Bicentenario Gendarmeria, due secoli al servizio dei Papi

Pubblicato il 16 settembre 2016 da ansa

Gendarmeria Pontificia

Gendarmeria Pontificia

CITTA’ DEL VATICANO. – Due secoli di storia, al servizio della sicurezza dei Papi. Il Corpo della Gendarmeria Vaticana – la polizia dello Stato d’Oltretevere – festeggia in questi giorni il suo bicentenario: 200 anni di lavoro come “angeli custodi” dei successori di Pietro, che decorrono a cominciare da quella Gendarmeria Pontificia fondata nel 1816 da papa Pio VII. Occasione d’onore per celebrare l’anniversario sarà domenica prossima, 18 settembre, festa del santo patrono Michele Arcangelo, un ricevimento al Giardino quadrato dei Musei Vaticani, con ospiti di alto profilo come il presidente del Senato Pietro Grasso.

La nascita, nel 1816, della Gendarmeria pontificia fu dovuta all’esigenza di unificare i corpi di polizia dello Stato Pontificio, appena ripristinato nel suo territorio dal Congresso di Vienna. Il corpo, voluto dal segretario di Stato Enrico Consalvi, si ispirava a quelli di carabinieri presenti in tutti gli eserciti moderni. Le funzioni di polizia ad esso attribuite si ispiravano invece alla gendarmeria napoleonica, già istituita in tutti gli stati assoggettati alla Francia.

Nel 1849 il corpo assunse la denominazione di Reggimento dei veliti pontifici: fu disciolto poi nel 1970 da Paolo VI e trasformato l’anno successivo in corpo militarmente organizzato, l’attuale Corpo della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano. In base alla legge istitutiva, la Gendarmeria deve curare la sicurezza e l’ordine pubblico e svolgere i compiti istituzionali di polizia, compresi quelli di frontiera, giudiziari e tributari.

L’organico è di 130 elementi (rafforzato ultimamente dall’ingresso di nuove reclute), comandati dal 2006 dall’ispettore generale Domenico Giani. Sono loro i “vigilantes” nella basilica di San Pietro, nei Musei Vaticani e dovunque si affollano pellegrini e turisti. Ma soprattutto, gli uomini scelti del Corpo sono al fianco del Papa in tutti i suoi spostamenti, in Italia e all’estero. Spetta a loro, in primo luogo, la difesa e la protezione del Pontefice.

In Piazza San Pietro e negli spostamenti del Papa in Italia agiscono in collaborazione con le autorità di pubblica sicurezza italiana, mentre fuori dal territorio italiano si raccordano di volta in volta con le autorità di polizia del Paese interessato.

Vestiti sempre di scuro, in giacca e cravatta, li si vede circondare e seguire a piedi la “papamobile” in tutte le udienze e cerimonie. Chi non ricorda il 13 maggio del 1981, quando correvano intorno alla “campagnola” di papa Wojtyla, ferito da Ali Agca? Quando i gendarmi lo bloccarono, l’attentatore turco venne consegnato alle forze dell’ordine italiane, in base alla collaborazione prevista dall’accordo concordatario.

La Gendarmeria è oggi un corpo di polizia sempre più moderno, alle prese con le indispensabili e più avanzate misure di prevenzione antiterrorismo. Tra l’altro, fin dal 2006 ha avviato contatti con le strutture di polizia dei 56 Paesi dell’Osce, mentre il 7 ottobre 2008 è entrata a far parte dell’Interpol.

Proprio la settimana scorsa gli agenti della Gendarmeria hanno celebrato il loro Giubileo insieme alla Guardia svizzera, “l’esercito del Papa”, partecipando a una liturgia in San Pietro presieduta dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, che ha sottolineato come questi siano “tempi in cui occorre la massima vigilanza”.

Un aspetto che i Gendarmi hanno ben presente in ogni momento della loro attività e che ritornerà, nel ricevimento di domenica, nel saluto del comandante Giani, nel discorso del cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato vaticano, e nell’intervento dell’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, ai quali seguirà la lettura del messaggio di papa Francesco.

Ultima ora

19:32Pugilato: Europei Youth, 4 azzurri sul ring, vincono in 2

(ANSA) - ANTALYA (TURCHIA), 22 OTT - L'arena dell'OzkaymakFalez Hotel di Antalya è il ringside degli Europei Youth di Boxe. Sette gli azzurri, selezionati da coach Coletta, e 4 quelli saliti oggi sul ring nella 2/a giornata. Il primo a combattere è il veneto Adami che, superando 4-1 l'armeno Bazeyan, passa ai quarti dei 52 Kg: martedì 24 se la vedrà con il turco Demirhan. Passa ai quarti, nei 60 Kg, anche Gasparri che, battendo 4-1 il bosniaco Blazevic, si guadagna il match con il polacco Durckaz. Perde (4-1) negli ottavi dei 69 Kg Buremi, sconfitto dall'azero Njat. Sconfitta per Pugliara (ottavi 91 Kg) nel match con il georgiano Yordanyan. "Buon match quello di Adami - commenta il ct Coletta -, che avuto il solo difetto di essersi lasciato prendere dalla confusione dell'avversario. Vittoria, comunque, strameritata. Buremi ha perso un match in cui ha dato veramente tutto, avendo un fortissimo dolore al deltoide. Bene Gasparri: ha vinto in maniera chiara e netta ed è in crescita".

19:21Gb: testimone, sequestratore sarebbe marito d’una dipendente

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - L'uomo armato che risulta aver preso oggi in ostaggio due persone della sala da bowling 'Bowl Mfa', nell'area commerciale e di divertimento del Bermuda Park di Nuneaton, in Inghilterra, sarebbe "il marito" o il fidanzato o un ex di una delle dipendenti della struttura. Lo ha detto a SkyNews il chief executive della stessa struttura, Mehdi Amshar.

19:21Referendum: Bossi, spero più del 34% in Lombardia

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - "Spero di più": così il presidente della Lega, Umberto Bossi, ha risposto sull'obiettivo del 34% di affluenza fissato dal governatore Maroni per il referendum sull'autonomia della Lombardia. Bossi è stato interpellato al seggio di via Fabriano, non lontano dalla sede federale di via Bellerio a Milano, dove ha da poco votato. Bossi è apparso incuriosito dal voto elettronico. "Per me sì", l'indipendenza resta un sogno. Ma i referendum di Lombardia e Veneto "non sono inutili, sono l'unica possibilità di tamponare la crisi sociale che arriva", ha detto Bossi, rispondendo ai giornalisti al seggio in cui ha votato a Milano. E se non passano i referendum? "Vuol dire che quelli del Nord - ha risposto - vogliono l'indipendenza e sono stufi dei farabutti romani che hanno alle spalle e prendono i loro soldi. L'autonomia blocca l'indipendenza".

19:07Nudo davanti a David Michelangelo, denunciato da polizia

(ANSA) - FIRENZE, 22 OTT - Si è completamente denudato davanti al David di Michelangelo alla Galleria dell'Accademia di Firenze, in mezzo a decine di visitatori sorpresi: è accaduto nel pomeriggio di oggi nella Tribuna che ospita la celebre scultura per vedere la quale ogni giorno c'è una lunga coda di turisti. Protagonista del gesto un giovane uomo che, una volta liberatosi degli indumenti e rimasto completamente nudo, ha assunto una posa plastica davanti alla statua gridando anche frasi incomprensibili. I custodi in servizio alla Galleria hanno cercato di coprirlo e lo hanno convinto ad avviarsi all'uscita, mentre altri addetti chiamavano la polizia che, intervenuta, lo ha denunciato per atti osceni in un luogo pubblico frequentato anche da minori. Si tratta, secondo quanto appreso, di uno spagnolo 28enne che, tre anni fa, aveva compiuto un gesto simile davanti alla Venere di Botticelli, agli Uffizi: anche allora scattò un'analoga denuncia.(ANSA).

19:01Chiesa: S.Antonio Padova, accolto nuovo delegato pontificio

(ANSA) - PADOVA, 22 OTT - La Basilica di Sant'Antonio, a Padova, ha accolto mons. Fabio Dal Cin, che prende il posto di mons. Giovanni Tonucci, come delegato pontificio. Varcata la soglia principale, Dal Cin ha baciato il Crocifisso e ha celebrato la messa; quindi, dopo la comunione, ha offerto una lampada votiva alla tomba del Santo con cui illuminare il cammino della comunità, ha chiesto a Sant'Antonio di sostenerlo nel suo compito e ha posato la mano sulla pietra della tomba. "Vi ringrazio tutti della presenza e delle preghiere che farete per me - ha detto - Rivolgo a papa Francesco la mia gratitudine per questo incarico, che mi permetterà di tenere un piede in Veneto. Perché questa è la mia terra e vi sono molto legato". Tra i presenti anche il sindaco Sergio Giordani, che ha dato il benvenuto a monsignor Dal Cin ricordando la figura di Sant'Antonio: "In una società attraversata, oggi più che mai, da tensioni e violenze, la voce di sant'Antonio, il suo messaggio di pace, risuona forte e limpido in tutto il mondo".

19:01Gb: allerta in bowling, ‘non è terrorismo’

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - "L'incidente" in corso nella sala bowling del Beruda Park di Nuneaton, in Inghilterra centrale, "non è legato ad alcuna attività terroristica". Lo assicura la polizia locale, precisando che gli agenti sono al lavoro per cercare di sbloccare la situazione. Il servizio ambulanze di zona precisa da parte sua di aver inviato alcuni mezzi a scopo precauzionale, ma che al momento non risultano feriti.

18:52Gb: testimone, ‘uomo armato e due ostaggi in bowling’

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Sarebbero 2 gli ostaggi trattenuti da un uomo armato nella sala bowling del Bermuda Park, un'area commerciale di Nuneaton, in Inghilterra. Lo riferisce un testimone citato dal Mail online, mentre altri affermano di aver sentito parlare gli agenti di "ostaggi", ma senza fare numeri. La situazione appare ora di stallo, con una trentina di poliziotti che circondano l'area sorvolata pure da un elicottero. Il Bermuda Park, affollato di famiglie e bambini nel pomeriggio domenicale, è ora bloccato: non si entra né si esce.

Archivio Ultima ora