Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

Pubblicato il 22 settembre 2016 da ansa

Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

Bahamas Leaks, nuovo scandalo travolge Gb e Ue

LONDRA. – Rigorosi sul palcoscenico della politica, disinvolti negli affari privati. L’ombra di un nuovo scandalo offshore, con documenti saltati fuori da un ennesimo paradiso fiscale – stavolta le Bahamas, sotto il sole dei Caraibi – torna ad allungarsi su decine di governanti ed ex governanti di mezzo mondo. E al centro di imbarazzi, destinati probabilmente a finire presto sotto la sabbia, si ritrovano in primis la Gran Bretagna e l’Ue dove due donne che contano sono ora nella bufera: da un lato della Manica Amber Rudd, rampante ministra dell’Interno nel gabinetto conservatore di Theresa May; di là, a Bruxelles, Neelie Kroes, ex influente commissaria alla Concorrenza e vecchia conoscenza in questo tipo di faccende.

La lista dei nomi citati è in realtà molto più lunga e già induce Oxfam a tornare a chiedere la luna, cioè l’abolizione sic et simpliciter delle sinecure fiscali. Nel calderone si va dall’ex premier del Qatar al-Thani, al vice presidente angolano Manuel Domingos Vicente, fino al canadese William Francis Morneau, ministro delle Finanze in carica sotto l’amministrazione del mediatico presidente Justin Trudeau.

Ma è Londra che la vicenda fa più rumore. Tutto nasce dalle rivelazioni pubblicate dapprima dal tedesco Süddeutsche Zeitung e poi dal Guardian, spulciando fra le carte del dossier fatto filtrare ancora una volta attraverso l’International Consortium of Investigative Journalists: lo stesso che nei mesi scorsi ha diffuso i cosiddetti ‘Panama Papers’, mettendo fra l’altro in piazza i conti di famiglia ereditati, al riparo dal fastidio delle tasse, dall’allora premier David Cameron.

In questo caso il faldone virtuale, salvato su un database di 38 gigabyte, contiene i nomi di 175.000 manager di società internazionali registrate al ‘sicuro’ alle Bahamas. E due di queste (fra cui la Monticello, già coinvolta in un’indagine penale) hanno attirato l’attenzione del Guardian per essere state guidate a suo tempo da Amber Rudd.

Nulla d’illegale, fino a prova contraria. Ma non proprio una rivelazione opportuna per il ministro chiamato a custodire le frontiere del regno. Personaggio in piena ascesa, e punto di riferimento dell’ala più europeista in casa Tory, Rudd si è trincerata dietro il silenzio, limitandosi a far sapere che le sua attività precedenti di manager e donna d’affari erano note. Ma ha evitato di precisare se le due società caraibiche abbiano mai versato qualcosa al fisco britannico sotto la sua gestione, nè ha risposto agli interrogativi del Guardian su altri incarichi da lei ricoperti nel settore dell’estrazione e commercializzazione dei diamanti in seno a una società anglo-canadese e a una joint-venture in Russia, i cui proventi venivano negoziati guarda caso alla borsa di Vancouver: una delle piazze più allergiche ai controlli del pianeta.

Se Rudd non rischia comunque la poltrona, Neelie Kroes rischia al massimo la pensione Ue, spiccioli per lei. Già consulente finanziaria d’alto bordo, imposta anni fa dall’Olanda e da altri Paesi del nord Europa quale titolare del portafogli chiave della Concorrenza nella Commissione europea, è fuori dai giochi da un po’. Ma a Bruxelles non si può far finta di nulla.

Jean-Claude Juncker si è affrettato a far dichiarare che la Commissione non sapeva che la Kroes figurasse come direttore d’una società offshore mentre svolgeva mansioni di commissario: in teoria una violazione grave del codice di condotta. Del resto, “ci sono cose che nemmeno le regole più strette possono prevenire”, ha allargato le braccia un portavoce.

A Gianni Pittella, capogruppo di S&D a Strasburgo, la promessa di accertamenti sul comportamento “vergognoso” attribuito all’ex commissaria olandese tuttavia non basta. Il precedente di Barroso, passato dall’oggi al domani dai vertici europei a un incarico dorato a Goldman Sachs, è troppo fresco. E a Juncker la richiesta è di “cambiare le regole di condotta”: per evitare il ripetersi della litania dei “conflitti d’interessi”.

(di Alessandro Logroscino/ANSA)

Ultima ora

20:31Siria: Lavrov, lealisti sospendono offensiva ad Aleppo

(ANSA) - MOSCA, 8 DIC - Le truppe di Damasco hanno sospeso l'offensiva ad Aleppo est per permettere a una colonna di 8.000 civili di lasciare la città siriana: lo ha detto il ministro degli Esteri Serghiei Lavrov a margine della riunione del Consiglio dei ministri degli Esteri dell'Osce ad Amburgo. Lo riportano le agenzie russe.

20:28Calcio: Europa League, Qarabag-Fiorentina 1-2

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Vittoria e primo posto per la Fiorentina, nel Girone J dell'Europa League. I viola hanno chiuso il proprio raggruppamento, imponendosi per 2-1 sul campo del Qarabag grazie alle reti dell'uruguayano Vecino al 15' della ripresa, su assist di Kalinic, e di Chiesa, poi espulso, al 31'. Per gli azeri padroni di casa aveva firmato il momentaneo pareggio Silva, al 27' della ripresa, su suggerimento di Quintana.

19:09Calcio: Barca, Bartomeu annuncia rinnovo Suarez fino al 2022

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Luis Suarez resterà al Barcellona fino al 2022. Manca l'ufficialità, ma il presidente del club blaugrana, Josep Maria Bartomeu, lo ha anticipato in un'intervista alla radio uruguayana Radio Vision Celeste. "Il rinnovo è cosa fatta - ha detto - mancano solo alcuni dettagli minori. Luis rimarrà a Barcellona. E' amato da tutti e lui è molto affezionato al club. Nei prossimi giorni o settimane lo ufficializzeremo". "Per tutti i tifosi è un giocatore molto importante e fa parte di un tridente spettacolare, oltre che aiutare il gioco di squadra", ha aggiunto Bartomeu, che ha fornito alcuni dettagli del rinnovo. "Prolungheremo il contratto fino a quanto la legge ci consente, ma l'obiettivo è che Suarez rimanga fino alla Coppa del mondo in Qatar, in programma nel 2022. Vorremmo anche di più ma, per adesso, il contratto sarà firmato fino al 2022, perché bisogna adattarsi alla legge che prevede un contratto massimo di cinque anni. Vogliamo che Luis resti nel nostro club anche dopo la pensione".

19:06Morti in corsia: altre segnalazioni, inquirenti al lavoro

(ANSA)-SARONNO, 8 DIC - Proseguono le indagini dei carabinieri su possibili altri casi di morti sospette al Pronto Soccorso dell'ospedale di Saronno. I militari stanno valutando altre segnalazioni, circa una ventina, giunte da parenti di persone decedute in pronto soccorso negli anni scorsi. Si tratta di persone che o manifestano timore per le cause di morte dei propri cari, o domandano chiarimenti. A oggi sarebbero circa una trentina le cartelle cliniche sequestrate dagli investigatori, coordinati dalla Procura di Busto Arsizio (Varese) su cui si stanno concentrando le indagini. Si tratta di tutti i casi trattati dal viceprimario del Pronto Soccorso Leonardo Cazzaniga prima dell'avvio della indagine condotta dalla Commissione interna, poi chiusa senza alcun provvedimento successivo. Proprio sulla base di quella indagine, oggi 12 medici sono stati iscritti nel registro degli indagati a vario titolo per omessa denuncia e favoreggiamento. Questi stessi medici dovranno essere tutti sentiti dalla Procura da lunedì prossimo.

19:02Calcio a 5: in Serie A è tempo di anticipi

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Archiviata la doppia vittoriosa amichevole in Slovenia, il campionato di Serie A di calcio a 5 entra nella volata finale che deciderà le otto qualificate alla Final eight di Coppa Italia e le quattro squadre (le prime classificate) che ospiteranno i gironi della prima fase di Winter cup (27-29 dicembre). Due gli anticipi in programma venerdì: a Cercola, in campo Lollo Caffè Napoli e Cioli Cogianco, mentre le telecamere di Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre, canale 225 di Sky) si accenderanno al PalaBianchini per la sfida tra Axed Group Latina e Pescara. Sabato Luparense-Ma Group Imola, Acqua&Sapone Unigross-Real Rieti, Futsal Isola-Came Dosson e Lazio-Kaos Futsal. (ANSA).

18:49Calcio: ct azzurro Ventura visita Centro sportivo Cagliari

(ANSA) - CAGLIARI, 8 DIC - Tappa a Cagliari del tour nei ritiri di A del ct della Nazionale Giampiero Ventura: l'allenatore azzurro ha trascorso la mattinata nel Centro sportivo del Cagliari, ad Assemini, e ha seguito l'allenamento dei rossoblu in vista della gara di domenica al Sant'Elia con il Napoli. Accompagnato dal segretario della Nazionale, Mauro Vladovich, Ventura è arrivato alle 10, accolto dal presidente rossoblù Tommaso Giulini e dal direttore sportivo Stefano Capozucca. Per il ct un ritorno in Sardegna dopo le due parentesi sulla panchina del Cagliari alla fine degli anni Novanta e nelle stagioni 2002-2003 e 2003-2004. Dopo la colazione il ct ha iniziato il giro dei campi di allenamento del Centro, incontrando squadre e tecnici del Settore Giovanile rossoblù. "Non smettete mai di mettervi in discussione - queste le frasi riportate dal sito del Cagliari a proposito della chiacchierata con i ragazzi - lottate per realizzare i vostri sogni. E vi auguro di arrivare presto ai livelli più alti". Ventura ha parlar anche con i suoi ex giocatori Daniele Conti, Alessandro Agostini e David Suazo. Alle 11 l'incontro con la prima squadra. Un saluto affettuoso al mister Massimo Rastelli e ai giocatori: "Complimenti per la vittoria del campionato di Serie B - ha detto - vincere non è mai facile. In bocca al lupo per il futuro. Continuate a fare bene come state facendo". Ventura ha poi assistito all'allenamento seduto in panchina. "E' un piacere tornare qui ad Asseminello, ha rappresentato uno spicchio della mia vita - ha commentato Ventura -. Mi sembra di essere a casa. La mia esperienza in Sardegna mi ha lasciato ricordi fantastici e tanti amici. Il Cagliari di oggi ha iniziato un programma costruttivo: il presidente Giulini ha voglia di fare ed un entusiasmo contagioso. La funzione degli stage azzurri? L'Europeo ha lasciato una buona base, alcuni giocatori sono fondamentali ma occorre anche pensare al futuro, ad un ricambio generazionale. Il campionato italiano presenta tanti giovani di grandi potenzialità che hanno bisogno di fare esperienza. Devono sentire Coverciano come casa loro". (ANSA).

18:40Calcio: azzurre avvio vincente a Torneo Manaus, 3-0 a Russia

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Esordio vincente per la Nazionale di calcio femminile, nel Torneo internazionale di Manaus, in Brasile. La selezione azzurra guidata da Antonio Cabrini si è imposta per 3-0 sulla Russia. La Nazionale è passata in vantaggio al 15' con Gama, sugli sviluppi di un corner battuto da Parisi. Scese in campo con il lutto al braccio per ricordare i giocatori della Chapecoense, vittime di un disastro aereo, le azzurre raddoppiano con la esordiente Bergamaschi al 5'. Al 18' la Gabbiadini, da fuori area, insacca la rete del definitivo 3-0. "E' stata una buona partita - le parole di Cabrini - ma ci sono ampi margini per migliorare ancora. Il problema maggiore è legato all'acclimatamento: è difficile abituarsi in pochi giorni all'alto tasso di umidità e al repentino cambio climatico. L'importante è riuscire a imporre sempre il nostro gioco, mantenendo ritmi altissimi".

Archivio Ultima ora