Migranti: Procuratore Udine, muri aiutano affari trafficanti

(ANSA) – UDINE, 16 SET – “L’innalzamento dei muri aumenta il giro di affari della malavita sulla questione migranti. Non vi è il minimo dubbio. Se si pongono barriere, invece di gestire l’accoglienza, per aggirare l’ostacolo bisognerà rivolgersi sempre di più ai cosiddetti ‘passeur’, che vedranno rifiorire una stagione, per loro proficua, di traffici illeciti. Spero che ciò non accada, ma lo temo”. Lo ha detto a Voci del Mattino, Radio1 Rai, il procuratore di Udine, Antonio De Nicolo. “La Procura di Udine – ha spiegato – ha la particolarità di avere due stati confinanti: l’Austria e la Slovenia. Sotto questo aspetto, mi è sembrato subito importante stabilire un rapporto di collaborazione internazionale con le altre procure, quelle di Klagenfurt e Nova Gorica”. “Segnalo con soddisfazione – ha aggiunto De Nicolo – la costituzione di pattuglie miste italo-austriache sui treni, decisione presa congiuntamente dalla Questura di Udine e dalle autorità della Carinzia”.

Condividi: