Il malessere di Clinton, nuovo argomento di polemica

Pubblicato il 14 settembre 2016 da redazione

Un principio di polmonite costringe Hillary Clinton a lasciare la commemorazione per i 15 anni della tragedia delle Torri gemelle. Spunta l’ipotesi, poco credibile, di un suo ritiro dalla corsa alla Casa Bianca

Un principio di polmonite costringe Hillary Clinton a lasciare la commemorazione per i 15 anni della tragedia delle Torri gemelle. Spunta l’ipotesi, poco credibile, di un suo ritiro dalla corsa alla Casa Bianca

Flavia Romani

NEW YORK – Una campagna elettorale atipica fin dal suo inizio. Dopo una corsa alla “nomination” combattuta fino all’ultimo delegato, complice il malessere sofferto da Hillary Clinton durante la commemorazione dell’attentato dell’11 settembre, irrompe con prepotenza nella scena politica un nuovo argomento di discussione e polemica: la salute dei candidati. Ma non solo. Viene alla luce anche l’età dei candidati: 68 anni lei, 70 lui.

Non che nessuno ne fosse a conoscenza, ma fino a ieri non gli era stata attribuita grande importanza. D’altronde, Ronald Reagan aveva 69 anni quando entrò alla Casa Bianca per la prima volta. Appena uno in più di Clinton e uno in meno di Trump.

La salute dei candidati è sempre stata relegata all’ambito dei pettegolezzi e delle indiscrezioni. Fu John McCain, nel 2008, a dare importanza all’argomento. Eroe di guerra in Vietnam, aveva 71 anni quando si candidò alla presidenza degli Stati Uniti. Gli americani speculavano sui postumi della prigionia e delle torture subite.

E per dissipare ogni dubbio, McCain rese noto oltre 1200 pagine di referti medici. L’unico reso noto è quello del suo medico personale, una lettera assai vaga in cui si assicura la buona salute del candidato senza entrare nei dettagli.

Ma il piccolo imprevisto ha portato alla luce anche un altro dettaglio. La candidata dei democratici non ha informato di avere un principio di polmonite. Clinton non ha nascosto la sua malattia, come non ha nascosto tanti dettagli della sua vita. Semplicemente non li ha resi noti. E non è semplice problema di semantica.

Donald Trump, dopo quanto accaduto con l’avversaria politica, ha promesso di rendere noti gli ultimi risultati degli esami una volta ottenuti. Anche il candidato repubblicano ha i suoi angoli oscuri. Ad esempio, non ha ancora pubblicato l’ammontare del suo patrimonio personale.

Quali saranno le conseguenze sulla campagna elettorale di Clinton? Immediatamente dopo il suo malore, i sondaggi hanno rivelato una lieve flessione. E’ stata la reazione alla notizia che la candidata non aveva informato della sua malattia. Il vero giudizio, comunque, si avrà dopo il dibattito. Dipenderà dalla Clinton saper rassicurare gli americani. Se sarà aggressiva, brillante, chiara allora i sondaggi torneranno a salire. E’ già accaduto in passato.

Il giudizio dell’elettore americano è assai volubile. Nel 1984, l’allora presidente Reagan, in corsa per la rielezione, parve in difficoltà, annebbiato, insicuro al primo dibattito. Pare cominciassero a presentarsi i primi sintomi dell’Alzheimer. Ma nei seguenti dibattiti apparve frizzante ed energico, così come volevano gli elettori.
La malattia della candidata potrebbe renderla più “umana” agli occhi degli elettori.

D’altronde si tratta solo di una semplice polmonite, come la soffrrono o possono soffrrirla tanti americani. Stando agli esperti, la malattia potrebbe trasformare la candidata in un’“eroica” donna, pronta al sacrificio pur di essere presente a una delle commemorazione più importante per gli Stati Uniti.

E’ forse questa una delle ragioni per le quali pare sia stato consigliato a Trump di non insistere sull’argomento. Presentarsi come l’uomo forte di fronte alla donna debole potrebbe allontanare elettori e allienargli simpatie. Insomma, la polmonite umanizza.

Gli esperi si chiedono anche se sia possibile cambiare candidato quando sia già iniziata la corsa alla Casa Bianca. In teoria, sarebbe possibile. Ad abbandonare, comunque, dovrebbe essere il candidato per permettere al partito di scegliere il successore. A questo punto, si aprirebbero le porte per Bernie Sanders. E la corsa alla Casa Bianca si trasformerebbe in una sfida tra due modi diametralmente opposti di interpretare la realtà.

Ultima ora

02:02Iraq: autobomba a Baghdad, almeno 10 morti

(ANSA) - BAGHDAD, 30 MAG - Almeno 10 persone sono morte e altre 22 rimaste ferite per l'esplosione ieri sera di una autobomba fuori da una popolare gelateria di Baghdad. L'attentato è avvenuto pochi giorni dopo l'inizio del Ramadan, mese sacro durante il quale i musulmani digiunano durante le ore diurne: al tramonto bar e ristoranti si riempiono rapidamente di avventori, tra cui molte famiglie. L'attacco ha colpito un locale nel centro della capitale irachena ed è stato effettuato con dell'esplosivo piazzato in una macchina lasciata parcheggiata. Al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ma nel passato l'Isis ha rivendicato attentanti simili, come quello con un camion bomba esploso durante il Ramadan dello scorso anno che ha ucciso centinaia di persone.

00:35Voto Gb:May su Brexit, non pagheremo qualunque prezzo

(ANSA) - LONDRA, 30 MAG - "Nessun accordo sulla Brexit è meglio di uno cattivo". La premier britannica ha ribadito in modo chiaro, nel corso del dibattito televisivo a distanza col leader laburista Jeremy Corbyn, che è pronta ad abbandonare i negoziati sull'uscita dall'Europa nel caso in cui non si riesca a trovare una intesa con l'Ue, a partire dalla questione del cosiddetto 'conto del divorzio'. Il primo ministro conservatore ha sottolineato che non è intenzionata a "pagare ogni prezzo" per ottenere un accordo.

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

Archivio Ultima ora