Attentato NY: Rahami voleva il martirio. Pezzi per le bombe su eBay

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

terrorista-new-york-2

WASHINGTON. – “Inshallah, il fragore delle bombe si udirà nelle strade. Proiettili per i vostri poliziotti. Morte alla vostra oppressione”: è la promessa, coltivata da mesi, che l’americano di origini afghane Ahmad Khan Rahami aveva scritto su un taccuino che portava con sé anche dopo essere ricercato pubblicamente per le bombe a New York e in New Jersey.

Nessun riferimento all’Isis né ai talebani, ma ammira il leader di al-Qaida Osama Bin Laden, accusa gli americani di uccidere i mujaheddin (un tempo lo era anche suo padre) in Afghanistan, Iraq, Siria, Palestina. Ed evoca il martirio e la jihad, al centro anche di due dei suoi video preferiti su un account Yuotube aperto con il nome di yaafghankid786, dove compaiono pure romantiche canzoni d’amore afghane, immagini di clown paurosi, istruzioni su come farsi il nodo Windsor sulla cravatta, gatti e bimbi che giocano.

Ora è ricoverato in ospedale, dopo essere rimasto ferito nel conflitto a fuoco con la polizia, e già oggi potrebbe vedersi contestare le accuse di aver usato armi di distruzione di massa e bombe in luoghi pubblici. L’Fbi intanto ha diffuso le immagini di due uomini ricercati come “testimoni” che sabato scorso a Manhattan hanno preso la borsa contenente la bomba che non è esplosa nella 27/ma strada.

Il taccuino, sporco di sangue e danneggiato da un proiettile nel conflitto a fuoco, conferma i timori della radicalizzazione e dell’antiamericanismo di Rahami, maturati forse dopo alcuni viaggi sospetti in Afghanistan e soprattutto in Pakistan, a Quetta e Karachi, due città ad alta concentrazione taleban-qaedista. Ma anche la sua ingenua convinzione di non essere scoperto, come dimostrano l’acquisto su eBay di alcuni componenti degli ordigni e il video delle sue ciniche prove d’attentato, con tanto di risate.

Tra i ‘campioni’ dell’estremismo, oltre ad Osama bin Laden, il giovane esprime apprezzamento per l’imam americano-yemenita Anwar al-Awlaki, ucciso da un drone Usa in Yemen nel 2011, e Nidal Hasan, il maggiore americano autore della strage di Fort Hood, la base militare del Texas in cui nel 2009 furono uccise 13 persone. Nel suo diario Rahami non dimentica neppure i fratelli ceceni Tsarnaev, autori dell’attentato alla maratona di Boston nel 2013, con le stesse pentole a pressione che lui ha piazzato a Chelsea.

Per fabbricare le sue bombe, dal 20 giugno al 10 agosto aveva ordinato su eBay acido citrico, cuscinetti a sfere e accenditori elettronici, facendoli recapitare al fast food di famiglia. Tutti componenti che “possono essere legalmente comprati e venduti negli Stati Uniti e sono ampiamente disponibili nei negozi online e offline”, ha precisato eBay, che sta “collaborando attivamente con le forze dell’ordine impegnate nelle indagini”.

Rahami aveva acquistato su Internet anche i due cellulari che dovevano servire per innescare le bombe. In un video registrato due giorni prima che entrasse in azione, recuperato dal cellulare di un famigliare, si vede inoltre Rahami mentre dà fuoco a “materiale infiammabile in un contenitore cilindrico”. Il filmato mostra l’accensione di una miccia, un rumore forte e fiamme, seguite da una nuvola di fumi e da risate.

Forse quando nel 2014 il padre lo denunciò come terrorista, prima di ritrattare, aveva già qualche timore o presagio. Nel frattempo si è venuto a sapere anche che Rahami aveva lavorato come guardia non armata per alcune compagnie di sicurezza privata, inclusa una che forniva servizi alla Ap: per due mesi nel 2011 fece la guardia notturna negli uffici amministrativi dell’agenzia a Cranbury, New Jersey.

Il capo della sicurezza della Ap, Danny Spriggs, ha riferito che Rahami ingaggiava spesso con i colleghi lunghe discussioni politiche, esprimendo simpatia per i talebani e disprezzo per l’azione militare Usa in Afghanistan. Circostanze che, secondo un portavoce dell’agenzia, Paul Colford, furono riportate alle forze dell’ordine. Ma anche queste sembrano non aver consentito all’intelligence di alzare la guardia, come la denuncia del padre all’Fbi, i viaggi sospetti in Pakistan e la metamorfosi di Rahami al suo ritorno.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

23:22Maria: Jennifer Lopez dona a Porto Rico 1 milione di dollari

(ANSA) - SAN JUAN, 24 SET - Jennifer Lopez ha annunciato di avere donato 1 milione di dollari ai portoricani per aiutarli dopo il passaggio dell'uragano Maria che ha devastato l'isola. La cantante e attrice, nata negli Usa, ma con origini portoricane, ha aggiunto di essersi impegnata insieme all'ex giocatore di baseball Alex Rodriguez, il cantante Marc Anthony alcuni musicisti latinoamericani e atleti e imprenditori a ottenere risorse e aiuti per l'isola caraibica. La popstar emozionata ha lanciato il suo appello oggi ad un evento organizzato a New York e ha parlato in spagnolo.

23:14Calcio: Serie A, Fiorentina-Atalanta 1-1

(ANSA) - ROMA, 24 SET - La Fiorentina pareggia 1-1 con l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, nell'ultimo posticipo della sesta giornata del campionato di calcio di Serie A. I viola erano passati in vantaggio dopo 12' con Chiesa, ma sono stati raggiunti in pieno recupero da una bordata di Freuler. I bergamaschi avrebbero potuto vincere se il 'Papu' Gomez non si fosse fatto neutralizzare un rigore al 17' st da Sportiello.

22:01Meloni, sono in campo per la leadership del centrodestra

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Io sono in campo per la leadership del centrodestra e quindi in Italia, del resto se è in campo di Maio possiamo agevolmente competere anche noi. Ci dicano qual è lo strumento, compatibilmente con la legge elettorale, se sono le primarie o le preferenze. Io voglio un metodo con cui potermi misurare e ognuno di noi chiederà agli italiani quale sia la proposta piu' credibile". Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi a margine dell'ultima giornata della festa di Atreju

22:00M5S: Fico, il candidato premier non è il capo del Movimento

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Oggi il candidato premier è il capo della forza politica, ovvero è riferito alla legge elettorale e non è capo della vita politica generale del movimento. Questa è una grande distinzione". Lo ha detto il deputato M5S Roberto Fico, parlando con alle telecamere della Rai che lo attendevano davanti al suo albergo.

21:59Casaleggio, aiutiamo Di Maio, M5s sia squadra volontari

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "In bocca al lupo a Di Maio. Lo dovremo aiutare tutti assieme perche' dobbiamo essere una squadra di volontari ignoti". Lo afferma Davide Casaleggio dal palco di Italia 5 Stelle. "Dobbiamo aiutare il M5S a cambiare l'Italia senza cercare qualcosa subito ma per cercare di cambiare questa nazione", prosegue Casaleggio ribadendo come su Rousseau saranno fatte le scelte piu' importanti per "creare una smart nation, una nazione intelligente"

Archivio Ultima ora