Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

BEIRUT. – Bisogna creare zone di non sorvolo aereo in alcune “aree chiave” della Siria per consentire la distribuzione di aiuti umanitari: la proposta del segretario di Stato Usa John Kerry arriva durante l’infuocato braccio di ferro tra i capi della diplomazia di Russia e Stati Uniti durante la riunione del consiglio di sicurezza.

Da Mosca intanto annunciano l’arrivo nel Mediterraneo orientale di una portaerei per aumentare la capacità del già nutrito gruppo navale russo, mentre le Nazioni Unite fanno sapere che faranno ripartire i convogli umanitari sospesi dopo il raid di lunedì che aveva colpito una colonna diretta ad Aleppo. Ma non si dirigeranno verso questa città.

La riunione all’Onu era stata convocata d’urgenza dopo il nuovo bombardamento aereo contro un ambulatorio (4 uccisi) e mentre nel nord del Paese sono morte almeno 37 persone in raid aerei su zone civili fuori dal controllo del governo ad Aleppo e Idlib.

Per tutto il giorno sono proseguite violenze nei vari teatri del conflitto. L’agenzia Sana, controllata dal governo, afferma che due persone sono state uccise da razzi sparati da ribelli ad Aleppo. Nella notte un ambulatorio medico sostenuto dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), è stato centrato e distrutto in un raid compiuto da caccia di nazionalità imprecisata. Il raid è avvenuto a sud di Aleppo, nel distretto di Khan Tuman, in un’area da mesi bombardata da aerei russi e governativi siriani perché fuori dal controllo delle forze lealiste.

Nei giorni scorsi l’Onu aveva sospeso le attività umanitarie dopo il bombardamento e la distruzione di un intero convoglio di 20 camion con aiuti destinati ad Aleppo est e preparati dalla Mezzaluna rossa e dalle Nazioni Unite.

Proprio sulla responsabilità del raid contro il convoglio umanitario (21 uccisi) si è tornato a discutere in Consiglio di sicurezza. La Russia ha continuato ad accusare gli Stati Uniti di non aver rispettato la tregua del 12 settembre, prendendo di mira sabato scorso militari governativi nell’est della Siria (un centinaio i morti, altrettanti i feriti). Un attacco per cui gli Usa avevano ammesso l’errore della Coalizione anti-Isis.

Sull’attacco al convoglio umanitario – per cui la Russia e il governo siriano hanno smentito ogni responsabilità – il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov ha spiegato che “serve un’indagine seria e imparziale”. Gli ha risposto molto irritato Kerry: “Sembra che Mosca sia su un universo parallelo”, ha detto. Kerry ha ribadito che “sì, la Coalizione ha colpito delle persone sabato, è stato un terribile incidente, lo abbiamo riconosciuto immediatamente. Ma qualcuno crede davvero che il convoglio di aiuti abbia preso fuoco da solo?”, ha detto, riferendosi a quanto sostenuto dalla Russia.

Da Mosca hanno fornito altre spiegazioni: prima hanno detto che un drone Usa era in volo sopra al convoglio nella notte del raid, e poi hanno sostenuto che un mezzo dei miliziani con un mortaio di grosso calibro si spostava assieme al convoglio. Questo è in contrasto con quanto riferito dalla Mezzaluna rossa siriana, che è un ente controllato dal governo di Damasco e che ha affermato che il convoglio non era in movimento ma era fermo mentre gli operatori caricavano casse di aiuti.

Nel discorso all’Onu, Kerry ha comunque provato a rilanciare l’idea della tregua e ha detto: “Per ridare credibilità a questo processo dobbiamo immediatamente tenere tutti gli aerei a terra nelle aree chiave”. Il riferimento è alle zone contese lungo l’asse viario Aleppo-Daraa, passando per Idlib, Hama, Homs e Damasco.

(di Lorenzo Trombetta/ANSA)

Ultima ora

23:12Calcio: la Roma vince 4-1, Pescara matematicamente in B

(ANSA) - ROMA, 24 APR - La Roma batte 4-1 il Pescara e lo condanna alla serie B con cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato. Gli abruzzesi, con 14 punti, non possono più raggiungere l'Empoli, quart'ultimo con 29 e in vantaggio negli scontri diretti. I giallorossi salgono a quota 75 punti, a +4 sul Napoli e a -8 dalla Juventus. Di Strootman e Nainggolan le prime reti degli ospiti, venute entrambe alla fine del primo tempo. Salah segna una doppietta a inizio ripresa. Nel finale la rete della bandiera degli abruzzesi con Benali.

22:22Siria: sanzioni Usa al centro ricerca armi chimiche

(ANSA) - WASHINGTON, 24 APR - Gli Usa hanno emesso oggi sanzioni nei confronti dei dipendenti del Centro di ricerca siriano ritenuto responsabile dello sviluppo di armi chimiche: lo ha annunciato dalla Casa Bianca il segretario al Tesoro Steven Mnuchin, come risposta "all'orribile attacco con armi chimiche contro civili innocenti". Nella 'lista nera' sono finiti 271 dipendenti del centro di ricerche. Si tratta di una delle cifre più alte di persone sottoposte a sanzioni nella storia degli Stati Uniti.

20:47Pd: Renzi, vince chi ha un voto in più, stop discussioni

(ANSA) - ROMA, 24 APR - Vince le primarie Pd "chi ha un voto in più. Ma se votasse solo un milione di persone, quindi molte meno di quelle che pensiamo, o se votasse una sola persona, sarebbero comunque 999.999 in più a decidere rispetto a quelle che decidono ad Arcore o nel blog". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital. "Un milione sarebbe un flop? E' un giudizio politico, io spero siano di più, faccio un appello alla partecipazione a questa grande festa della democrazia ma non posso accettare che si metta in discussione il risultato", sottolinea.

20:42Calcio: Milan, confronto in spogliatoio Montella-giocatori

(ANSA) - MILANO, 24 APR - All'indomani della brutta sconfitta interna contro l'Empoli Vincenzo Montella ha catechizzato negli spogliatoi di Milanello i giocatori rossoneri. Toni accesi per invitare la squadra a reagire e non buttare via nelle ultime cinque partite la possibilità di tornare in Europa dopo tre anni. Il tecnico ha chiesto ai giocatori di avere più carattere in campo e un atteggiamento diverso rispetto a quanto mostrato con l'Empoli, a partire dalla gara di domenica pomeriggio contro il Crotone.

20:40Francia: Renzi, ballottaggio difficile, partita non scontata

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "Occhio perché non è così facile. E' un ballottaggio difficile. C'è un candidato di destra estrema che ha preso più o meno quanto il candidato socialista. Non è una partita scontata, bisognerà fare molta attenzione". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital.

20:39Beatificazione 18enne a Brindisi: cerimonia, folla fedeli

(ANSA) - BRINDISI, 24 APR - Una folla di fedeli ha partecipato nella cattedrale di Brindisi alla celebrazione per la chiusura della fase diocesana del processo di beatificazione di Matteo Farina, giovane al quale fu diagnosticato un tumore cerebrale in tenera età e che morì a 18 anni il 24 aprile 2009. Sono stati apposti i sigilli ai documenti raccolti che saranno consegnati alla Congregazione per le cause dei santi a Roma. La celebrazione dei Vespri ha preceduto la sessione conclusiva, svoltasi alla presenza della postulatrice, Francesca Consolini, e dei membri del tribunale ecclesiastico. A presiedere la solenne celebrazione è stato l'arcivescovo di Brindisi-Ostuni, mons. Domenico Caliandro. In molti, arrivati anche con pullman, non sono potuti entrare in cattedrale, assistendo alla cerimonia all'esterno attraverso un maxischermo. Il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, ha deciso di intitolare a Matteo Farina il nuovo giardino comunale attiguo al tempietto di San Giovanni al Sepolcro che sarà inaugurato a giorni.

20:39Renzi, spese militari creino filiera, non come F35

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "Agli F35 non rinunci più, quello è un progetto ormai andato. Per il futuro dobbiamo usare le spese militari, come fanno altri Paesi, per creare filiere interne. Questo in passato non si è fatto". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital. "L'Italia deve fare delle spese nel settore militare che - aggiunge - non siano inutili: creare ingegneria, una filiera nell'aviospazio o in strutture dell'innovazione. Quelli degli F35 sono soldi importanti messi in un progetto comune ma la cui stragrande maggioranza è andata all'estero, non va bene".

Archivio Ultima ora