Con una goleada al Cagliari la Juve si riprende il primato

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

Juventus's Gonzalo Higuain jubilates with his teammate Daniele Rugani, Dani Alves after scoring the goal during the Serie A soccer match Juventus-Cagliari at juventus Stadium in Turin, Italy, 21 September 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Juventus’s Gonzalo Higuain jubilates with his teammate Daniele Rugani, Dani Alves after scoring the goal during the Serie A soccer match Juventus-Cagliari at juventus Stadium in Turin, Italy, 21 September 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – La Juventus si butta alle spalle l’inciampo di San Siro, che le aveva fatto perdere la testa della classifica, e si riprende scena e primo posto – grazie al contemporaneo 0-0 del Napoli a Genova, dando quattro schiaffi al Cagliari, venuto a Torino senza troppe illusioni ma forte del 3-0 di domenica scorsa sull’Atalanta.

Allegri tornato al classico 3-5-2, questa volta con Hernanes davanti alla difesa e Pjanic suggeritore dell’attacco, Dani Alves e Alex Sandro sulle fasce, Rugani a destra nella difesa con Barzagli centrale (e Chiellini a sinistra). In attacco dal primo minuto Dybala, ancora all’inseguimento del primo gol stagionale, e Higuain.

Cagliari ben presto rassegnato a un ruolo da comparsa, con Storari e Padon applauditissimi ex, evento più unico che raro negli stadi italiani. Di Gennaro prova a cucire ma tutt’attorno non c’è grande convnzione, mentre la Juventus copre bene tutto il campo.

Partita al piccolo trotto e la Juventus prende subito subito il sopravvento dopo un affondo iniziale dei sardi, un fuoco di paglia. Punizione deviata di Pjanic (3′), Higuain cerca il pallonetto (4′), colpo di testa centrale del Pipita su cross di Dani Alves (10′).

I bianconeri spingono, il Cagliari deve arretrare sempre di più, e la Juventus passa al 14′: punizione di Pjanic, oggi nel ruolo più congeniale, girata di Higuain, respinta di Storari e ribattuta in rete a colpo sicuro di Rugani.

Da qui in poi un solo brivido per Allegri: Murru è steso al limite dell’area (o dentro, questione di millimetri), ma il gioco era fermo per un fuorigioco del sardo, anche in questo caso per qualche centimetro. La Juve prende a pallate il suo ex portiere Storati (per anni secondo di Buffon): Ceppitelli salva, ma poco dopo Higuain raddoppia, riprendendo una respinta su tiro di Pjanic.

Dani Alves segna il terzo gol e cala il sipario: Rastelli cambia a inizio ripresa – fuori Joao Pedro e Borriello, dentro Tachtsidis e Borriello, Allegri concede 45′ di gloria a Neto – che non sarà impegnato neppure una volta – e la partita si trascina stancamente fino al 93′: il 4-0 è un autogol di Ceppitelli.

All’abbuffata bianconera manca solo Dybala, che esce un po’ triste per non avere ancor trovato la via del gol.

Ultima ora

02:32Del Turco: Cassazione annulla condanne,nuovo processo

(ANSA) - ROMA, 3 DIC - Ci sarà un nuovo processo per l'ex governatore dell'Abruzzo Ottaviano Del Turco e alcuni degli atri imputati nel processo per la 'Sanitopoli' abruzzese: lo ha deciso la Cassazione che ha annullato con rinvio la condanna per Del Turco, e altri 2 imputati, in relazione all'accusa di associazione per delinquere. I giudici di Perugia dovranno rideterminare il trattamento sanzionatorio e rivedere la condanna che per Del Turco, in appello, era stata diminuita da 9 anni e 6 mesi a 4 anni e 2 mesi.

02:11Usa: svolta in Asia, Trump chiama presidente Taiwan

(ANSA)- NEW YORK, 3 DIC - Donald Trump ha avuto un colloquio telefonico con il presidente taiwanese Tsai Ying-wen. Si tratta di una svolta nella politica Usa in Asia e la rottura dopo decenni di un protocollo diplomatico che non potra' non avere implicazioni nei rapporti tra Stati Uniti e Cina. E' la prima volta che un presidente Usa e' in contatto con un leader di Taiwan dal 1979, quando si ruppero le relazioni tra i due paesi.

01:30Calcio a 5:anticipi serie A,sorridono Pescara, Rieti e Cioli

(ANSA) - ROMA, 2 DIC - Gli anticipi del venerdì della nona giornata di Serie A di calcio a cinque si concludono con le vittorie di Pescara, Cioli Cogianco e Real Rieti, ai danni di Luparense, Axed Group Latina e Lazio. Gli abruzzesi di Colini superano 6-3 la Luparense, ottenendo l'ottava vittorie in 9 gare e allungando ancora in classifica sulle inseguitrici. Doppietta di Borruto e reti di Canal, Rosa, Cuzzolino e Ghiotti per la squadra di Colini, che ha domato i veneti. Torna a sorridere la Cogianco, che batte 4-1 il Latina. Succede tutto nella ripresa, con le reti di Fusari, Vizonan, Fits e Ruben, intervallate dal momentaneo 1-3 pontino di Maina. Passa anche il Rieti, trascinato dalla tripletta di Turmena contro la Lazio. Domani la nona giornata verrà completata dalle restanti tre gare: alle 18, Came Dosson-Ma Group Imola e Kaos Futsal-Lollo Caffè Napoli, alle 18.30 Futsal Isola-Acqua&Sapone Unigross.

01:19Paura a Parigi, si temono ostaggi ma è rapina ‘fallita’

(ANSA) - PARIGI, 02 DIC - Paura a Parigi quando si è sparsa la notizia che intorno alle 19 un individuo armato teneva in ostaggio i clienti dell'Asieland, un'agenzia specializzata in viaggi nel continente asiatico che si trova nel XIII/o arrondissement, sul boulevard Massena, nel sud della capitale. Nella Francia in stato d'emergenza per l'allerta terrorismo subito si è riaccesa la psicosi, qualcuno ha temuto un nuovo attentato, in un contesto di nervi a fior di pelle tra cittadini e forze dell'ordine. Niente di tutto questo. E' solo una "rapina fallita" e "non c'è stata nessuna presa d'ostaggi" come temuto, ha annunciato in tv il presidente di circoscrizione, Jerome Coumet, rivelando che le persone che si trovavano all'interno dell'agenzia - sei in totale - sono tutte uscite, sane e salve e "nessun è rimasto ferito". Il rapinatore è ancora in fuga, attivamente ricercato dagli agenti, dopo che le teste di cuoio hanno annunciato la fine dell'operazione nell'agenzia viaggi.

00:58Golf: ‘Hero World’,Tiger Woods 65 al secondo giro,ora è 9/o

(ANSA) - NASSAU, 2 DIC - Tiger Woods è risalito al nono posto, guadagnando otto posizioni, dopo il secondo giro di buche dell'Hero World Challenge (montepremi 3,5 milioni di euro), sul percorso dell'Albany Resort (par 72), a New Providence nelle Isole Bahamas. L'asso del golf è al rientro dopo due interventi chirurgici alla schiena e la pausa più lunga mai patita in carriera, 15 mesi dal 23 agosto 2015. Al comando c'è l'altro americano Dustin Johnson, davanti al giapponese Hideki Matsuyama. Woods è risalito grazie al 65 ottenuto oggi. "Ho giocato pulito e adesso provo sensazioni positive - ha commentato -. Vi sembro sciupato? A Thanksgiving mio figlio mi ha attaccato la febbre, ma adesso mi sono ripreso pur tenendo conto di tutte le operazioni a cui mi sono sottoposto. Ora devo riacquistare un po' di forza e concentrarmi sul mio gioco".

00:46Calcio: Trapani-Carpi 0-1

(ANSA) - TRAPANI, 2 DIC - Perde ancora il Trapani che in settimana aveva esonerato Serse Cosmi. Il cambio in panchina non ha invertito il trend ed è arrivata la sconfitta anche con il Carpi al Provinciale, nell'anticipo della 17/a giornata di serie B. Gli ospiti vanno in vantaggio al 38' con Catellani su rigore e poi controllano. Con questo successo il Carpi sale al quinto posto in classifica, con 27 punti. Trapani sempre più ultimi con 11.

00:43Calcio: Pioli, oggi Inter ha fatto un passo indietro

(ANSA) - ROMA, 2 DIC - "E' un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni: nelle altre partite abbiamo avuto l'approccio giusto, mentre oggi abbiamo sbagliato l'inizio e contro una squadra come il Napoli non puoi permettertelo. Abbiamo anche avuto le occasioni per recuperare, ma purtroppo non le abbiamo sfruttate". L'analisi del tecnico dell'Inter Stefano Pioli è lucida dopo la sconfitta di Napoli ("sul primo gol Callejon era in fuorigioco", precisa). "Siamo alla ricerca di equilibri migliori - dice ancora - ed è inevitabile che dobbiamo cercare di subire meno gol: serve più attenzione, più determinazione. Ma lavoriamo assieme da poco tempo e anche questo è un fattore. Stiamo lavorando in tutte le direzioni, mentale e fisica: oggi gli equilibri li abbiamo persi per via dell'approccio sbagliato. C'è anche stata la volontà di recuperare, ma l'handicap che avevamo era troppo pesante: per un gruppo che sta cercando di ritrovare autostima ritrovarsi sotto di 2 dopo cinque minuti non è facile. Ma il gruppo lavora bene".

Archivio Ultima ora