Compravendita senatori: prescrizione per Berlusconi

Pubblicato il 20 settembre 2016 da ansa

Compravendita senatori, prescrizione per Berlusconi e Lavitola. Napoli, ma il sostituto procuratore generale chiede che sia dichiarata la responsabilità

Compravendita senatori, prescrizione per Berlusconi e Lavitola. Napoli, ma il sostituto procuratore generale chiede che sia dichiarata la responsabilità

NAPOLI. – L’Operazione Libertà, ovvero la cooptazione di parlamentari del centrosinistra per farli passare allo schieramento opposto e determinare così la crisi della maggioranza e la caduta del governo Prodi, fu ”partorita da Lavitola in accordo con Berlusconi”. E si trattò di un ”accordo corruttivo” come dimostrato nel caso del senatore Sergio De Gregorio che, eletto nelle liste dell’Idv, fece ”mercimonio della libertà di voto” ottenendo tre milioni di euro sotto forma di finanziamento al suo Movimento Italiani nel Mondo.

É un duro atto di accusa quello racchiuso in circa tre ore di requisitoria del sostituto procuratore generale Simona Di Monte al processo di appello per la presunta compravendita dei senatori che vede imputati per corruzione l’ex premier Silvio Berlusconi e l’ex direttore dell’Avanti Valter Lavitola, che avrebbe svolto, tra l’altro, un ruolo di intermediario tra il leader del Pdl e De Gregorio.

Per il pg entrambi – condannati in primo grado a tre anni di reclusione – sono responsabili ma non possono essere puniti perché è trascorso troppo tempo dalla commissione dei fatti, datati tra il 2006 e il 2008: per questo la Di Monte ha chiesto ai giudici della seconda sezione della Corte di Appello di Napoli (presieduta da Patrizia Mirra) di riconoscere la responsabilità degli imputati e nel contempo dichiarare la prescrizione del reato.

Il pg ha ricostruito i passaggi salienti della vicenda giudiziaria, scaturita dall’inchiesta dei pm di Napoli Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, di cui proprio le dichiarazioni di De Gregorio costituiscono uno dei capisaldi. La Di Monte ha evidenziato ”la vicinanza tra Lavitola e Berlusconi, una vicinanza forte e radicata e non dell’ultima ora”. A tale proposito ha ricordato ”il ”fortissimo legame che consentiva a Lavitola di accedere alla villa di Berlusconi in Sardegna e, in sua assenza, di ricevere gli ospiti del governo panamense”.

Un legame (che poi si trasformerà in ostilità da parte di Lavitola al ritorno in Italia dopo la latitanza) che esisteva ”a dispetto della contrapposizione di Lavitola e Forza Italia della Campania”. Il rappresentante dell’accusa ha definito l’Operazione Libertà come ”l’iniziativa assunta da Berlusconi di far transitare dal centrosinistra al centrodestra un numero di senatori sufficiente a far cadere la maggioranza e andare a nuove elezioni o a larghe intese, una sorta di Nazareno anticipato”.

”E’ stato accertato – ha detto il pg – che Forza Italia corrispondeva finanziamenti ai partiti della coalizione non tali da poter legittimare i contribuiti di 3 milioni di euro che andavano al Movimento Italiani nel Mondo (che faceva riferimento a De Gregorio, ndr), una cifra sproporzionata”.

La Di Monte si è anche soffermata sulla qualifica di ”atto contrario ai doveri di ufficio” contestati a parlamentari che, sulla base di quanto stabilito dalla Costituzione non hanno un vincolo di mandato. ”Si è detto – ha affermato – che De Gregorio ha agito secondo libertà di coscienza, un figliol prodigo coerente con le posizioni politiche di sempre. Il parlamentare deve votare secondo coscienza nell’interesse della Nazione. De Gregorio ha fatto mercimonio non del singolo voto ma della libertà di voto. E la libertà è una categoria del dovere. Il voto deve essere libero non solo nei confronti del partito a maggior ragione rispetto a un accordo corruttivo”.

De Gregorio quindi ”ha venduto al miglior offerente sulla piazza della corruzione il diritto-dovere della libertà di voto”. Il processo riprenderà il 18 ottobre prossimo, quando saranno fissate le arringhe della parte civile, del legale di Forza Italia, avvocato Bruno Larosa, dei difensori di Berlusconi, avvocati Michele Cerabona e Niccolò Ghedini e di quelli di Lavitola, avvocati Sergio Cola e Marianna Febbraio.

Ultima ora

23:47Nuoto:Mondiali, Settebello ko con Croazia, niente semifinale

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Niente semifinale per il Settebello ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. Nei quarti di finale, gli azzurri sono stati sconfitti dalla Croazia 12-9 (3-2, 5-5, 8-6). Per i croati c'è adesso la Serbia, mentre l'altra semifinale sarà tra Grecia e Ungheria.

21:29Incendi: certo il dolo in roghi sud Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 25 LUG - Il Corpo Forestale della Sardegna ha già avviato le indagini per risalire ai responsabili degli incendi dolosi appiccati nel sud dell'Isola, nei territori di Quartu Sant'Elena e di Muravera. Nel pomeriggio di oggi la linea spegnimento dell'apparato antincendi regionale è stata infatti messa a dura prova dai due pericolosi eventi in concomitanza. Nel primo erano sei i punti-incendio dolosamente appiccati in rapida sequenza in agro di Quartu, località San Martino e Frapponti. Il secondo incendio è divampato nelle campagne di Muravera e ha proseguito velocemente in direzione del villaggio turistico di Santa Giusta sino a lambirne il perimetro. Il Corpo Forestale ha coordinato le operazioni di spegnimento operando su entrambi gli eventi con sette squadre dello stesso Corpo, sette dell'Agenzia Forestas e 13 di associazioni di volontariato. Assegnati sui due eventi tre elicotteri regionali, uno dell'esercito e un Canadair. Le forze statali competenti in materia di soccorso pubblico e pubblica sicurezza hanno curato l'evacuazione del villaggio turistico. Il sistema antincendi sta continuando a contrastare il fuoco e a monitorare l'insorgere di ulteriori roghi nelle zone delle operazioni. (ANSA).

21:27Calcio: Ederson confessa, ‘ho tumore a testicolo’

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 25 LUG - Il centrocampista brasiliano Ederson Honorato Campos ha reso noto oggi di avere un tumore a un testicolo, scoperto al termine di un esame antidoping. Per potersi curare l'ex laziale, 31 anni, è stato così momentaneamente tolto dalla lista dei giocatori del Flamengo, dove è approdato due anni fa. "Sono triste ma anche tranquillo per il futuro che mi aspetta", ha detto il giocatore in una conferenza stampa a Rio de Janeiro.

21:11Johnny Zingaro, arrestato in appartamento in provincia Siena

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - E' stato arrestato in un appartamento di Taverne d'Arbia, in provincia di Siena, Johhny lo Zingaro. Assieme al latitante sono stati arrestati anche la compagna e alcuni fiancheggiatori. L'operazione è stata svolta da agenti dello Sco della Polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.(ANSA).

20:59Travolta da un’onda, 15enne ungherese muore in Gallura

(ANSA) - OLBIA, 25 LUG - Una ragazza ungherese di 15 anni è morta annegata questo pomeriggio a Costa Paradiso, nel comune di Trinità d'Agultu, in Gallura. La giovane è stata travolta da un'onda mentre si trovava sopra uno scoglio, forse per ammirare lo spettacolo del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale. Il corpo è stato recuperato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Sassari con a bordo una equipe medica del 118 che ha tentato di rianimare la 15enne per oltre mezz'ora. Purtroppo per l'adolescente non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

20:53Sesso in cambio di favori, arrestato cc ispettorato lavoro

(ANSA) - LIVORNO, 25 LUG - I carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura livornese, un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un sottufficiale dell'Arma che ha comandato il nucleo carabinieri dell'ispettorato del lavoro livornese. Il cc è accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali in cambio di favori. Le indagini, spiega una nota della procura, "hanno fatto emergere fatti per i quali viene ipotizzata la sistematica strumentalizzazione dei poteri connessi alla funzione di controllo dell'ispettorato del lavoro per ottenere favori di vario genere ed in particolare prestazioni personali". Il gip Antonio Del Forno ha perciò ritenuto sussistenti gravi indizi di concussione continuata, consumata e tentata e ha emesso l'ordinanza di arresto per il sottufficiale ora in servizio a Firenze: l'uomo si trova ai domiciliari, dopo il trasferimento fuori dalla Toscana. Le indagini proseguono: gli inquirenti non escludono che possano esserci altri casi non ancora venuti alla luce.

20:35Siccità: Regione Calabria chiede stato calamità naturale

(ANSA) - CATANZARO, 25 LUG - La Giunta regionale della Calabria, riunitasi sotto la presidenza di Mario Oliverio, ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. La decisione dell'esecutivo é stata presa su proposta dello stesso presidente Oliverio. "La siccità - si afferma in una nota dell'ufficio stampa della Giunta - ha già fatto registrare centinaia di migliaia di euro di danni nel settore agricolo".

Archivio Ultima ora