Vita da bomber

Pubblicato il 19 settembre 2016 da Emilio Buttaro

 Gigi Riva intervistato dal giornalista Emilio Buttaro

Gigi Riva intervistato dal giornalista Emilio Buttaro

Il quarto atto del campionato è stato davvero sotto il segno dei bomber: in campo, in panchina e in tribuna. Già, perchè dopo undici anni allo stadio di Cagliari si è rivisto addirittura Gigi Riva, uno che ha scritto la storia del pallone. Rombo di Tuono non poteva mancare per il saluto a Nenè, compagno di tante battaglie in quella squadra che nel 1970 vinse uno storico scudetto. Succede allora che la piazza si esalta e la squadra rossoblu, ora allenata da Rastelli, trova il primo successo in campionato. Non avrà sicuramente la personalità e il tiro di Gigi Riva, ma sicuramente Marco Borriello è uno degli attaccanti più in forma del campionato: 4 gol in 4 partite proprio con la maglia del Cagliari ed il CT Ventura che adesso lo tiene d’occhio.

A guidare la classifica del campionato ora c’è il Napoli di Arkadiusz Milik, attaccante polacco in grado di far gol in tutti i modi: già tre doppiette tra campionato e Champions alla media di un gol ogni 53 minuti. Eppure la classifica dei cannonieri la guida Josè Maria Callejon che sulla carta non è un vero bomber ma che in realtà segna più di una punta ed è bravo anche a difendere.

Vincenzo Montella, grande attaccante del passato recente si gode intanto bomber-Bacca, il migliore dei suoi capace di dare ossigeno puro ai rossoneri. Dall’altra parte di Milano, Mauro Icardi è quasi tutto: leader, capitano, cannoniere e addirittura schiacchiajuve, nella serata dell’orgoglio nerazzurro.

Ci sono poi bomber in attesa di rientro come Mattia Destro a Bologna, bomber ritrovati come Ciro Immobile con la maglia della Lazio e bomber senza i quali le loro squadre sono un’altra cosa, vedi cosa succede nella Torino granata con Belotti ancora ai box.

E i bomber in panca? Un nome su tutti: Gonzalo Higuain, stavolta il Pipita entra, sfiora il gol, ed anche se lui c’entra poco, i pluricampioni d’Italia perdono partita, vetta della classifica e qualche certezza.

emiliobuttaro
Emilio Buttaro

Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all'età di sedici anni. Nell'85 ha vinto il concorso nazionale "Vota lo speaker" indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l'anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in scienze politiche, si occupa anche della conduzione di eventi sempre con uno stile giornalistico. Ha collaborato e collabora con varie testate nazionali tra cui: Il Messaggero, La Stampa (redazione sportiva), Radio 24 - Il Sole 24 Ore, Radio Tv Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress




Ultimi articoli


29 novembre 2016

La rinascita di Candreva



21 novembre 2016

Insigne riconquista Napoli



31 ottobre 2016

La carica del Capitano



24 ottobre 2016

L’aeroplanino ora vola davvero



26 settembre 2016

Cuore Toro



12 settembre 2016

Pupone no limits



29 agosto 2016

E’ sempre Napoli champagne



22 agosto 2016

Partita la caccia alla Juve



25 luglio 2016

Altafini, l’ex core ‘ngrato



08 luglio 2016

Quel Contismo da preservare