Ocse taglia le stime sull’Italia, su Pil meno slancio previsto

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

La nuova fabbrica fotovoltaica inaugurata a Cairo Montenotte dal presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando,  ANSA/LUCA ZENNARO

La nuova fabbrica fotovoltaica inaugurata a Cairo Montenotte dal presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando,
ANSA/LUCA ZENNARO

PARIGI. – Un’altra doccia fredda per l’economia italiana. Anche l’Ocse si unisce alle istituzioni che hanno tagliato le stime di crescita per l’Italia, mostrandosi favorevole alla battaglia di Matteo Renzi per ottenere maggiore flessibilità in Europa. Secondo l’Economic Outlook di settembre il Pil italiano sarà meno incoraggiante di quanto previsto inizialmente.

Nel 2016 e nel 2017 crescerà appena dello 0,8%, rispettivamente 0,2 e 0,6 punti percentuali in meno rispetto alle stime di giugno. In conferenza stampa a Parigi, la capo economista dell’Ocse, Catherine Mann, ha fotografato così la situazione del nostro Paese: “Nel 2016 gli investimenti e gli scambi non si sono rivelati così fruttuosi come avevamo previsto”.

Quanto al 2017 “ci sono debolezze nell’economia mondiale e nella zona euro che peseranno maggiormente sull’Italia che su altri Paesi”. E ancora: “Nel caso dell’Italia bisogna riconoscere che c’è una vasta gamma di sfide da raccogliere. C’è un governo piuttosto recente che ha compiuto notevoli progressi, in particolare, sulla riforma del lavoro, e questo ha avuto effetti sulla ripresa dell’occupazione generando uno slancio positivo. L’idea – ha continuato – era che questo slancio sarebbe proseguito per tutto il 2016 ma le nostre speranze sono andate in qualche modo deluse”.

Una situazione che per l’americana succeduta a Pier Carlo Padoan ai vertici dell’Ocse è essenzialmente dovuta a “problemi di fiducia”, a cominciare dalle “incertezze” sull’esito del referendum d’autunno. “In questo caso – ha precisato – l’incertezza politica si è infiltrata nell’incertezza economica trascinando verso il basso i traguardi conseguiti in termini di azione pubblica”.

“Come per ogni referendum, lo seguiamo da molto vicino, ma oggi non siamo in grado di pronunciarci sugli effetti. Restiamo molto attenti e quando arriveremo all’outlook di novembre saremo più precisi”, ha tagliato corto l’esperta economista prima di spezzare una lancia a favore delle posizioni di Roma sul patto di stabilità.

“L’applicazione delle regole del Patto Ue – sostiene Catherine Mann – dovrebbe essere modificata per consentire politiche di bilancio più mirate al sostegno della crescita”. Un concetto espresso nero su bianco nello stesso Economic Outlook, secondo cui in Europa si “potrebbe fare di più”, ad esempio, escludendo “le spese nette di investimento dalle regole fiscali e, più in generale, sviluppando un approccio coerente per usare discrezionalità nell’applicazione delle regole”.

Più in generale, l’Ocse ha rivisto al ribasso l’intera economia mondiale (con un Pil globale stimato al 2,9% nel 2016 e al 3,2% nel 2017, 0,1 punti in meno rispetto all’outlook di giugno) e dell’eurozona (1,5% nel 2016 e 1,4% nel 2017, rispettivamente -0,1 e -0,3 punti).

Cifre che suonano come un campanello d’allarme per l’intero pianeta, “preso in trappola da una crescita debole”, avverte l’organismo, attribuendo questo stato di cose alla “debole progressione degli scambi e alle distorsioni del sistema finanziario”. Di qui l’invito agli Stati a fornire maggiore sostegno alle politiche commerciali e a diminuire l'”eccessivo ricorso” alle politiche monetarie delle banche centrali.

A tre mesi dal referendum sulla Brexit particolare attenzione è stata rivolta alla Gran Bretagna. “Dopo la decisione dei britannici di lasciare l’Unione europea nel referendum del 23 giugno – afferma l’Ocse – la crescita britannica è rallentata. Le incertezze restano molto forti”. Per l’Ocse la crescita del Regno Unitodovrebbe crollare dall’1,8% del 2016 all’1% del 2017, “un tasso di molto inferiore a quello degli ultimi anni”.

(di Paolo Levi/ANSA)

Ultima ora

19:46Maltempo: ancora venti forti in regioni del Centro-Nord

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Un nuovo flusso di correnti di origine atlantica provocherà a partire dalle prossime ore un aumento dei venti su molte regioni italiane del centro-nord: lo rende noto la Protezione Civile che ha emesso una allerta meteo a partire dal tardo pomeriggio di oggi con venti forti o di burrasca su Toscana, Emilia-Romagna e Marche, specie sui settori appenninici. Previste anche mareggiate lungo le coste esposte della Toscana. Per la giornata di domani, venerdì 19 gennaio, sarà allerta gialla sui settori appenninici di Abruzzo e Molise. Permane l'allerta arancione per rischio idrogeologico sul Veneto.(ANSA).

19:37Tiro a volo: GP Emiro, argento Chianese in Kuwait

(ANSA) - KUWAIT CITY, 18 GEN - Il Gran Premio dell'Emiro del Kuwait si chiude con un argento per la nazionale italiana di tiro a volo. Ad ottenerlo è stato Alessandro Chianese nel Double Trap, la specialità che mesi fa è stata cancellata dal programma delle Olimpiadi. Il marinaio di Casandrino è stato il migliore delle serie di qualifica con il totale di 141/150. Poi nella corsa per il podio l'unico ad aver mantenuto il ritmo dell'azzurro è stato il kuwaitiano Ahamd Alafasi, bronzo al Mondiale di Lonato del Garda nel 2015. Chianese e Alafasi si sono fronteggiati per l'oro e il tiratore di casa ha sfruttato il 'fattore campo' imponendosi per 76-73. Fuori dalla finale gli altri azzurri Ferdinando Rossi e Ignazio Maria Tronca, nono e 11/o. Tronca è un poliziotto e figlio dell'ex commissario straordinario di Roma, Paolo Francesco. Nello skeet bronzo per l'azzurro di Caserta Giancarlo Tazza, dietro ai due rappresentanti del Kuwait Abdullah Al-Rashidi, ex campiobne del mondo e falconiere dell'Emiro Al Sabah, e Abdulaziz Alfaihan.

19:35Scoperti 7,5 quintali cocaina nascosta in ananas in Spagna

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Un carico di quasi sette quintali e mezzo di cocaina nascosta all'interno di ananas freschi è stato scoperto dalla polizia in Spagna e Portogallo. La polizia dei due Paesi, citata dalla Cnn, ha spiegato che gli ananas venivano completamente svuotati e i gusci riempiti con cilindri di cocaina rivestiti di cera gialla, che a un controllo superficiale apparisse come polpa. Secondo la polizia, la droga veniva trattata nella città di Terrassa, in Catalogna, e trasportata verso Madrid ogni 25-30 giorni. Almeno nove persone sono state arrestate.

19:27Igor: giudice spagnolo proroga la secretazione degli atti

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - Il giudice del tribunale spagnolo di Alcaniz ha deciso di prorogare la secretazione degli atti sul triplice omicidio commesso da Norbert Feher alias 'Igor il russo', arrestato a metà dicembre e ora in carcere a Saragozza. Lo riportano media spagnoli, secondo cui da fonti giudiziarie si apprende che non è stata fissata una data per questa proroga, disposta per salvaguardare l'indagine. 'Igor' è accusato di aver ucciso i due agenti della Guardia Civil Víctor Romero e Víctor Caballero e l'allevatore Josè Luis Iranzo. La Procura di Bologna lo indaga invece per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri. (ANSA).

19:21Biathlon: a norvegese Eckhoff sprint Anterselva, Wierer 7/a

(ANSA) - BOLZANO, 18 GEN - La tappa di Coppa del mondo di biathlon di Anterselva si apre con una vittoria della norvegese Tril Eckhoff. Per la Eckhoff, campionessa mondiale nella sprint due anni fa ad Oslo, è un grande ritorno ai vertici. E' stata infallibile al tiro, ha preso il comando della gara dopo la sezione in piedi e si è imposta con un tempo di 21:05.3 e con 12,0 secondi di vantaggio sulla tedesca Laura Dahlmaier. Terza, a 20,6 secondi la ceca Veronika Vitkova. La migliore azzurra in gara è stata l'altoatesina Dorothea Wierer, settima. Per la Wierer, 3/a in classifica generale, è il settimo piazzamento stagionale tre le top 10.

18:59Terremoto: consegnate ultime 28 casette a Pieve Torina

(ANSA) - PIEVE TORINA (MACERATA), 18 GEN - Consegnate le ultime 28 casette di Pieve Torina, su un totale di 208. A dare le chiavi alle ultime famiglie assegnatarie è stata il commissario per la ricostruzione Paola De Micheli, che in mattinata ha partecipato sl Comitato istituzionale nella cittadina marchigiana. De Micheli, giunta nell'area Sae, si è rivolta in particolare ai bambini, ricordando come la struttura che dirige sta lavorando "con impegno e serietà per il futuro di questi territori, nonostante le tante difficoltà e gli inevitabili errori commessi durante il percorso". Alla consegna delle casette presenti anche il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli. Ha espresso soddisfazione il sindaco Alessandro Gentilucci: "Oggi si chiude una fase di prima emergenza, con tutti i nostri cittadini che finalmente hanno un tetto. Non possiamo considerare questo un momento di festa, ma è comunque il raggiungimento di un traguardo che ci consente di riaggregare tutta la nostra comunità e guardare con maggiore fiducia al futuro". Pieve Torina è il 14/o Comune con le sae consegnate al 100%.

18:40Maltempo: treni fermi in tutta la Germania

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - A causa dell'uragano "Friederike" che si sta abbattendo in queste ore sulla Germania, è stato interrotto il traffico ferroviario a lunga percorrenza in tutto il territorio tedesco. Lo ha dichiarato una portavoce della Deutsche Bahn, la società ferroviaria tedesca, alla Dpa.

Archivio Ultima ora