Renzi incalza i leader dell’Ue, tutti sotto scacco elettorale

Pubblicato il 20 settembre 2016 da ansa

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi durante il suo intervento al Council on Foreign Relations di New York, 20 settembre 2016.  ANSA / US PALAZZO CHIGI - TIBERIO BARCHIELLI

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi durante il suo intervento al Council on Foreign Relations di New York, 20 settembre 2016.
ANSA / US PALAZZO CHIGI – TIBERIO BARCHIELLI

NEW YORK. – E’ una visione del “giorno per giorno”, condizionata anche dagli appuntamenti elettorali nei singoli Paesi, l’ostacolo principale a una risposta concreta, a una strategia di lungo periodo sulle grandi questioni che si pongono all’Europa dopo la Brexit.

Tra i tavoli di una cena di gala al Museo di scienze naturali di New York, subito dopo aver ricevuto dalle mani del segretario di Stato americano John Kerry un premio del think thank Atlantic Council, Matteo Renzi sembra quasi sfogarsi riprendendo il filo del ragionamento che lo ha portato allo strappo in Ue e a segnare una distanza da Angela Merkel e Francois Hollande, il presidente francese che è sempre più in asse con la cancelliera tedesca.

Dalla prossima settimana la testa e l’impegno sarà soprattutto in Italia: parte il “countdown” che porterà al voto del referendum costituzionale. Ma su questo fronte il premier si mostra ben più ottimista, a poche ore dalla decisione della Consulta di rinviare il suo giudizio sull’Italicum: sulla legge elettorale si entrerà probabilmente nel vivo dopo il referendum – è il ragionamento – ma intanto diventa chiaro che la riforma costituzionale “non riguarda la legge elettorale”.

Sollecitato dai giornalisti, il premier non commenta il pressing della minoranza Pd, ma conferma l’apertura all’ascolto delle posizioni in Parlamento. Ad ora, però, ragionano i parlamentari a lui vicini, le condizioni per cambiare continuano a non vedersi: solo dopo il referendum, comunque vada, ciascuno potrà probabilmente mettere davvero le carte in tavola.

Ma da New York Renzi ci tiene a rimarcare soprattutto il campo della sua battaglia in Europa, per politiche di crescita e per risposte concrete sull’immigrazione. “La verità – si rammarica – è che manca la volontà politica di trovare una soluzione all’ondata migratoria nel Mediterraneo”.

Nel Vecchio Continente, denuncia nel ricevere il premio Global Citizen, prevale un messaggio di “paura nel futuro”. “L’Italia salva vite nel Mediterraneo perché possiamo perdere qualche voto, ma non possiamo perdere i nostri valori”, afferma dal palco, ribadendo un concetto a lui caro. Poi a margine dei lavori dell’Assemblea generale Onu, colloca l’Italia “dalla parte del coraggio contro la paura di chi tira su muri”.

Ma l’agenda dell’Ue, osserva Renzi, è condizionata dagli appuntamenti elettorali: “Siamo quasi tutti sotto scopa elettorale, in Germania, in Francia e anche noi abbiamo il referendum…”. Ma non si può per questo temporeggiare e fermarsi alle parole sui grandi temi, dalla necessità di crescita all’accoglienza dei rifugiati.

Non ci si può fermare alle parole come a Bratislava: “Mi hanno invitato a Berlino dopo la Brexit per discutere insieme del futuro dell’Europa, ma non si capisce perché, a questo punto”. Il giornale tedesco Die Welt lo attacca: le sue critiche alla Merkel sono “segno di crescente nervosismo” e frutto della “lotta per la propria sopravvivenza politica” ma “ciò è rischioso” per lui e la cancelliera.

Il presidente del Consiglio italiano però non si scompone, rivendica la sua scelta di dire in chiaro, a microfoni accesi, ai colleghi europei come la pensa. Per sconfiggere i populismi, è la convinzione, servono risposte concrete, non parole “scritte con l’inchiostro simpatico”, non serve assecondare la paura.

(dell’inviata Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

19:34Calcio: Inter, Gagliardini “se avanti così Champions si può”

(ANSA) - MILANO, 19 GEN - "La Champions e' raggiungibile. Veniamo da diverse vittorie e se andiamo avanti con la stessa voglia di vincere ogni partita, arriveremo in alto". Il centrocampista dell'Inter Roberto Gagliardini e' convinto che la squadra nerazzurra possa completare la rimonta al terzo posto. "A Palermo ci aspetta una partita importantissima per dare continuità ai nostri risultati: se scenderemo in campo con l'atteggiamento visto nelle ultime uscite, sono sicuro che conquisteremo i tre punti".

19:28Fuma con la figlia incinta accanto, automobilista multato

(ANSA) - TRENTO, 19 GEN - Multato a Trento dalla Polizia locale un automobilista perché stava fumando una sigaretta mentre al suo fianco c'era la figlia incinta. Gli agenti, verificato l'avanzato stato di gravidanza della giovane donna, hanno contestato e verbalizzato al conducente, un sessantenne del capoluogo, una sanzione si 110 euro per l'inosservanza della legge 3 del 16/01/2003, recentemente modificata dal decreto legislativo 16 gennaio 2016. L'articolo 51 della norma prevede il "divieto di fumare da parte del conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e dei passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza".

19:26Pompieri su resti relitto Concordia per principio incendio

(ANSA) - GENOVA, 19 GEN - Principio di incendio sui resti del relitto della Concordia, la nave da crociera naufragata nel 2012 davanti alle coste dell'isola del Giglio e ora in superbacino per essere definitivamente smantellata. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e le squadre antincendio del porto. Secondo quanto appreso, tutto sarebbe partito dalla coibentazione della sala macchine. L'intervento dei pompieri è terminato in pochi minuti.

19:25Terremoto: M5s cancella mobilitazione per voto dopo Consulta

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Il M5s ha deciso di cancellare, per rispetto del difficile momento che sta vivendo il Paese a causa delle conseguenze del terremoto, la manifestazione prevista a ridosso della sentenza della Corte Costituzionale sulla legge elettorale. E' quanto filtra da ambienti del M5s. I 5 Stelle avevano in programma di organizzare per il 24 sera un evento davanti il Parlamento per reclamare le urne elettorali.

19:21Craxi: Berlusconi, onorato ogni volta mio nome accostato suo

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "La sua eredita' politica, il socialismo riformatore,liberale, occidentale e' una delle parti migliori della tradizione politica del nostro Paese. La considero parte integrante del progetto politico che ho creato quando ho fondato Forza Italia, anche per impedire che l'Italia cadesse nelle mani della sinistra post-comunista. Continuo a credere che questa tradizione politica riformista, assieme a quella liberale e a quella cristiana, siano i fondamenti sui quali costruire il futuro dell'Italia Bettino Craxi e' anche un simbolo della dignita' della politica. Per questo sono onorato ogni volta che il mio nome viene accostato al suo, per quanto la cosa avvenga spesso con intenti polemici, come qualche giornale ha fatto anche oggi". Lo afferma Silvio Berlusconi in un passaggio della lettera inviata alla famiglia di Bettino Craxi.

19:21Usa: ex presidente Bush e moglie ancora in ospedale

(ANSA) - NEW YORK, 19 GEN - L'ex Presidente degli Stati Uniti George H. W. Bush e la moglie Barbara restano in ospedale a Houston, lui ricoverato in terapia intensiva, lei sotto antibiotici e in osservazione con sintomi di tosse e affaticamento. L'ex capo della Casa Bianca, che ha 92 anni, "ha subito una piccola operazione per liberare le vie aeree, che ha richiesto l'anestesia", ha detto il portavoce della famiglia, Jim McGrath. Alla base dell'intervento, "una crisi respiratoria acuta provocata dalla polmonite", ha spiegato. Quanto a Barbara, che ha un anno meno del marito, non si sentiva bene da un paio di settimane "e ha deciso di mettere la faccenda in mano agli esperti". Inizialmente i medici avevano pronosticato di dimettere lui entro la settimana, ma adesso ci hanno ripensato e non c'è ancora una data per rimandarlo a casa. Idem per la moglie: l'ospedale vuole vedere come reagisce alle terapie. I Bush hanno festeggiato il 6 gennaio il 72esimo anniversario di matrimonio, il più lungo nella storia dei presidenti Usa.

19:16Prodi da Gentiloni a Palazzo Chigi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Incontro a Palazzo Chigi tra il premier Paolo Gentiloni e Romano Prodi. L'ex premier è arrivato da solo a piedi a Palazzo Chigi verso le 14,50 e si è intrattenuto con il presidente del consiglio per poco più di un'ora. Alla domanda sul motivo della visita, l'ex presidente della commissione Ue non ha risposto.

Archivio Ultima ora