Turchia: purghe post-golpe,785 via da ministero Lavoro

(ANSAmed) – ISTANBUL, 22 SET – Il ministro del Lavoro turco ha reso noto di aver licenziato 785 dipendenti, accusati di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Nelle purghe avviate dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio in Turchia, sono oltre 100 mila le persone arrestate e cacciate o sospese dalle pubbliche amministrazioni.

Condividi: