Mamma morta a Brescia: indagati due medici ospedale

(ANSA) – BRESCIA, 22 SET – La Procura di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo e procurato aborto due medici del reparto di ginecologia degli Spedali civili, un uomo e una donna, per la morte di Giovanna Lazzari, la 30enne bresciana deceduta all’ottavo mese di gravidanza nella notte tra il 30 e il 31 dicembre scorso all’ospedale bresciano così come la bambina che aveva in grembo. Giovanna, madre di altri due figli piccoli, è morta per aver contratto, con ogni probabilità all’esterno della struttura ospedaliera, il batterio dello streptococco. Secondo il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani e il procuratore aggiunto Carlo Nocerino, titolari dell’inchiesta i due medici indagati avrebbero colpa per “imperizia e negligenza”. Non si sarebbero adoperati per provare a salvare la donna “liquidando la situazione come una banale febbre in gravidanza dovuta a gastroenterite”. Uno dei due medici iscritti nel registro degli indagati era anche il ginecologo della vittima.

Condividi: