Mattarella: giornalismo cruciale, è l’ossatura della società

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

Presidente Mattarella a Perugia, “giornalismo ossatura della società”

Presidente Mattarella a Perugia, “giornalismo ossatura della società”

PERUGIA. – La professione di giornalista “dà uno sguardo sul mondo e ne offre agli altri la lettura. E’ un compito affascinante”. A sottolinearlo è stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che a Perugia ha partecipato all’inaugurazione del 13/o biennio della Scuola del Centro italiano di studi superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo fondato nel 1992 dalla Rai e dall’Università degli Studi del capoluogo umbro. Una struttura che dall’inizio della sua attività “ha formato oltre cinquecento giornalisti professionisti”, molti dei quali hanno fatto carriere prestigiose, come Monica Maggioni, ha ricordato il presidente Nino Rizzo Nervo.

E alla figura del giornalista il presidente della Repubblica ha dedicato un “intervento fuori programma” come lo ha definito lui stesso. “Non sta a me ma alla Scuola – ha detto rivolgendosi agli allievi – suggerirvi il modo in cui si interpreta questo lavoro, i valori che coinvolge, gli elementi di fondo della convivenza che raccoglie in sé. A me sta soltanto farvi un augurio molto intenso. Un ringraziamento alla Scuola per l’attività che svolge”.

In precedenza il Capo dello Stato aveva evidenziato che “il giornalismo costituisce l’ossatura della consapevolezza di qualunque società”. “Ai giovani partecipanti – aveva proseguito rivolgendosi ancora agli allievi – vorrei dire che avete scelto un percorso professionale impegnativo. Che come tutti i percorsi professionali all’inizio appare appare condito di difficoltà. Ma è un percorso con uno sbocco cruciale e affascinante”.

Alla cerimonia ha partecipato anche il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto. “La Rai come servizio pubblico – ha tra l’altro sottolineato – ha come principale missione quella di offrire una informazione il più possibile oggettiva, che garantisca un dibattito plurale e al contempo un servizio essenziale per i cittadini”.

Al termine dell’inaugurazione, Mattarella ha raggiunto il centro di Perugia per una visita privata alla Galleria nazionale dell’Umbria. “La cosa che più ha ripetuto è che è un museo sorprendente”, ha affermato al termine il direttore, Marco Pierini, che ha accompagnato il Capo dello Stato nel percorso.

Arrivando alla Galleria Mattarella era stato accolto da un gruppo di alunni di una scuola elementare di Perugia. Sceso dalla sua auto si è avvicinato ai bambini che gli facevano festa e ha stretto le mani a uno di loro che, sorpreso, ha detto: “Questa, presidente, non me la laverò più!”. Strappando un sorriso a Mattarella.

Ultima ora

17:07Regeni: Alfano, prosegue impegno su ricerca verità

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - "Un pensiero commosso a Giulio Regeni a pochi giorni dall'anniversario della sua scomparsa. Un pensiero che si unisce alla prosecuzione di un impegno alla ricerca della verità". Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano.

17:04Tenta di adescare bimba 10 anni su social, arrestato

(ANSA) - IMPERIA, 17 GEN - Un uomo di 40 anni, magazziniere e speaker per una una radio privata accusato di adescare ragazzine su internet è stato arrestato a Padova dalla Polizia postale della Liguria in flagranza di detenzione e scambio di materiale pedopornografico. L'indagine, conclusa in collaborazione con il compartimento Polposta Veneto, ha preso le mosse da un'attività della Polizia postale di Imperia che ha messo sotto intercettazione informatica e telefonica l'uomo quando aveva tentato di sedurre su Instagram una bambina di 10 anni della provincia di Imperia. A suo carico, la procura di Genova ha emesso un decreto di perquisizione che ha portato al sequestro di un ingente quantitativo di supporti informatici oltre che del profilo social utilizzato dall'uomo. Sono ancora in corso accertamenti volti alla ricerca di altri eventuali minori potenziali vittime dell'arrestato.

17:02Calcio: Vicenza, arriva Gucher dal Frosinone

(ANSA) - VICENZA, 17 GEN - Colpo sul mercato del Vicenza che ha ufficializzato l'acquisizione a titolo definitivo del centrocampista austriaco Robert Gucher, classe 1991. Il neo-acquisto proviene dal Frosinone dove è stato protagonista dell'ultima promozione in serie A e il cui contratto era in scadenza nel prossimo mese di giugno. Gucher, che fa parte della nazionale austriaca, ha firmato con il club veneto un contratto di due anni e mezzo, sino al 30 giugno 2019. Oggi si allenerà con i nuovi compagni agli ordini del tecnico Bisoli e sabato alla ripresa del campionato a Carpi potrebbe esordire in biancorosso.

16:59Calcio: Inter, vertice di mercato tra Thohir e Zhang

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - Vertice di mercato tra il presidente dell'Inter Erick Thohir e Steven Zhang, figlio del numero uno di Suning. Questa mattina, nella sede del club nerazzurro, faccia a faccia tra i due massimi dirigenti che hanno parlato delle possibili cessioni per sfoltire una rosa ancora troppo ampia e rispettare i parametri del Fair Play Finanziario. Dopo gli addii di Jovetic e Felipe Melo, potrebbe partire anche il difensore Andrea Ranocchia che e' seguito da alcuni club di Premier League. Il giovane centrocampista Miangue, classe 1997, potrebbe accasarsi al Cagliari e Gnoukouri piace al Crotone. Anche Biabiany e' in uscita, su di lui si e' mosso il Bologna ma non e' da escludere una cessione in Cina.

16:50Coni: Malagò, troppi contenziosi, dovremo uniformare regole

(ANSA) - GENOVA, 17 GEN - "Se sarò ancora io il prossimo presidente del Coni porterò sicuramente in giunta un argomento importante: la necessità di uniformare le regole degli statuti e dei regolamenti all'interno del nostro mondo, dalle federazioni ai comitati regionali, agli enti di disciplina, che hanno generato una serie di strascichi, contenziosi, ricorsi che sono oggettivamente complicati da gestire". Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malagò a margine della giunta nazionale riunita in via straordinaria a Genova. "Tutti i ricorsi hanno una caratteristica: sono figli del momento storico che viviamo - ha aggiunto Malagò - e vanno anche oltre i confini del mondo sportivo stesso. Spesso gli stessi avvocati e i giuristi si prestano a interpretazioni diverse. Credo che sia una cosa di buonsenso che il Coni, magari con il pieno mandato delle massime autorità, anche di chi ha la delega al consiglio dei ministri, debba impegnarsi per uniformare gli statuti, anche per ciò che riguarda le future competizioni elettorali".

16:47Calcio: Maradona, qui mi sento dentro al calcio

(ANSA) - FIRENZE, 17 GEN - "Qui mi sento dentro al calcio, mi sento a casa". Lo ha detto Diego Armando Maradona, a Firenze per la Hall of Fame del calcio italiano. L'ex 'Pibe de oro' ha confermato di aver parlato con il presidente del Napoli, Aurelio de Laurentiis, dal quale è stato invitato per la sfida contro il Real Madrid.

16:45Coni: ufficializzata data elezioni, è l’11 maggio

(ANSA) - GENOVA, 17 GEN - Si svolgeranno l'11 maggio prossimo le elezioni del nuovo presidente del Coni. La data è stata stabilita in modo ufficiale oggi dalla giunta nazionale presieduta da Giovanni Malagò e riunita per la prima volta a Genova. E' stato anche deciso che la settimana precedente, il 4 maggio, ci sarà una giunta straordinaria per l'approvazione del bilancio del comitato. Tra gli argomenti trattati, "il distacco del Comitato paralimpico dal Coni a partire da questo mese - ha detto Malagò - sotto tutti i profili, comprese le erogazione dei contributi, e l' accordo tra Nado Italia e Cip sul fronte antidoping". "Il ministro dello Sport Lotti ha sul tavolo una serie di istanze del Coni - ha aggiunto Malagò - tra cui il completamento dell'iter legislativo della legge sui mandati che è passata al Senato e aspetta il passaggio alla Camera". Malagò ha sottolineato in giunta che tra gli appuntamenti più importanti del 2017 in Italia ci saranno i Mondiali di tiro con l'arco e quelli di ginnastica.

Archivio Ultima ora