Ecco le misure contro il cyberbullismo approvate dalla Camera

Pubblicato il 20 settembre 2016 da ansa

Ecco le misure contro il cyberbullismo approvate dalla Camera

Ecco le misure contro il cyberbullismo approvate dalla Camera

ROMA. – Chiunque, anche se minorenne, potrà chiedere ai gestori dei siti internet la rimozione o l’oscuramento di contenuti che costituiscano oggetto di cyberbullismo: lo prevede la proposta di legge approvata dall’Aula della Camera (con 242 sì, 73 no e 48 astenuti) che passa ora al Senato.

Il testo offre la prima definizione normativa del bullismo e del cyberbullismo, e consente di richiedere la rimozione di contenuti oggetto di persecuzione online sia al minore sia al suo genitore. Il Garante per la Privacy verifica l’intervento del gestore del sito e, se questi non abbia adottato le misure entro 48 ore dalla richiesta, vi provvede direttamente.

I gestori dei siti dovranno dotarsi di specifiche procedure per il recepimento e la gestione delle richieste di oscuramento, rimozione o blocco dei dati; ed analoghi obblighi riguardano la comunicazione di tali procedure sull’home page degli stessi siti.

LE DEFINIZIONI: Il bullismo è definito come l’aggressione o la molestia, da parte di singoli o più persone, nei confronti di una o più vittime allo scopo di ingenerare in essi timore ansia o isolamento ed emarginazione; sono manifestazioni di bullismo una serie di comportamenti di diversa natura: atti vessatori, pressioni o violenze fisiche e psicologiche, istigazione all’autolesionismo e al suicidio, minacce e furti, danneggiamenti, offese e derisioni anche relative alla razza, alla lingua, alla religione, all’orientamento sessuale, all’opinione politica, all’aspetto fisico o alle condizioni personali e sociali della vittima.

Il cyberbullismo è definito come fenomeno che si manifesta attraverso un atto o una serie di atti di bullismo che si realizzano attraverso la rete telefonica, la rete Internet, i social network, la messaggistica istantanea o altre piattaforme telematiche.

LE SANZIONI: Per atti di bullismo che non costituiscano reati procedibili d’ufficio, fino a quando non sia stata proposta querela o presentata denuncia, il questore potrà convocare il responsabile ammonendolo oralmente ed invitandolo a tenere una condotta conforme alla legge.

Se l’ammonito è minorenne, il questore convoca con l’interessato almeno un genitore. Lo stalking commesso per via informatica o telematica sarà punito con la reclusione da 1 a 6 anni, anche in casi di scambio di identità e invio di messaggi o la divulgazione di testi o di immagini o con la mediante diffusione di dati sensibili immagini o informazioni private, carpiti con l’inganno o con minacce.

DOCENTE ANTI-BULLI IN OGNI SCUOLA. In ogni istituto tra i professori sarà individuato un referente per le iniziative contro il bullismo e il cyberbullismo. Al preside spetterà informare subito le famiglie dei minori coinvolti in atti di bullismo e, se necessario, convocare tutti gli interessati per adottare misure di assistenza alla vittima e sanzioni e percorsi rieducativi per l’autore.

(di Francesco Bongarrà/ANSA)

Ultima ora

02:25Ballottaggi: Giordani vince a Padova, Sboarina a Verona

(ANSA) - VENEZIA, 26 GIU - Il centrodestra si riprende Verona, che chiude così l'era di Flavio Tosi, il centrosinistra Padova, che lascia fuori di Palazzo Moroni il leghista Massimo Bitonci. Federico Sboarina, candidato di Fi e Lega, è il nuovo sindaco della città scaligera, dove con il 57,9% dei consensi ha battuto la candidata, e compagna di Tosi, Patrizia Bisinella (42,1%), che al secondo turno godeva anche dell'appoggio del Pd. Un ribaltone simbolico se letto attraverso la lente leghista, dato che Verona era una delle città su cui puntava per il successo il leader del Carroccio, Salvini, acerrimo avversario dell'ex leghista Tosi. A Padova vince il candidato 'civico' dei Dem Sergio Giordani, che, che grazie all'apporto fondamentale della 'Coalizione Civica' di Arturo Lorenzoni, strappa la poltrona di sindaco alla Lega, defenestrato dalla sua maggioranza nel novembre 2016. Giordani, imprenditore, ha conquistato il 51,8% dei voti del ballottaggio; Bitonci si è fermato al 48,2%.

00:39Comunali: Catanzaro, Abramo sindaco per la quarta volta

(ANSA) - CATANZARO, 25 GIU - É quasi certo un quarto mandato come sindaco di Catanzaro per Sergio Abramo, 59 anni, del centrodestra, imprenditore, sostenuto da sei liste. Exit poll e proiezioni gli attribuiscono una percentuale del 65,5%, nettamente superiore rispetto a quella del suo concorrente, Vincenzo Antonio Ciconte, 62 anni, del centrosinistra, appoggiato da 11 liste, per il quale il risultato che si profila é il 34,5%. Abramo, che al primo turno aveva ottenuto il 39,72%, é il sindaco uscente ed era stato primo cittadino a Catanzaro dal 1997 al 2005. Vincenzo Antonio Ciconte, primario cardiologo, che l'11 giugno aveva ottenuto il 31,04%, é stato sostenuto da 11 liste. "Il centrodestra - ha detto a caldo Abramo - quando é unito e riesce anche a rinnovare, con 7 donne che entreranno in Consiglio con la mia elezione, diventa vincente. A Catanzaro abbiamo sbaragliato Pd e 5 stelle". (ANSA).

00:37Ballottaggi: Italia, ha votato il 46,03%

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - E' stata del 46,03% l'affluenza alle urne rilevata alle 23, alla chiusura dei seggi per i ballottaggi in 103 comuni chiamati al voto (il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e Sicilia). Al primo turno, alle ore 23, la percentuale dei votanti era stata del 58%.

00:19Calcio: Donnarumma, ‘attacco hacker, chiudo profili social’

(ANSA) - MILANO, 25 GIU - Si aggiunge un nuovo mistero sul caso Donnarumma. Il portiere del Milan annuncia di aver subito un "attacco hacker" sui propri account e di aver deciso quindi "di chiudere i social". Donnarumma aveva poco prima affidato a Instagram i suoi pensieri, aprendo alla possibilità di "rinnovare il contratto con il Milan" dopo gli Europei Under21, mentre nel pomeriggio aveva scritto un post su Twitter, spazzando via le voci su presunti screzi con il suo agente Mino Raiola, che a sua volta sempre su Twitter in serata aveva scritto in inglese: "Donnarumma x Haters 1-0. E adesso?" Il Milan per ora rimanda al giocatore ogni tipo di delucidazione.

00:19Ballottaggi:a Oristano vince l’astensione con il 44% votanti

(ANSA) - ORISTANO, 25 GIU - Crollo verticale dell'affluenza, in calo di quasi 20 punti, ad Oristano nel secondo turno delle elezioni amministrative. La percentuale di votanti alla chiusura dei seggi si ferma, infatti, al 43,9% rispetto al 61,9% del primo turno. (ANSA).

00:00Exit poll, avanza il centrodestra

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - I primi exit poll sembrano premiare il centrodestra ai ballottaggi delle Comunali segnati da una forte astensione. Lo schieramento è in testa a Genova, dove Emg per La7 attribuisce a Bucci tra il 50,5 e il 54,5% contro il 45,5-49,5% di Vincenzo Crivello del centrosinistra, a Catanzaro dove Piepoli/Rai dà Abramo avanti ad oltre il 56% contro il 40-44% di Vincenzo Antonio Ciconte del centrosinistra, a Verona dove il candidato sindaco Federico Sboarina (centrodestra) è al 52-56% contro Patrizia Bisinella (lista civica) al 44-48%. Il centrosinistra è avanti a Taranto, dove il candidato sindaco Rinaldo Melucci (centrosinistra) è al 49-53% su Stefania Baldassarri (centrodestra) al 47-51%. A Parma il sindaco Federico Pizzarotti (lista civica, ex Cinquestelle) è al 56,5-60,5% contro Paolo Scarpa (centrosinistra) al 39,5-43,5%. A L'Aquila è testa a testa tra i candidati sindaco Americo Di Benedetto (centrosinistra) e Pierluigi Biondi (centrodestra), entrambi al 48-52%.

23:32Ballottaggi: alle 23 chiusi regolarmente i seggi elettorali

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - Si sono chiusi regolarmente alle 23 i seggi in 101 comuni nelle Regioni a statuto ordinario e in 10 nelle Regioni a statuto speciale per il turno di ballottaggio per l'elezione dei sindaci. Sono in totale 4.304.739 gli elettori, di cui 2.054.516 maschi e 2.250.223 femmine, e 5.184 le sezioni elettorali. Ventidue i capoluoghi interessati in questa tornata: Genova, Catanzaro, L'Aquila, Alessandria, Asti, Belluno, Como, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto e Trapani. Subito dopo l'accertamento del numero dei votanti, inizierà lo spoglio delle schede. (ANSA).

Archivio Ultima ora