Calcio: Guardiola a Tourè “non gioca finché non si scusa”

(ANSA) – ROMA, 20 SET – “Fino a quando non ci saranno le scuse del suo agente nei confronti del Manchester City, dei giocatori e dell’allenatore, Yaya Tourè non giocherà”. Parola di Pep Guardiola. L’allenatore risponde così alle critiche del procuratore di Tourè, Dimitri Seluk, che ha parlato di umiliazione per il proprio assistito, dopo l’esclusione del giocatore ivoriano dalla lista Champions. “Non posso accettare che un procuratore dica queste cose ai media – le parole di Guardiola – non oso immaginare cosa sarebbe successo se il mio agente avesse detto queste cose nei confronti di Cruijff quando giocavo nel Barcellona. Se Seluk ha problemi che prenda appuntamento con Beguiristain e ne parli col club. Non è stato facile per me non inserire Yaya nella lista Champions – ha aggiunto Guardiola – così come lui anche Alex Garcia, l’altro giocatore escluso”. Intanto, Tourè, proprio oggi, sui social ha annunciato l’addio alla Nazionale della Costa d’Avorio.

Condividi: