Curcio ed Errani nelle Marche, via da tende al più presto

(ANSA) – ANCONA, 14 SET – ”Accelerare il più possibile la chiusura dei campi attendati”, anche in vista di un peggioramento delle condizioni meteorologiche previsto per i prossimi giorni, in modo da ridurre al minimo i disagi per le popolazioni terremotate delle Marche, in particolare bambini e anziani. E’ la conclusione di un incontro svoltosi ad Arquata del Tronto, presso la sede del Centro di Coordinamento regionale della Protezione civile delle Marche, tra i sindaci dei comuni di Arquata, Acquasanta, Montegallo , Castel Sant’Angelo sul Nera, il presidente della Regione Luca Ceriscioli, il capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani, il direttore regionale della protezione Civile Marche Cesare Spuri. Nelle Marche sono alloggiate 1.646 persone, di cui 748 sono accolte in 11 campi e le restanti in tende distribuite sul territorio. 246 gli sfollati di Lazio e Marche ospiti negli hotel di San Benedetto del Tronto.

Condividi: