Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

Pubblicato il 22 settembre 2016 da ansa

Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

LONDRA. – Rigorosi sul palcoscenico della politica, disinvolti negli affari privati. L’ombra di un nuovo scandalo offshore, con documenti saltati fuori da un ennesimo paradiso fiscale – stavolta le Bahamas, sotto il sole dei Caraibi – torna ad allungarsi su decine di governanti ed ex governanti di mezzo mondo. E al centro di imbarazzi, destinati probabilmente a finire presto sotto la sabbia, si ritrovano in primis la Gran Bretagna e l’Ue dove due donne che contano sono ora nella bufera: da un lato della Manica Amber Rudd, rampante ministra dell’Interno nel gabinetto conservatore di Theresa May; di là, a Bruxelles, Neelie Kroes, ex influente commissaria alla Concorrenza e vecchia conoscenza in questo tipo di faccende.

La lista dei nomi citati è in realtà molto più lunga e già induce Oxfam a tornare a chiedere la luna, cioè l’abolizione sic et simpliciter delle sinecure fiscali. Nel calderone si va dall’ex premier del Qatar al-Thani, al vice presidente angolano Manuel Domingos Vicente, fino al canadese William Francis Morneau, ministro delle Finanze in carica sotto l’amministrazione del mediatico presidente Justin Trudeau.

Ma è Londra che la vicenda fa più rumore. Tutto nasce dalle rivelazioni pubblicate dapprima dal tedesco Süddeutsche Zeitung e poi dal Guardian, spulciando fra le carte del dossier fatto filtrare ancora una volta attraverso l’International Consortium of Investigative Journalists: lo stesso che nei mesi scorsi ha diffuso i cosiddetti ‘Panama Papers’, mettendo fra l’altro in piazza i conti di famiglia ereditati, al riparo dal fastidio delle tasse, dall’allora premier David Cameron.

In questo caso il faldone virtuale, salvato su un database di 38 gigabyte, contiene i nomi di 175.000 manager di società internazionali registrate al ‘sicuro’ alle Bahamas. E due di queste (fra cui la Monticello, già coinvolta in un’indagine penale) hanno attirato l’attenzione del Guardian per essere state guidate a suo tempo da Amber Rudd.

Nulla d’illegale, fino a prova contraria. Ma non proprio una rivelazione opportuna per il ministro chiamato a custodire le frontiere del regno. Personaggio in piena ascesa, e punto di riferimento dell’ala più europeista in casa Tory, Rudd si è trincerata dietro il silenzio, limitandosi a far sapere che le sua attività precedenti di manager e donna d’affari erano note. Ma ha evitato di precisare se le due società caraibiche abbiano mai versato qualcosa al fisco britannico sotto la sua gestione, nè ha risposto agli interrogativi del Guardian su altri incarichi da lei ricoperti nel settore dell’estrazione e commercializzazione dei diamanti in seno a una società anglo-canadese e a una joint-venture in Russia, i cui proventi venivano negoziati guarda caso alla borsa di Vancouver: una delle piazze più allergiche ai controlli del pianeta.

Se Rudd non rischia comunque la poltrona, Neelie Kroes rischia al massimo la pensione Ue, spiccioli per lei. Già consulente finanziaria d’alto bordo, imposta anni fa dall’Olanda e da altri Paesi del nord Europa quale titolare del portafogli chiave della Concorrenza nella Commissione europea, è fuori dai giochi da un po’. Ma a Bruxelles non si può far finta di nulla.

Jean-Claude Juncker si è affrettato a far dichiarare che la Commissione non sapeva che la Kroes figurasse come direttore d’una società offshore mentre svolgeva mansioni di commissario: in teoria una violazione grave del codice di condotta. Del resto, “ci sono cose che nemmeno le regole più strette possono prevenire”, ha allargato le braccia un portavoce.

A Gianni Pittella, capogruppo di S&D a Strasburgo, la promessa di accertamenti sul comportamento “vergognoso” attribuito all’ex commissaria olandese tuttavia non basta. Il precedente di Barroso, passato dall’oggi al domani dai vertici europei a un incarico dorato a Goldman Sachs, è troppo fresco. E a Juncker la richiesta è di “cambiare le regole di condotta”: per evitare il ripetersi della litania dei “conflitti d’interessi”.

(di Alessandro Logroscino/ANSA)

Ultima ora

04:29Samsung ammette: batterie causa incendi Galaxy Note 7

(ANSA) - PECHINO, 23 GEN - Samsung Electronics ha individuato nel design e nelle manifattura delle batterie il problema dell' incendio che nei mesi scorsi ha colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. "La nostra indagine, così come le altre completate da tre organizzazioni industriali indipendenti, ha concluso che le batterie sono state all'origine degli incidenti del Note 7", ha rilevato Samsung in una nota, a chiusura dell'istruttoria.

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

Archivio Ultima ora