La Corte rinvia l’Italicum. Il 21 il voto delle mozioni

Pubblicato il 19 settembre 2016 da ansa

Schede elettorali in un seggio di una scuola al centro di Roma, 26 maggio 2013.  ANSA/CLAUDIO ONORATI

Schede elettorali in un seggio di una scuola al centro di Roma, 26 maggio 2013. ANSA/CLAUDIO ONORATI

ROMA. – La Corte costituzionale decide di non condizionare i lavori del Parlamento e, nel giorno in cui si avvia la discussione alla Camera, rinvia ad un futuro non determinato l’udienza sulle sorti dell’Italicum. Sorti che rientrano pienamente, e senza la spada di Damocle della Consulta, nelle mani del Parlamento e delle forze politiche.

Ma il cammino a Montecitorio delle mozioni presentate da Sinistra Italiana e M5s sembra già in un vicolo cieco. Il Pd non si fida, soprattutto della sua minoranza, ed è orientato a bocciare le mozioni delle opposizioni e a non presentarne una sua per evitare problemi interni. Una riflessione è invece in corso per quanto riguarda una ulteriore mozione presentata da Ap per la quale, quando mercoledì si voterà, potrebbe scegliere l’astensione.

La riflessione è comunque aperta e Renzi, in stretto contatto da New York con i gruppi parlamentari, sta studiando come lanciare un segnale concreto per una modifica della legge elettorale che sia funzionale al Sì al referendum. Una conferma che viene anche da Maria Elena Boschi che conferma l’apertura del Governo a modifiche rapide: le modifiche all’Italicum si possono “affrontare anche in questi giorni” ma il Governo, spiega, attende proposte da chi ha chiesto il cambiamento della legge elettorale.

“Mi sembra – osserva – che al momento né FI né M5S sono intenzionati a cambiarle la legge elettorale in questa fase”. Se la minoranza Pd è stranamente silenziosa è toccato a Pierluigi Bersani tornare a punzecchiare i renziani: “io penso che non si possa imbastire una riforma costituzionale consegnandola a meccanismi democratici così regressivi quindi spero in un’iniziativa del Governo per evitare che i senatori nuovi vengano fatti a tavolino, che con il 25% uno pigli tutto e che i deputati vengano nominati non si sa da chi”, ha ribadito l’ex segretario.

Dal Pd fanno comunque sapere che c’è forte disponibilità a cambiare l’Italicum ma non in questo giro parlamentare aperto da Sinistra Italiana. Serve, per i Dem, una discussione che deve essere più approfondita di una mozione che non risolve la questione. Quindi l’ipotesi di una mozione targata Pd verrebbe al momento scartata. Fonti parlamentari spiegano infatti che l’orientamento al No ad una mozione del Pd sarebbe dettato anche dal fatto che la minoranza dem non la voterebbe mai perchè loro, spiegano le medesime fonti, non vogliono modificare l’atteggiamento sul referendum.

Nel gruppo Pd resta aperta la riflessione sull’atteggiamento da mantenere nei confronti di Ap per la cui mozione già si ragione sullo strumento dell’astensione. Per il Pd quindi il rinvio della Consulta non cambia molto: Renzi stesso ha più volte detto che un’eventuale sentenza della Corte non avrebbe cambiato niente rispetto ad una iniziativa sull’Italicum.

Quel che è certo è che la partita è ormai aperta e si apre una fase tattica nella quale tempi e modi diventano fondamentali e le forze politiche dovranno entrare nel merito dei loro “desiderata”. Intanto il premier conferma che il rebus della data del referendum sulle riforme sarà sciolto da un Consiglio dei ministri la settimana prossima e da New York legge un clima più disteso:

“Basta un Sì, il vostro Sì. La settimana prossima, come previsto dalla Legge, il Consiglio dei Ministri fisserà la data del referendum. Sono molto contento – assicura nella consueta Enews – del fatto che il clima sia cambiato, finalmente, anche dopo alcuni confronti civili di questi giorni. Nessuno parla più di attentati alla democrazia e finalmente la discussione sta entrando nel merito”.

(Di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

01:50Molestie sessuali a Wall Street, via due manager

(ANSA) - WASHINGTON, 23 OTT - Dopo il mondo della tv e del cinema gli scandali sessuali sembrano non risparmiare Wall Street. Fidelity Investment, una delle più grandi società di investimento al mondo, ha cacciato due alti dirigenti nelle ultime settimane sullo sfondo di accuse di questo tipo. Lo scrivono i media Usa. C. Robert Chow, 56 anni, si è dimesso a inizio mese per presunti commenti sessuali inappropriati verso alcune colleghe mentre Gavin Baker è stato licenziato in settembre per molestie ad una dipendente di 26 anni. Fidelity non ha voluto commentare nello specifico ma in una nota ha dichiarato che le sue politiche "proibiscono le molestie in qualsiasi forma. Quando una denuncia di questo genere è portata alla nostra attenzione, noi indaghiamo immediatamente e prendiamo misure veloci e appropriate. Noi semplicemente non tollereremo, e non tolleriamo, questo tipo di comportamento".

23:54Malta, migliaia a corteo per chiedere giustizia su blogger

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Migliaia di maltesi sono scesi per le strade de La Valletta per chiedere giustizia su Daphne Caruana Galizia, la giornalista uccisa lunedì scorso in circostanze ancora misteriose. Lo scrive The Times of Malta precisando che al corteo sono state chieste le dimissioni del capo della polizia e del procuratore generale. I manifestanti hanno proposto che un nuovo capo della polizia e un nuovo procuratore vengano immediatamente eletti dalla maggioranza dei due terzi del Parlamento. Le richieste, proposte dal leader dei manifestanti, Michael Briguglio, sono poi state sottoposte alla presidente della Repubblica Marie Louise Coleiro Preca, che ad un certo punto è stata anche vista al corteo. Preca ha detto agli organizzatori della marcia che l'omicidio è stato un atto di codardia e ha poi lanciato un appello ad avere fiducia nelle istituzioni e nella democrazia. Alla marcia non hanno partecipato il premier Joseph Muscat ed il leader nazionalista all'opposizione Adrian Delia.

23:48Slovenia, presidenziali, ballottaggio tra Pahor e Sarec

(ANSA) - LUBIANA, 22 OTT - La Slovenia dovrà attendere il ballottaggio del 12 novembre per conoscere il suo nuovo presidente. Tuttavia, al momento, tra l'uscente Borut Pahor e il principale antagonista tra i nove candidati presentatisi, Marjan Sarec, non sembra esserci storia. Pahor ha di fatto mancato la vittoria al primo turno per un paio di punti percentuale concludendo lo scrutinio delle schede a circa il 47% dei consensi. Sarec si è invece fermato al 25% circa. L'affluenza alle urne è stata del 42,02% per 1,7 milioni di votanti. Il presidente che sarà designato dalle urne in novembre, si insedierà il 23 dicembre.

21:48Pallavolo: serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della seconda giornata del campionato di serie A/1 di pallavolo donne, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Il Bisonte Firenze martedì 25 Foppapedretti Bergamo - Liu Jo Modena 1-3 (27-29, 25-19, 16-25, 18-25) Savino Scandicci - Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-20, 25-19; giocata ieri) Unet E-Work Busto A. - Lardini Filottrano 3-0 (25-18, 25-21, 25-16; giocata ieri) Saugella Monza - Sab Legnano 3-1 (28-26, 21-25, 25-18, 25-14) Pesaro - Igor Gorgonzola Novara 0-3 (19-25, 19-25, 19-25). - Classifica: Scandicci 6; Novara 5; Busto Arsizio 4; Conegliano, Firenze, Legnano, Monza, Filottrano e Modena 3; Bergamo, Casalmaggiore e Pesaro 0.

21:39F1: Usa, al via Ferrari e Vettel subito in testa

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Partenza super di Sebastian Vettel nel Gp degli Usa di F1 appena cominciato sul circuito di texano di Austin, con Usain Bolt starter 'di lusso'. La Ferrari del tedesco è riuscita a sopravanzare la Mercedes di Lewis Hamilton, che era in pole position, e a prendere la testa della gara. Alle spalle dei due favoriti c'è l'altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas.

21:36Incidenti stradali: muore in Calabria bambina di 6 anni

(ANSA) - CIRÒ MARINA (CROTONE), 22 OTT - Una bambina di sei anni é morta in un incidente stradale accaduto stasera a Cirò Marina, in località "Boldito", lungo la statale 106 jonica. La bambina era a bordo di un'automobile condotta dal padre e sulla quale viaggiavano anche la madre e la sorella maggiore. Secondo una prima ricostruzione, il conducente dell'auto ha perso il controllo dell'automobile, forse a causa di un cane che ha attraversato la strada, finendo contro la barriera di protezione. La bambina é morta sul colpo, mentre i genitori e la sorella sono rimasti feriti e sono stati portati nell'ospedale di Crotone. Le loro condizioni, comunque, non sarebbero gravi. Sul luogo dell'incidente, per i rilievi, si é recato il personale della Polizia stradale insieme ai carabinieri. (ANSA).

21:29Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Bunge Ravenna rinviata Calzedonia Verona - Sir Safety Perugia 0-3 Wixo Piacenza - Callipo Vibo Valentia 3-2 Kioene Padova - Diatec Trentino 1-3 Biosì Sora - Azimut Modena 0-3 Revivre Milano - Gi Group Monza 3-1 BCC Castellana Grotte - Taiwan Latina 3-1 - Classifica: Perugia e Modena 6; Milano 5; Piacenza e Trentino 4; Civitanova, Monza e Castellana Grotte 3; Verona 2; Ravenna, Latina e Vibo Valentia 1; Sora e Padova 0.

Archivio Ultima ora