA - L'americano George Saunders ha vinto il Man Booker Prize con il romanzo "Lincoln in the Bardo", diventando il secondo autore americano ad aggiudicarsi il prestigioso premio britannico. Il libro parte dalla visita realmente compiuta dal presidente Abraham Lincoln nel 1862 in un cimitero di Washington sulla tomba del figlio di undici anni Willie e da lì si sviluppa con un coro di personaggi, tutti morti che non riescono a lasciare questa vita.

00:02Champions: Guardiola “vittoria che vale”

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Non posso giudicare le difficoltà del Napoli durante la prima mezz'ora, ma è stata la partita che mi aspettavo: è impossibile dominare una squadra come il Napoli per 90', quindi devo fare i complimenti ai 'miei' giocatori, perché so contro quale tipo squadra abbiamo vinto. Non abbiamo giocato contro dei ragazzini, ma contro una formazione che in Serie A ha vinto otto partite di fila". Così Pep Guardiola commenta la vittoria del Manchester City contro il Napoli, in Champions. "Questa è una una vittoria importantissima nell'economia del passaggio del turno", conclude l'allenatore spagnolo.

00:00Sarri: “25′ scadenti, poi messo City in difficoltà”

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "Non so cosa sia successo nei primi 30': abbiamo sbagliato pressioni e distanze, concesso troppi spazi a una squadra devastante. Prendere gol dopo 5' è stato pesante: nei primi 25' siamo stati scadenti, ma nei restanti 75' abbiamo reagito, imponendoci. Giocare alla pari contro questi avversari, ci lascia fiduciosi". Così, a Premium sport, Maurizio Sarri. "Il City è una squadra difficile da affrontare, ma l'abbiamo messa in difficoltà e questo è un grande segnale. Insigne aveva un dolore all'adduttore, non dovrebbe essere nulla di grave".

23:46Champions: i risultati della terza giornata

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - I risultati delle partite valide per la terza giornata di Champions league, disputate stasera: Maribor-Liverpool 0-7, Real Madrid-Tottenham 1-1, Feyenoord-Shakhtar Donetsk 1-2, Monaco-Besiktas 1-2, Spartak Mosca-Siviglia 5-1, Lipsia-Porto 3-2, Apoel Nicosia-Borussia Dortmund 1-1.

23:17Champions: Manchester City-Napoli 2-1

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Il Manchester City ha battuto 2-1 (2-0) il Napoli, in una partita valida per il Gruppo F di Champions League. Inglesi in vantaggio al 9' con Sterling e bravi a raddoppiare con Gabriel Gesus al 13'. Dopo che al 38' Mertens si era fatto parare un rigore dal portiere Ederson, nella ripresa i partenopei hanno accorciato le distanze - sempre su rigore - con Diawara, al 28'. Manchester City a punteggio pieno nel raggruppamento, il Napoli fermo a tre, con lo Shakhtar salito a 6.

23:09Usa: giudice Hawaii blocca ultimo ‘travel ban’ Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 17 OTT - Un giudice federale delle Hawaii ha bloccato l'ultima versione del 'travel ban' di Donald Trump poche ore prima che entrasse in vigore. Il provvedimento prevede restrizioni per l'arrivo in Usa da otto Paesi. Secondo il giudice, l'ordine esecutivo di Trump crea discriminazioni sulla base della nazionalità. Il provvedimento sarebbe dovuto entrare in vigore alla mezzanotte, ora di Washington (le 6 di domani mattina in Italia). La Casa Bianca ha subito definito la decisione del giudice "pericolosamente errata" E' stata così accolta la richiesta delle Hawaii, secondo cui il nuovo bando è la continuazione della "promessa di Donald Trump di escludere i musulmani dagli Usa". Il 'travel ban' prevede restrizioni per i cittadini di Ciad, Iran, Libia, Corea del Nord, Somalia, Siria, Yemen e per alcuni dirigenti di governo venezuelani.

21:57200mila manifestanti in piazza a Barcellona

(ANSA) - BARCELLONA, 17 OTT - Duecentomila persone partecipano alla concentrazione nel centro di Barcellona per chiedere la liberazione dei due dirigenti indipendentisti, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di 'sedizione' e arrestati ieri sera per ordine di un giudice spagnolo, secondo le stime della polizia urbana della capitale catalana. Manifestazioni pacifiche parallele si svolgono in altri centri della Catalogna.

Archivio Ultima ora