Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

Usa vogliono no-fly zone nelle zone chiave in Siria

BEIRUT. – Bisogna creare zone di non sorvolo aereo in alcune “aree chiave” della Siria per consentire la distribuzione di aiuti umanitari: la proposta del segretario di Stato Usa John Kerry arriva durante l’infuocato braccio di ferro tra i capi della diplomazia di Russia e Stati Uniti durante la riunione del consiglio di sicurezza.

Da Mosca intanto annunciano l’arrivo nel Mediterraneo orientale di una portaerei per aumentare la capacità del già nutrito gruppo navale russo, mentre le Nazioni Unite fanno sapere che faranno ripartire i convogli umanitari sospesi dopo il raid di lunedì che aveva colpito una colonna diretta ad Aleppo. Ma non si dirigeranno verso questa città.

La riunione all’Onu era stata convocata d’urgenza dopo il nuovo bombardamento aereo contro un ambulatorio (4 uccisi) e mentre nel nord del Paese sono morte almeno 37 persone in raid aerei su zone civili fuori dal controllo del governo ad Aleppo e Idlib.

Per tutto il giorno sono proseguite violenze nei vari teatri del conflitto. L’agenzia Sana, controllata dal governo, afferma che due persone sono state uccise da razzi sparati da ribelli ad Aleppo. Nella notte un ambulatorio medico sostenuto dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), è stato centrato e distrutto in un raid compiuto da caccia di nazionalità imprecisata. Il raid è avvenuto a sud di Aleppo, nel distretto di Khan Tuman, in un’area da mesi bombardata da aerei russi e governativi siriani perché fuori dal controllo delle forze lealiste.

Nei giorni scorsi l’Onu aveva sospeso le attività umanitarie dopo il bombardamento e la distruzione di un intero convoglio di 20 camion con aiuti destinati ad Aleppo est e preparati dalla Mezzaluna rossa e dalle Nazioni Unite.

Proprio sulla responsabilità del raid contro il convoglio umanitario (21 uccisi) si è tornato a discutere in Consiglio di sicurezza. La Russia ha continuato ad accusare gli Stati Uniti di non aver rispettato la tregua del 12 settembre, prendendo di mira sabato scorso militari governativi nell’est della Siria (un centinaio i morti, altrettanti i feriti). Un attacco per cui gli Usa avevano ammesso l’errore della Coalizione anti-Isis.

Sull’attacco al convoglio umanitario – per cui la Russia e il governo siriano hanno smentito ogni responsabilità – il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov ha spiegato che “serve un’indagine seria e imparziale”. Gli ha risposto molto irritato Kerry: “Sembra che Mosca sia su un universo parallelo”, ha detto. Kerry ha ribadito che “sì, la Coalizione ha colpito delle persone sabato, è stato un terribile incidente, lo abbiamo riconosciuto immediatamente. Ma qualcuno crede davvero che il convoglio di aiuti abbia preso fuoco da solo?”, ha detto, riferendosi a quanto sostenuto dalla Russia.

Da Mosca hanno fornito altre spiegazioni: prima hanno detto che un drone Usa era in volo sopra al convoglio nella notte del raid, e poi hanno sostenuto che un mezzo dei miliziani con un mortaio di grosso calibro si spostava assieme al convoglio. Questo è in contrasto con quanto riferito dalla Mezzaluna rossa siriana, che è un ente controllato dal governo di Damasco e che ha affermato che il convoglio non era in movimento ma era fermo mentre gli operatori caricavano casse di aiuti.

Nel discorso all’Onu, Kerry ha comunque provato a rilanciare l’idea della tregua e ha detto: “Per ridare credibilità a questo processo dobbiamo immediatamente tenere tutti gli aerei a terra nelle aree chiave”. Il riferimento è alle zone contese lungo l’asse viario Aleppo-Daraa, passando per Idlib, Hama, Homs e Damasco.

(di Lorenzo Trombetta/ANSA)

Ultima ora

09:40F1: Australia, ultimo Gp vinto da Ferrari a Singapore 2015

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Ferrari non vinceva un Gran Premio di Formula 1 dal 20 settembre 2015 quando sul circuito di Singapore Sebastian Vettel vinse la sua terza gara al volante della Rossa. Nel 2016 la Rossa non aveva vinto nessun Gran Premio.

09:35F1:Australia,Vettel, oggi potevo guidare Ferrari per sempre

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''E' stato un Gp fantastico, è stato folle in senso positivo vedere tutte queste bandiere rosse, la macchina è divertente da guidare, è stata una giornata bellissima''. Parola di Sebastian Vettel sul podio di Melbourne tra una doccia di champagne, gli abbracci e le strette di mano con gli avversari. ''Noi ci siamo - ha detto il pilota tedesco della Ferrari - siamo qui per lottare. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest'anno, è molto divertente da guidare, oggi avrei potuto continuare a guidare per sempre''.

09:33Vettel esulta in italiano’grande Ferrari, è per noi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''Questa è per noi, grande Ferrari, grazie ragazzi''. Gioia ed esultanza targata Sebastian Vettel che appena tagliato il traguardo per primo del Gran Premio d'Australia si lascia andare parlando in italiano con il box ad una gioia irrefrenabile. Poi sceso dall'abitacolo salta come un grillo andando ad abbracciare i suoi meccanici dando il via alla festa della Rossa sul podio di Melbourne, nella prima gara della stagione di Formula 1.

09:32Usa: Pence, ‘lotta all’Obamacare continuerà’

(ANSA) - WASHINGTON, 26 MAR - La lotta all'Obamacare "proseguirà" per mettere fine a "un incubo e dare al popolo americano l'assistenza sanitaria che merita". E' quanto ha sottolineato il vicepresidente americano Mike Pence, intervenendo ad un incontro di imprenditori in West Virginia, all'indomani del fallimento del tentativo Gop di abrogare la legge di assistenza sanitaria voluta da Barack Obama che non è riuscito a raccogliere il sostegno repubblicano sufficiente per essere approvato alla Camera.

09:31Usa: si barrica su bus a Las Vegas e spara, un morto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Un uomo su un autobus a due piani nella zona dei casinò di Las Vegas, ha estratto una pistola e ha cominciato a sparare, uccidendo una persona e ferendone un'altra per poi barricarsi all'interno per diverse ore prima di arrendersi ed essere arrestato dalla polizia. Le due persone colpite sono state portate in ospedale ma per una di loro non c'era più niente a fare, ha fatto sapere una fonte del University Medical Centermorto. Per ore, i negoziatori, robot e veicoli blindati hanno circondato il bus con le autorità incerte se ci fossero altre vittime all'interno. Nel frattempo, gli ufficiali hanno fatto evacuare i casinò vicini, mettendo in guardia i turisti e i passanti di allontanarsi dalla zona.

09:31F1: Australia, Giovinazzi chiude suo primo Gp al 12/o posto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Il pilota italiano della Sauber Antonio Giovinazzi ha chiuso al dodicesimo posto il Gran Premio d'Australia, il primo della sua carriera in Formula 1. Dopo 6 anni di assenza, dai tempi di Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi l'Italia, l'Italia rivede un suo driver passare sotto la bandiera a scacchi di un Gp della massima serie. Chiude al quinto posto la Red Bull di Verstappen davanti alla Williams di Massa e alla Force India di Perez. Ottava posizione per la Toro Rosso di Sainz che ha preceduto il compagno di scuderia Kvyat e la Force India di Ocon. Ritirata l'altra Red Bull dell'idolo di casa Daniel Ricciardo e stessa sorte per la McLaren di Fernando Alonso.

09:26Usa: scontri tra pro e anti-Trump in California, 4 arresti

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Tafferugli tra i sostenitori e gli oppositori di Donald Trump su una popolare spiaggia della California del Sud. Il bilancio è di 4 arresti. Lo riferiscono i media statunitensi. Un gruppo di sostenitori di Trump ha improvvisato un corteo sulla spiaggia di Bolsa Chica. Un gruppetto di oppositori - tutti vestiti in nero - era nei pressi. Si è scatenata una battaglia a colpi di pugni e spray al peperoncino.

Archivio Ultima ora