Attentatore Ny si ispirava a Isis. Fbi su graticola

Pubblicato il 22 settembre 2016 da ansa

Attentatore Ny si ispirava a Isis. Fbi su graticola

Attentatore Ny si ispirava a Isis. Fbi su graticola

WASHINGTON. – Crescono gli interrogativi sulle possibili falle dell’Fbi nel prevenire gli attentati a Ny e in New Jersey del presunto sospetto, Ahmad Khan Rahami, che era stato segnalato anche dalla dogana per un suo viaggio in Pakistan prima che il padre lo denunciasse come ‘terrorista”, riferendo al Federal Bureau of investigation – come ha precisato al Nyt – i suoi interessi per i gruppi terroristici come al Qaida e la sua fascinazione per i video e la musica jihadista.

Nel frattempo spunta la simpatia del giovane americano di origini afghane anche per l’Isis, in particolare per Abu Muhammad al-Adnani, capo della propaganda e “portavoce” dell’Isis, nonché agitatore dei ”lupi solitari” che hanno insanguinato l’Europa, ucciso a fine agosto da un drone Usa. Nel suo taccuino, di cui il Nyt ha ottenuto una copia, Rahami indica il “fratello Adnani” come “guida” e cita la sua indicazione di “colpire gli infedeli nel loro cortile di casa”, riecheggiando l’appello lanciato in estate da Adnani a prendere di mira i nemici in qualunque modo e ovunque.

Finora del taccuino gli investigatori avevano lasciato filtrare solo gli apprezzamenti per Osama Bin Laden, l’imam americano-yemenita Anwar al-Awlaki e Nidal Hasan, il maggiore americano autore della strage di Fort Hood, senza alcun riferimento ad Adnani, braccio destro operativo del Califfo al-Baghdadi e coordinatore del terrorismo in Occidente.

Il riferimento ad al-Adnani potrebbe rafforzare l’ipotesi che anche Rahami sia un ‘lupo solitario’ ma gli investigatori stanno ancora indagando per accertare se qualcuno l’abbia aiutato e se avesse legami con gruppi terroristici. Un contributo potrebbe arrivare dalla moglie, tornata negli Usa da Dubai per collaborare con gli inquirenti.

Dal taccuino emerge inoltre una possibile frustrazione per un fallito tentativo di arrivare in Siria, usato come giustificazione per fare attentati in casa: in una pagina c’è la parola “bloccato”, seguita da una frase minacciosa, “avreste dovuto lasciarci incontrare la morte oltreoceano”. Nel mirino dell’Fbi anche un possibile viaggio ad Ankara, che risulta da documenti forniti dalla polizia di Ny alle dogane, per un periodo non specificato nel gennaio 2014.

Fu comunque il suo viaggio in Pakistan di quasi un anno ad insospettire le dogane, che al suo ritorno nel marzo 2014 lo segnalarono al National Targeting center, un’agenzia federale di intelligence in seno all’Homeland security creata dopo l’11 settembre per valutare potenziali minacce legate a passeggeri ad alto rischio. Una segnalazione girata anche all’Fbi e ad altre agenzie.

Cinque mesi dopo il padre di Rahami lo denunciò come ‘terrorista’ ma, nonostante questo secondo campanello d’allarme, il Federal Bureau of investigation non interrogò il giovane né trovò elementi per un’indagine più approfondita. Sul conto di Rahami c’erano anche le segnalazioni della sicurezza dell’Ap sulla simpatia per i talebani e il disprezzo per l’azione militare Usa in Afghanistan manifestati dal giovane quando lavorava come guardia notturna non armata in alcuni uffici amministrativi dell’agenzia di stampa.

Non è la prima volta che l’Fbi e l’intelligence Usa potrebbero aver trascurato i profili di potenziali lupi solitari: i dubbi erano sorti anche con l’autore della strage di Orlando, Omar Mateen, finito sotto esame negli anni precedenti ma senza esito, e con i fratelli ceceni Tsarnaev che insanguinarono la maratona di Boston dopo essere stati segnalati dai servizi segreti russi. Anche la Casa Bianca sembra avere dei dubbi, se il portavoce Johs Earnest ha detto di essere fiducioso che l’Fbi riesaminerà la vicenda “per determinare se c’è qualcosa di diverso che avrebbe potuto o dovuto fare per prevenire la violenza”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

00:09Calcio: Juve, Allegri ‘risultato ok ma noi non brillanti’

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - ''E' un momento in cui non siamo brillanti, abbiamo avuto degli infortunati e dei rientri non buoni dalle nazionali''. Massimiliano Allegri fa i complimenti alla sua squadra per la sofferta vittoria in Champions League contro lo Sporting Lisbona. ''Dobbiamo essere concentrati - aggiunge Allegri ai microfoni di Mediaset Premium - quello che abbiamo fatto l'anno scorso è passato. I giocatori hanno fatto una prestazione importante e sono contento per Higuain. Domenica dobbiamo riprendere il cammino a Udine e riconnetterci. Dobbiamo cercare di andare avanti anche con fatica e ritrovare compattezza. Stasera sono contento per il risultato ma non per quanto fatto in alcuni momenti della partita''.

00:08Calcio: Roma, Dzeko ‘notte splendida ma potevamo vincere’

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - "Una notte splendida per noi, ma potevamo vincere": cosi' Edin Dzeko riassume la partita della Roma in casa del Chelsea. "Un punto va bene, abbiamo fatto una gara incredibile. Peccato per i gol presi, dobbiamo lavorare di più ma abbiamo fatto bene - le parole del bosniaco a Mediaset Premium - Il Chelsea ha fatto tre gol in tre occasioni, la nostra mentalita' era quella giusta". Infine la prestazione personale. "La Serie A mi ha migliorato molto, si è visto pure oggi. Al City non ho fatto gol al Chelsea, qui sì..."

00:01Calcio: Roma, Di Francesco, partite cosi’ le devi vincere

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - "Dzeko e' nato per fare gol cosi': non spendo piu' di tanto parole per lui, anche perche' era stato criticato troppo": cosi' Di Francesco rende merito al suo centravanti, autore di una doppietta col Chelsea e applaudito per un primo gol che a qualcuno ha ricordato acrobazie alla Van Basten. "Ma lasciamo perdere i singoli - aggiunge il tecnico della Roma, a Mediaset Premium - Stasera abbiamo messo in campo la mentalita' giusta, abbiamo messo in difficolta' il Chelsea e anche sotto di due gol siamo sempre stati in partita: abbiamo pagato qualche ingenuita' da cui sono arrivati i loro gol, e c'e' il rammarico perche' partite cosi' le devi portare a casa".

23:59Calcio: Chelsea, Conte ‘ho sbagliato a cambiare la squadra’

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - ''Ho cambiato assetto, e in campo eravamo improvvisati ed è stata la cosa che mi piace meno. La responsibilita' e' mia". E' il mea culpa di Antonio Conte, dopo il pari in casa con la Roma del suo Chelsea. "Nonostante il 2-0 non abbiamo dato mai l'impressione di dominare la partita. Devo ringraziare i miei giocatori altrimenti la partita l'avremmo persa - ha aggiunto il tecnico italiano, a Mediaset Premium - L'impegno dei miei giocatori è stato massimale, nel primo tempo abbiamo sofferto e anche all'inizio del secondo. La scelta di cambiare non è andata''. ''Abbiamo subito il pressing della Roma e - chiude Conte - non riuscivamo ad essere propositivi. Mi devo assumere la responsabilità di aver cambiato sistema e non ha pagato. Abbiamo tre infortunati ma è lo stesso una situazione di emergenza e difficoltà per noi. Nonostante questo abbiamo pareggiato contro una buonissima Roma''.

23:35Champions: tutto facile per Bayern e Psg

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Questi gli altri risultati della terza giornata di Champions League: Gruppo A - Cska Mosca-Basilea 0-2 (Xhaka, Oberlin) e Benfica-Manchester United 0-1 (Rashford). Gruppo B - Anderlecht-Psg 0-4 (Mbappè, Cavani, Neymar, Di Maria) e Bayern-Celtic 3-0 (Muller, Kimmich, Hummels).

23:21Champions: Roma pareggia e Juventus vince

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Chelsea-Roma 3-3 e Juventus-Sporting Lisbona 2-1 nella 3/a giornata di Champions. Partita spettacolare a Londra: Chelsea in vantaggio con David Luiz al 11' che lascia partire un destro dal limite dell'area che batte Alisson. Al 37' il raddoppio dei Blues: Bruno Peres perde un pallone a centrocampo, Morata si invola, il suo cross viene deviato da Fazio e diventa un assist per Hazard che non ha difficoltà a insaccare. Dopo 2' la Roma accorcia con Kolarov. Nel secondo tempo il sorpasso romanista grazie a una doppietta di Dzeko, prima con un tiro al volo (64') poi con un colpo di testa (70'). Un colpo di testa di Hazard al 75' riporta il match in parità. Chelsea primo nel gruppo C con 7 punti, Roma 2/a a 5. A Torino la Juve parte male con un autogol di Alex Sandro al 12' pareggiato da una punizione di Pjanic al 29'. Decide il match un colpo di testa di Mandzukic all'84' su assist di Douglas Costa, appena entrato in campo. Barcellona (3-1 all'Olympiacos) guida il gruppo D con 9 punti, Juve 2/a a 6.

23:00Nomina Zooprofilattico Teramo, governatore Abruzzo indagato

(ANSA) - L'AQUILA, 18 OTT - La Procura della Repubblica dell'Aquila sta indagando sull'iter e la scelta della nomina di Mauro Mattioli alla direzione generale dell'Istituto Zooprofilattico di Teramo, vicenda che vede tra gli indagati il governatore abruzzese, Luciano D'Alfonso. Secondo l'accusa sui requisiti in possesso dell'ex rettore dell'Università di Teramo non ci sarebbe stata univocità di giudizio nei passaggi burocratici e di merito che hanno portato alla nomina. Si tratta di un'inchiesta che si compone di due fascicoli innescati da due denunce, una delle quali presentata dal rappresentante del ministero della Salute. Il primo, secondo quanto si è appreso, è avviato verso l' archiviazione, nel secondo, che il procuratore capo, Renzo, deve assegnare ad un altro pm, ci sono otto indagati con la ipotesi di reato di abuso d'ufficio e falso. "Non vedo l'ora di poter parlare in qualche sede di quel fascicolo", ha detto D'Alfonso.

Archivio Ultima ora