Manovra in tre mosse: competitività, investimenti e produttività

Pubblicato il 16 settembre 2016 da ansa

Manovra:3 mosse,competitività,investimenti,produttività

Manovra:3 mosse,competitività,investimenti,produttività

ROMA. – Investimenti, produttività, competitività. Sono questi i tre pilastri su cui, secondo il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, si articolerà la manovra 2017, che – come già la precedente – continuerà a muoversi, nelle intenzioni dell’esecutivo, sulla grande direttrice del taglio delle tasse. Le risorse sono “scarse”, ha ammesso il titolare del Tesoro, ma l’obiettivo di ridurre la pressione fiscale rimane prioritario.

Per rilanciare la produttività, il governo pensa quindi soprattutto a rafforzare gli incentivi fiscali ai premi di risultato, mentre per investimenti e produttività sarà il piano Industria 4.0 a mettere a punto le misure pro-imprese. Padoan non l’ha nominata nelle ultime dichiarazioni, ma non ha mai nascosto che ad ispirare la legge di bilancio sarà anche il principio dell’equità. Non a caso il governo pensa anche al welfare, al lavoro e alla lotta alla povertà.

PENSIONI E WELFARE – Ape: l’anticipo pensionistico sarà di 3 anni e 7 mesi e sarà sdoppiato: gratis per le categorie in difficoltà (disoccupati senza ammortizzatori, disabili, parenti di disabili che prendono meno di 1.200 euro netti), costoso per il resto dei lavoratori.

Precoci e usuranti: vantaggi nell’uscita dal lavoro dovrebbero essere garantiti anche a queste due categorie. Manca ancora però la definizione esatta di lavoratore precoce (12 o 24 mesi di lavoro prima dei 18 anni) e la fissazione dell’asticella per l’anticipo a 41 anni di contributi o a 41 anni e 10 mesi.

Ricongiunzioni: si pensa è a ricongiunzioni non più onerose tra casse previdenziali diverse. – Povertà: l’idea è quella di stanziare nuovi fondi per la lotta al fenomeno. Si parla di 600 milioni.

Famiglia: a sponsorizzare il tema sono i ministri di Ncd (Beatrice Lorenzin e Enrico Costa). Si pensa a riproporre il bonus bebè o a garantire agevolazioni per il terzo o quarto figlio. La dote non supererebbe i 200-300 milioni.

ITALIA 4.0 – Superammortamenti: la riconferma, o l’ampliamento, dell’intervento sarà il piatto forte del pacchetto Calenda. Al momento si ipotizza la conferma dei superammortamenti al 140% per l’acquisto di beni strumentali (costo circa 800 milioni) e l’arrivo di un nuovo vantaggio al 200% per la digitalizzazione (costo 450 milioni circa).

Super Ace: l’aiuto alla crescita economica nato nel 2011 punta a favorire la patrimonializzazione con una apposita deduzione che dovrebbe essere rafforzata.

Bonus ricerca: dovrebbe essere rafforzato con una dotazione di 500 milioni.

Pir e capital gain: il nuovo piano dovrebbe rispolverare le misure studiate per il mai attuato Finanza per la crescita 2: piani individuali di risparmio ed esenzione dal capital gain per chi investe in bond emessi da piccole e medie imprese.

FISCO – Clausole: gli aumenti Iva per 15 miliardi di euro non scatteranno. Le tasse, ripete il governo come un mantra, non aumenteranno.

Ires: il taglio dal 27,5% al 24% è già previsto e finanziato nella manovra 2016 con 3 miliardi di euro.

Iri: Renzi ha annunciato la nuova imposta sul reddito imprenditoriale. Dovrebbe riguardare le imprese individuali e le società di persone, che si vedrebbero scorporare il trattamento fiscale degli utili reinvestiti: dall’attuale Irpef all’Iri gemella dell’Ires al 24%.

Ecobonus-Sismabonus: il bonus ristrutturazioni “verdi” dovrebbe essere rinnovato e quello per l’antisismica portato allo stesso livello, cioè dal 50% al 65%.

LAVORO – Bonus produttività: il potenziamento dell’incentivo fiscale al salario di produttività è dato ormai quasi per certo. La manovra 2016 prevedeva un’aliquota agevolata al 10% sui premi di massimo 2.000 euro su salari fino a 50.000. Si dovrebbero alzare i tetti, si ipotizza a 4.000 e a 80.000 euro. Dipenderà dalle risorse, che indiscrezioni stimano tra 400 e 500 milioni.

Decontribuzione solo al Sud: gli sgravi hanno funzionato ma sono costati molto. Dopo il taglio di quest’anno, l’anno prossimo potrebbero essere limitati solo al Sud, ma non è affatto detto che vengano confermati. Il costo è infatti più alto rispetto agli incentivi alla produttività.

Contratto statali: il rinnovo è considerato urgente. Se si volessero per esempio concedere gli 80 euro, in pieno stile Renzi, il costo sarebbe di 1,5 miliardi. Ma le risorse potrebbero essere anche molte meno, persino la metà.

Ultima ora

11:47Terzo valico: a Cravasco pietre verdi, rischio amianto

(ANSA) - GENOVA, 23 SET - Pietre verdi, che potrebbero contenere amianto, sono state trovate durante lo scavo al cantiere di Cravasco (Genova) del Terzo Valico, l'infrastruttura ferroviaria per l'alta velocità tra Genova e Milano. I lavori sono stati immediatamente fermati, come prevede il cosiddetto 'Protocollo Amianto'. Lo rende noto l'Osservatorio ambientale per il Terzo Valico. La scoperta è avvenuta grazie ad un apposito sondaggio esplorativo. Sono in corso le analisi sul campione prelevato, ma - si legge in una nota - "non sono stati riscontrati valori di fibre di amianto superiori alla soglia consentita in 'ambiente di vita', ovvero fuori dal cantiere. L'osservatorio ricorda che "il rinvenimento di pietre verdi non implica la presenza di amianto nelle rocce né in aria, ma come previsto dal Protocollo amianto, comporta l'adozione di un livello di attenzione più elevato e l'attivazione di maggiori controlli. Lo smarino scavato è stato confinato in una vasca, bagnato e coperto per evitare il pericolo di dispersione di polveri. (ANSA).

11:32Melania: primo impegno estero da sola

(ANSA) - WASHINGTON, 23 SET - Primo impegno ufficiale di Melania Trump da sola come first lady. La moglie del presidente degli Stati Uniti accompagnerà oggi la delegazione americana agli Invictus game in Canada, la manifestazione sportiva fondata nel 2004 dal principe Harry per i militari rimasti feriti. Nella giornata di oggi a Toronto la first lady avrà un incontro con il principe Harry e con il premier canadese Justin Trudeau, oltre a partecipare all'evento inaugurale dei giochi e ad un ricevimento per i cento atleti americani che partecipano alle competizioni.

11:17Russia: inaugurato un busto di Stalin a Mosca

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Un busto di bronzo del sanguinario dittatore sovietico Iosif Stalin è stato inaugurato tra le polemiche a Mosca assieme a quelli di altri sei leader sovietici, da Lenin a Gorbaciov. Le statue si trovano in Viale dei Governanti, nel parco del Museo delle uniformi militari della Società storico-militare russa: un'associazione fondata da Vladimir Putin e guidata dal ministro della Cultura, Vladimir Medinski. Si tratta della stessa società che ha promosso l'inaugurazione, pochi giorni fa, di una grande statua a Mikhail Kalashnikov. Il Cremlino ha affermato di non sapere nulla del busto di Stalin, ma lo stretto rapporto tra il governo e la Società storico-militare russa è innegabile. Ieri una donna ha protestato contro la statua del dittatore sovietico stringendo in mano un cartello con la poesia di Anna Akhmatova 'Ai difensori di Stalin', dove coloro che lodano il dittatore sono definiti "cari amanti di torture" e "esperti di produzione di orfani".

11:10Calcio: Liga, l’Alaves ufficializza De Biasi nuovo tecnico

(ANSA) - ROMA, 23 SET - "Bienvenido Gianni": conclude così, l'Alaves, l'annuncio sul proprio sito internet con cui ufficializza l'ingaggio del tecnico italiano Gianni De Biasi, assunto con un contratto fino a giugno, con opzione per il rinnovo per la stagione successiva. Nello stesso comunicato il club, ultimo in Liga con zero punti dopo cinque giornate, sottolinea l'esperienza dell'ex ct dell'Albania, abituato a gestire "situazioni complicate" (in Spagna, peraltro, ha già guidato il Levante dieci anni fa). Il 61enne allenatore veneto, che subentra all'esonerato Luis Zubeldia, ha a sua volta dato notizia del nuovo incarico pubblicando su Twitter una sua foto nella città della squadra, la basca Vitoria-Gasteiz, commentando in italiano e spagnolo: "Con grande piacere sarò il nuovo coach dell'Alaves". Prossimo impegno in campionato per i biancazzurri, questo pomeriggio in casa contro il Real Madrid.

11:08Panama Papers, bloccati beni Nawaz Sharif

(ANSA) - ISLAMABAD, 23 SET - Il Tribunale per la Trasparenza del Pakistan ha imposto un blocco delle proprietà mobiliari ed immobiliari dell'ex primo ministro Nawaz Sharif a seguito della sua condanna per "disonestà", che ha comportato l'immediata destituzione dall'incarico, inflittagli dalla Corte Suprema per lo scandalo rivelato attraverso i cosiddetti 'Panama Papers'. Lo riferisce oggi la tv DawnNews. Nell'ordinanza di blocco dei beni, che coinvolge anche tre figli e un cognato dell'ex premier, nonché l'ex ministro delle Finanze Ishaq Dar, il giudice ha convocato tutti i destinatari delle restrizioni a presentarsi davanti a lui in una udienza fissata per il 26 settembre ad Islamabad. Attualmente Sharif si trova da qualche giorno a Londra vicino alla moglie, Begum Kulsoom Nawaz, per cure per un cancro alla gola.

11:06‘Ndrangheta: sequestrati beni a presunto esponente cosca

(ANSA) - SINOPOLI (REGGIO CALABRIA), 23 SET - Beni mobili e immobili per un valore di circa 500 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Reparto operativo nucleo investigativo del Comando provinciale di Reggio Calabria, a Giorgio Violi, di 41 anni, di Sinopoli, con precedenti di polizia, ritenuto appartenente alla cosca di 'ndrangheta "Alvaro-Violi-Macri". Il sequestro è stato fatto in esecuzione di un decreto emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Direzione distrettuale antimafia reggina. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di accertare l'accumulazione beni immobili, tutti dislocati nel comune di Sant'Eufemia di Aspromonte e prodotti finanziari. In particolare, sono stati sequestrati due terreni agricoli da sette ettari ciascuno e conti correnti, libretti di deposito, titoli, azioni, obbligazioni e quote azionarie riconducibili a Violi e a persone appartenenti al suo nucleo familiare. (ANSA).

11:04Arrestato si impicca in cella della Questura di Bologna

(ANSA) - BOLOGNA, 23 SET - Uno straniero arrestato si è suicidato impiccandosi in una cella di sicurezza della Questura di Bologna. E' successo ieri sera verso le 23. L'uomo, un senegalese di 39 anni, avrebbe utilizzato la sua maglia, appendendola alla grata della cella. Era stato arrestato per maltrattamenti in famiglia. Sono in corso accertamenti

Archivio Ultima ora