Moro: D’Onghia, rappresentò politica che ascolta e mai urla

(ANSA) – MAGLIE (LECCE), 23 SET – “Moro resta una delle figure portanti della politica italiana per la sua politica mai urlata ma di ascolto, quello che la politica dovrebbe sempre fare”. Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione Angela D’Onghia, intervenuta alle celebrazioni per il centenario della nascita di Aldo Moro svoltesi a Maglie, città natale dello statista. “Moro – ha aggiunto il sottosegretario – ci ha insegnato parole come umiltà, passione e dovere che abbiamo perso e dobbiamo recuperare. Ai giovani dico di leggere gli scritti di Moro perché lì potranno trovare la visione del futuro”. Dopo la deposizione in Largo Caduti di via Fani di una corona davanti al monumento che ricorda lo statista ucciso dalle Br, si è snodato un corteo composto da autorità cittadine, consiglieri comunali e numerosi studenti che ha raggiunto la vicina piazza Moro dove ci sono stati gli interventi dei rappresentanti istituzionali. Alle 12.30 la pattuglia acrobatica nazionale dell’Aeronautica militare ha sorvolato il cielo della città.

Condividi: