Obama attacca Putin e Trump, no a populismi e uomini forti

Pubblicato il 20 settembre 2016 da ansa

US President Barack Obama delivers his address during the United Nations 71st session of the General Debate at the United Nations General Assembly at United Nations headquarters in New York, New York, USA, 20 September 2016.  EPA/PETER FOLEY / POOL

US President Barack Obama delivers his address during the United Nations 71st session of the General Debate at the United Nations General Assembly at United Nations headquarters in New York, New York, USA, 20 September 2016. EPA/PETER FOLEY / POOL

NEW YORK. – No ai muri. No ai populismi e ai nazionalismi. E soprattutto no al mito degli uomini forti. E’ il messaggio che Barack Obama lancia nel suo ultimo intervento davanti all’Assemblea generale dell’Onu, rivolto al mondo intero ma anche alla sua America che, a poche settimane dal voto, si trova ad un bivio. Così il presidente Usa non rinuncia ad attaccare Donald Trump ma anche Vladimir Putin. E a lanciare un forte appello a tutta la comunità internazionale: i rifugiati vanno accolti ed aiutati, bisogna fare di più per loro.

Un discorso appassionato quello di Obama che – rispondendo ai suoi detrattori – fa un bilancio dei progressi fatti negli otto anni in cui è stato alla Casa Bianca: dalla catastrofe evitata dopo la crisi finanziaria alle nuove relazioni con Cuba e l’Iran, passando per importanti accordi come quelli sul clima, tirando dentro anche la Cina.

Ma il presidente americano, oltre a guardare alla sua eredità, si toglie diversi sassolini dalle scarpe, criticando anche un alleato come Benyamin Netanyahu: “La diplomazia è la vera chiave per fermare la violenza. Non si può affermare la propria leadership sminuendo gli altri. E Israele sa che non può occupare in via permanente la terra palestinese”.

Tutto l’intervento è imperniato sul rischio che molti Paesi, compresi gli Stati Uniti, di fronte a terrorismo e migrazioni scelgano la strada dell’isolazionismo e dell’egoismo: “Un Paese circondato da muri imprigionerebbe sé stesso”, afferma. “Bisogna aprire i nostri cuori per accogliere i rifugiati e i disperati nelle nostre case”, insiste, rivolgendosi poi direttamente agli americani: “Aiutare chi ne ha bisogno rende gli Stati Uniti più sicuri”.

Altro, quindi, che i muri e il pugno di ferro propagandato da Donald Trump. “Bisogna respingere ogni forma di fondamentalismo, di razzismo o credo di superiorità etnica. Serve il rispetto di tutti gli esseri umani e di tutte le culture e religioni”.

Obama alterna momenti in cui vola alto, da Nobel per la pace, con toni ispirati con cui chiede più giustizia nel mondo, riducendo il gap tra ricchi e poveri e lavorando per società ed economie più inclusive. Poi improvvisamente l’affondo anche sull’arcirivale Putin: “La Russia sta cercando di riguadagnare la gloria perduta tramite la forza”, afferma riferendosi in particolare al conflitto con l’Ucraina. Ma difficile che il presidente Usa non abbia pensato al Cremlino anche quando riafferma “il rispetto dei diritti di tutti gli esseri umani”, che siano oppositori politici o gay.

Invita tutti, poi, a non cedere al pessimismo e al cinismo di fronte alle difficoltà. Perché se è vero che la globalizzazione va corretta questo va fatto andando avanti: “Il mondo oggi è di fronte a una scelta, e il rischio è che si possa tornare indietro”.

Ecco di nuovo lo spettro dei muri, il termine più usato da Obama nel suo intervento. Un lungo applauso lo saluta. Il prossimo anno dal palco dell’Assemblea generale dell’Onu sarà la volta di Hillary Clinton o di Donald Trump.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

12:50Nuoto: Settecolli, Pellegrini in finale 200 sl

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Federica Pellegrini si qualifica alla finale dei 200 sl del torneo internazionale Settecolli con il tempo di 1:57.89, miglior risultato di giornata sulla distanza. Tra le prime otto che si sfideranno nella finale A del pomeriggio figura anche l'altra azzurra Alice Mizzau, giunta terza nella stessa batteria della veneta con il tempo di 1:59.11. "L'ho sentita parecchio la gara - le parole di Pellegrini a fine gara - sarà bello competere nel pomeriggio con tante campionesse. La tensione c'è sempre, di solito al Settecolli ci arrivavo piano piano e invece oggi ho iniziato subito con i 200: così è pronti via senza parametri ma sono contenta". Dopo il Settecolli, la partenza per l'allenamento di altura prima dei Mondiali di Budapest: "Stavolta parto dopo per farla più a ridosso possibile del Mondiale. Vediamo se questa scommessa sarà una buona scommessa oppure no", ha aggiunto Federica.

12:39Carabinieri: Del Sette, presenza Arma è presenza Stato

(ANSA) - PORDENONE, 23 GIU - "La presenza dell'Arma è la presenza dello Stato": lo ha affermato il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, in occasione dell'inaugurazione del nuovo Comando provinciale dei Carabinieri di Pordenone. "In tutta Italia stiamo lavorando per continuare ad ammodernare le nostre strutture - ha aggiunto - realizzandone anche di nuove, per essere sempre più vicini alla gente. Il passaggio fondamentale sarà far riconquistare fiducia ai cittadini: il nostro operare quotidiano deve essere orientato sia alla fattiva tutela della legalità, sia all'aumento della percezione della sicurezza, oggi non ancora allineata ai dati che riferiscono di reati in calo", ha concluso Del Sette.

12:34Calcio: minacce via Fb a speaker Bari, lui lascia e denuncia

(ANSA) - BARI, 23 GIU - Lo speaker del Bari Max Boccasile ha deciso di abbandonare l'incarico dopo che la sua fidanzata ha ricevuto, via Facebook, una minaccia da un account poi rimosso: "Ascolta un consiglio spassionato. Se non vuoi finire con la faccia bella che tieni nell'acido, dì all'amore tuo di lasciare il posto di speaker. E stai muta". "Ho avviato le pratiche per la denuncia alla Polizia postale - spiega Boccasile - dopo aver ricevuto, insieme alla mia compagna, minacce e insulti affinché abbandonassi l'incarico di speaker del Bari. Lo farò, dunque, lascio il microfono allo stadio, ma andrò fino in fondo sul piano legale. Voglio che si sappia chi c'è dietro i profili e account social responsabili delle intimidazioni. Non ho tolto il posto a nessuno, ma ricoperto una posizione che era rimasta scoperta nel club". Boccasile spiega di aver iniziato con i suoi legali una battaglia "a tutela della sicurezza e dell'incolumità" sua e di suoi cari. "Sono dei miserabili e in questo momento ringrazio chi mi ha sostenuto".

12:31MotoGp: Olanda, Petrucci il migliore nelle prime libere

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - E' di Danilo Petrucci il miglior tempo della prima sessione di prove libere del Gp d'Olanda, classe MotoGp, in programma domenica sul circuito di Assen. Il pilota ternano della Ducati Pramac ha fatto segnare 1'34"680 precedendo di 106 millesimi il francese Yohann Zarco (Yamaha Tech 3) e di 142 millesimi il britannico Cal Crutchlow (LCR Honda). Quarto tempo in 1'34"829 per Andrea Dovizioso (Ducati), vincitore delle ultime due gare del Motomondiale al Mugello e a Barcellona. Quinta la prima Yamaha ufficiale, quella di Valentino Rossi, che accusa un ritardo di 161 millesimi da Petrucci. Sesta la Suzuki di Andrea Iannone, settima la Honda di Dani Pedrosa, nona la Ducati di Jorge Lorenzo, dodicesima la Yamaha di Maverick Vinales e tredicesima la Honda di Marc Marquez.

12:07Basket: Nba, la prima scelta del draft è Markelle Fultz

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - E' Markelle Fultz, playmaker di Washington, la prima scelta del Draft Nba, tenutosi nella notte al Barclays Center di New York, casa dei Brooklyn Nets. Fultz andrà ai Philadelphia 76ers dopo che la franchigia si era appropriata nei giorni scorsi del turno dei Boston Celtics in cima al tabellone. La seconda scelta è Lonzo Ball, playmaker di UCLA che approda ai Los Angeles Lakers. Terzo è Jayson Tatum, ala di Duke, che andrà a rinforzare i Boston Celtics. Per quanto riguarda il mercato i Chicago Bulls scambiano con i Minnesota Timberwolves Jimmy Butler in cambio di Zach Lavine, Kris Dunne e la settima scelta del draft, commutata poi a stretto giro dalla dirigenza dei Bulls in Lauri Markkanen, promettente lungo finlandese.

12:02Stalking: sms osceni a figlia minorenne, arrestato

(ANSA) - LOCRI (REGGIO CALABRIA), 23 GIU - Ha pedinato e controllato la ex compagna e la loro figlia minorenne, ha minacciato la donna ed ha inviato alla ragazza messaggi erotici sul telefonino. Per questi motivi, i carabinieri della Compagnia di Locri, in esecuzione di un'ordinanza del Gip, hanno arrestato e posto ai domiciliari un 39enne accusato di stalking. Le molestie, secondo l'accusa, sono andate avanti dal marzo 2016 al maggio 2017 perché l'uomo non accettava la fine della relazione. Una situazione che ha creato alla donna ed alla figlia un perdurante e grave stato di paura, tanto da costringerle ad alterare le proprie abitudini di vita. Le indagini sono iniziate nel gennaio scorso dopo la segnalazione di una psicologa in servizio all'Asp di Reggio Calabria che ha segnalato l'invio di messaggi "osceni" sul cellulare della minore. I riscontri dei carabinieri hanno consentito di accertare le responsabilità dell'uomo che è stato quindi arrestato su richiesta della Procura della Repubblica. (ANSA).

11:54Siria: Mosca, missili da navi russe contro Isis

(ANSA) - MOSCA, 23 GIU - Missili lanciati da navi militari russe schierate nel Mediterraneo orientale hanno distrutto postazioni di comando e depositi di armi e munizioni dell'Isis vicino ad Akerbat, nella provincia siriana di Hama: lo riferisce il ministero della Difesa russo. "I lanci di sei missili da crociera Kalibr - sostiene Mosca - sono stati effettuati dalla parte orientale del Mediterraneo dalle fregate 'Ammiraglio Essen' e 'Ammiraglio Grigorovich' e dal sottomarino 'Krasnodar' su obiettivi del gruppo terroristico Isis in Siria".

Archivio Ultima ora