Striscia la notizia: lunedì 26 si parte con Belen Rodriguez e Michelle Hunziker

Pubblicato il 22 settembre 2016 da redazione

MILANO – L’edizione numero 29 di “Striscia la notizia” è stata svelata oggi nello studio 14 di Mediaset, proprio quello dove il tg satirico partirà dal prossimo lunedì. Il battesimo sarà tutto al femminile perché l’accoppiata vincente delle veline, bionda-mora, verrà proposta anche in conduzione. Saranno infatti Belen Rodriguez e Michelle Hunziker, due showgirl tra le più complete e più amate dagli italiani a presentare la prima settimana di Striscia. Dopo, ci sarà un’alternanza di personaggi alcuni già svelati, da Chiambretti a Luca e Paolo, da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, ed ancora a Ficarra e Picone, intervallati da qualche sorpresa tenuta ancora ben riservata.

“Sarà un’edizione durante la quale proseguiremo con alcune inchieste – ha spiegato Antonio Ricci, ideatore della trasmissione italiana più seguita sul piccolo schermo – il nostro è un Paese magnetico che attira bellezze ed è per questo che è stato scelto da Belen e da Michelle. Per evitare che tra una settimana qualcuno scriva che la Rodriguez sia stata cacciata, è bene precisare che la scaletta dei conduttori è già stata definita”.

Le due conduttrici di Striscia la notizia intervistate dal giornalista Emilio Buttaro (Foto di Franco Buttaro)

Le due conduttrici di Striscia la notizia intervistate dal giornalista Emilio Buttaro (Foto di Franco Buttaro)

Ma qual è la notizia che le due conduttrici vorrebbero dare? Così Belen “Ci sono tante persone che stanno per strada, ci piacerebbe che le autorità aprissero le orecchie e facessero qualcosa per loro”. Michelle spiega: “I capannoni dell’Expo sono vuoti, si potrebbe pensare di utilizzarli per ospitare i migranti”.

Durante la conferenza c’è chi prova a capire se c’è già della rivalità tra le due showgirl e allora Belen spiega che in fatto di tapiri “sto sempre al primo posto avendone collezionati ben ventuno ma non mi arrabbio è un record mondiale”. La Hunziker può invece vantare qualcosa di simile a un primato in fatto di conduzioni: “E’ la mia tredicesima edizione ed è sempre una grande emozione. Ho il cuore che batte forte, anche adesso. Questo studio è casa mia, porta tanta adrenalina, novità e cose belle. Adesso sono felicissima: sapete quanto ci tengo a fare squadra con le donne”.

Striscia la notizia in conferenza stampa (Foto di Franco Buttaro)

Striscia la notizia in conferenza stampa (Foto di Franco Buttaro)

I toni diventano molto più seri quando si parla del suicidio di Tiziana Cantone ed a quel punto Belen spiega: “Quando ho sentito la notizia del suicidio di quella ragazza mi sono messa a piangere perché una cosa del genere è successa anche a me e so che violenza sia. Per due mesi non sono riuscita ad uscire di casa per la vergogna e persi un bambino”.

Sull’argomento anche il pensiero di Michelle: “Dico sempre alla mia figlia più grande vittima di un brutto scherzo, e lo ripeto a tutti i ragazzi che devono stare molto attenti con quello che diffondono sui social”.

Non è mancato poi un augurio per se stesse, così la Hunziker: “Domani ho un processo per diffamazione e spero vada tutto bene considerato che il Pm ha chiesto per me una condanna a 6 mesi”. E la Rodriguez chiarisce: “Spero che tu non finisca in galera! Io ho fatto un giorno di prigione. Ero in Argentina, molto giovane, con degli amici sono entrata in un bar e ci siamo messi a ballare sui tavoli. Hanno chiamato la polizia”.

Confermati tutti gli inviati storici della trasmissione ma anche quelli entrati a far parte della squadra dalla scorsa stagione, nuovo invece l’art director, Sergio Pappalettera cui è affidata la grafica del programma mentre per il quarto anno consecutivo le veline di Striscia saranno sempre Irene Cioni e Ludovica Frasca.

Lunedì 26 si parte.

Emilio Buttaro

Ultima ora

18:58Maltempo: temporali sulle isole maggiori e sulla Calabria

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - Una perturbazione di origine atlantica, in entrata sul Bacino del Mediterraneo occidentale, determinerà da oggi una fase perturbata sulla Sardegna, in particolare sui settori orientali e meridionali. Domani i flussi perturbati interesseranno anche la Sicilia e la Calabria. Lo comunica la Protezione civile che ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. L'avviso prevede dalla prima mattina di domani precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale sulla Sicilia, in successiva estensione alla Calabria, specialmente sui settori meridionali ed orientali. I temporali saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Per la giornata di domani si segnala criticità arancione sulla Sardegna orientale, mentre su tutta la Basilicata, la Calabria, la Sicilia e sulla Puglia centro-meridionale è prevista criticità gialla.

18:57Turchia: negata estradizione di 3 soldati fuggiti in Grecia

(ANSAmed) - ISTANBUL, 5 DIC - Un tribunale greco ha negato l'estrazione di 3 degli 8 militari turchi fuggiti in Grecia con un elicottero dell'esercito dopo il fallito golpe del 15 luglio. Lo riporta l'agenzia statale Anadolu, secondo cui il giudice ha ritenuto che la vita dei soldati sarebbe in pericolo in caso di trasferimento in una prigione turca. Per gli altri 5 soldati, un'udienza è prevista domani. Sin dall'indomani del putsch, Ankara aveva chiesto con forza ad Atene l'estradizione dei militari, che si sono tuttavia dichiarati estranei al colpo di stato, sostenendo di essere fuggiti proprio per paura di ritorsioni da parte dei golpisti.

18:55Referendum: Bebe Vio, dispiaciuta per Renzi

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - Dalla Casa Bianca alle tribune del Palasport di Torino, giro del mondo in 45 giorni con vista sul referendum: Bebe Vio, campionessa paralimpica che a ottobre fece parte della delegazione del premier italiano dal presidente Usa Barack Obama, ieri non ha votato e ha preferito andare nel capoluogo piemontese per incitare gli azzurri impegnati nella coppa del mondo di scherma. 'Ma - racconta all'ANSA - questo risultato rappresenta ugualmente un grande dispiacere per me. Non per una valutazione politica, però Sono addolorata per come si è messa la vicenda umana di Matteo Renzi, che ho avuto modo di vedere al lavoro per due giorni di seguito e mi ha impressionato. Ha una capacità di impegnarsi spaventosa, in quella visita è stato 48 ore di fila in prima linea. E mi è piaciuta molto anche sua moglie Agnese. Altro non dico - conclude Vio - ma il dispiacere per come è andata a finire una prova a cui tenevano molto lo voglio esprimere".

18:54Siria: Mosca, morta una seconda infermiera russa

(ANSA) - MOSCA, 5 DIC - Due infermiere russe sono rimaste uccise nel bombardamento di un ospedale da campo ad Aleppo ovest: lo riferisce il generale russo Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa di Mosca. "I dottori russi e siriani hanno fatto tutto il possibile per salvarla, ma le gravi ferite non erano compatibili con la vita della militare", ha dichiarato il generale riferendosi a una delle due donne rimaste ferite. L'altra è morta sul colpo. "I medici stanno cercando di salvare la vita di un collega russo gravemente ferito, un pediatra", ha proseguito il generale.

18:49Giallo a Cambridge, trovata morta ricercatrice italiana

(ANSA) - MONZA, 5 DIC - Una ricercatrice in biopatologie mediche di Vimercate (Monza e Brianza), Simona Baronchelli, è stata trovata morta nella sua camera d'albergo a Cambridge, dove si trovava per un congresso. La morte, riferisce il quotidiano Il Giorno, risale a mercoledì scorso e la polizia inglese non avrebbe trovato tracce di violenza sul corpo della donna che aveva 32 anni ed era borsista per il Cnr. Simona Baronchelli, attivista di Emergency, secondo quanto riferito dal padre Luigi, era affetta "sin da piccola da allergie importanti, ma le sapeva gestire". "Simona non aveva nemici - ha aggiunto l'uomo -. Non riesco neanche a ipotizzare che qualcuno possa averle fatto del male. Spero che i patologi mi diano ragione". Specializzata in genetica applicata, Simona era impegnata in studi su cellule staminali.

18:47Calcio: scudetto, Sebastiani ‘tifa’ Napoli o Roma

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - "Mi piacerebbe che magari lo vincesse una piazza come Napoli o anche Roma". Così il presidente del Pescara Daniele Sebastiani si esprime sul prossimo scudetto. "Posso dire la verità - dice a Tutti convocati su Radio 24 - proprio per la bellezza del campionato e per dare importanza al campionato, premesso che io sono un simpatizzante juventino, mi piacerebbe che lo vincesse un'altra squadra. Diventa troppo monotono il campionato italiano, sennò vuol dire che gli altri stanno sempre li a giocarsi la seconda posizione". Lapadula? "Sono felicissimo prima di tutto perché il ragazzo se lo merita, sono contento anche per Galliani e per il Dottor Berlusconi perché forse avevano preso qualche critica di troppo nelle prime partite perché d'altronde il ragazzo non aveva giocato".

18:45F.1: dal 2018 torna il Gp di Francia

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - La Francia torna in Formula 1. Dal 2018 tornerà nel calendario del Circus con il Gran Premio sul circuito Paul Ricard. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa gli organizzatori presso la sede dell'Automobil Club di Francia a Parigi. L'ultimo GP transalpino nella massima serie dell'automobilismo era stato nel 2008 a Magny-Cours. Il Paul Ricard, situato nel pressi di Le Castellet, aveva ospitato la Formula 1 dal 1971 al 1990 per 14 gare.

Archivio Ultima ora