Brasile: magistrati contro Lula, è il capo dello schema tangenti

Pubblicato il 14 settembre 2016 da ansa

Brasile: magistrati contro Lula, è il capo dello schema tangenti

Brasile: magistrati contro Lula, è il capo dello schema tangenti

RIO DE JANEIRO. – Si fa pesantissima la situazione processuale dell’ex presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva: già rinviato a giudizio a fine luglio per “tentata ostruzione” delle indagini, è stato denunciato anche per corruzione e riciclaggio nell’ambito della Mani Pulite verde-oro, e ora potrebbe trovarsi a un passo dall’arresto.

Severe ed esplicite le accuse rivoltegli dal pubblico ministero federale, Deltan Dallagnol, capo della task-force di investigatori dell’inchiesta ‘Lava-Jato’ (Autolavaggio): Lula è il “comandante massimo” dello schema sui fondi neri Petrobras, ha detto il procuratore durante una conferenza stampa a Curitiba.

Secondo gli inquirenti, non esistono dubbi sul fatto che “Lula era il grande generale che comandò la realizzazione e la pratica dei reati, oltre a coordinarne il funzionamento ed eventualmente deciderne la paralisi”. La denuncia formale a carico di Lula riguarda presunte irregolarità nella ristrutturazione di un attico di lusso a Guaruja’, sul litorale di San Paolo, di cui l’ex capo di Stato ha sempre negato la proprietà.

Lula e la moglie, Marisa Leticia, già lo scorso 26 agosto erano stati accusati di corruzione, falso ideologico e riciclaggio in merito a questo filone di indagini. L’intestazione dell’immobile alla società costruttrice Oas secondo la polizia sarebbe infatti fittizia e servirebbe invece per occultare il patrimonio di Lula.

Tra gli altri denunciati figurano la moglie di Lula, l’ex presidente di Oas, Leo Pinheiro, già agli arresti, e il presidente dell’Istituto Lula (la fondazione intitolata all’ex presidente della Repubblica), Paulo Okamotto. Dallagnol – dopo aver precisato che non è in discussione la figura dell’ex presidente, ma il suo ruolo in “reati specifici” – ha poi definito quelli guidati da Lula dal 2003 al 2010 come i “governi della tangentocrazia”.

Nell’esporre i fatti, il pm è arrivato a rispolverare persino il fantasma del ‘Mensalao’, la Tangentopoli scoppiata nel 2005, proprio durante il primo mandato di Lula. Secondo Dallagnol, infatti, ‘Mensalao’ e ‘Lava-Jato’ sono “due facce della stessa medaglia”.

Lula è il “maestro di un’orchestra criminale” – ha dichiarato Dallagnol – concretizzatasi in schemi di corruzione perpetrati “dallo stesso governo e dallo stesso Partito dei lavoratori” (Pt, di sinistra) fondato proprio dall’ex presidente del Brasile.

E’ la prima volta che Lula viene denunciato direttamente nell’ambito dello scandalo Petrobras. Toccherà ora a Sergio Moro, il giudice simbolo della Mani Pulite brasiliana, decidere se dare continuità o meno alle denunce. Quello stesso Moro indicato da Lula come suo più accanito “persecutore”, tanto da portare due mesi fa gli avvocati dell’ex numero uno del Paese sudamericano a ricorrere al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite contro i presunti “abusi di potere” del magistrato. Il quale, però, ora potrà far scattare le manette per Lula.

(di Leonardo Cioni/ANSA)

Ultima ora

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

21:35Sisma: Sala, ghisa che ridono non degni divisa Milano

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - "Ho visto in rete un video di pessimo gusto dei vigili milanesi di stanza nei luoghi del sisma. Ho chiesto al comandante della Polizia locale Antonio Barbato di prendere al più presto i giusti provvedimenti". Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando un video girato da alcuni agenti della Polizia locale ad Amatrice, in cui ridono ed escono dalle macerie di alcune case come degli zombie. Il video è stato diffuso su alcuni siti di quotidiani online. "Non sono questi i ghisa che noi conosciamo e per questo ritengo che vederli indossare la divisa del nostro corpo di Polizia Locale sia un'offesa per tutti noi milanesi", ha concluso. (ANSA).

21:27Poletti: presidente calcio a 5 “giocate e mandate curricula”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Purtroppo devo smentire il Ministro Poletti che ha detto ai giovani che per trovare lavoro è meglio 'giocare a calcetto che inviare il proprio curriculum vitae'. Se fosse vero in Italia non esisterebbe la disoccupazione". Sulla polemica del giorno in ambito lavoro, interviene anche il presidente della Divisione Calcio a 5 della Figc-Lega Dilettanti, Andrea Montemurro. "Il calcio a 5 - dice all'Ansa - e quindi non non il 'calcetto', come lo stesso ministro Poletti lo ha erroneamente definito, è lo sport di squadra più praticato in Italia, diffusissimo tra giovani, donne e adulti, conta oltre centomila iscritti e milioni di praticanti amatoriali. Ai giovani dico: se giocate a Futsal, a 'calcetto', sono assicurati il divertimento, lo spettacolo, la grande tecnica e uno sport sano, purtroppo non anche il lavoro. Quindi - conclude il dirigente - giocate a Futsal e mandate curricula".

21:24Neonata morta in ospedale Catanzaro, indagati otto medici

(ANSA) - CATANZARO, 28 MAR - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso otto informazioni di garanzia nei confronti di altrettanti medici in servizio nel reparto di ginecologia dell'ospedale cittadino nell'ambito di un'inchiesta avviata sulla morte di una neonata. L'inchiesta della Procura é stata avviata sulla base della denuncia presentata dai genitori della neonata. I carabinieri, su delega della Procura, hanno sequestrato la salma, il cordone ombelicale, la placenta e le cartelle cliniche di madre e figlia. Domani sul corpo della neonata verrà effettuata l'autopsia. L'ipotesi di reato a carico dei sanitari è quella di omicidio colposo. L'autopsia servirà ad accertare le cause del decesso contribuendo a chiarire se la morte della neonata sia riconducibile a responsabilità del personale medico. (ANSA).

Archivio Ultima ora