Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima

Pubblicato il 23 settembre 2016 da ansa

Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima.

Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima.

ROMA. – Il terremoto non cambierà volto al territorio: tutto tornerà “dov’era e com’era prima”, riattivando l’economia e il lavoro con un sostegno immediato alle aziende, in piena trasparenza, sulla base del modello Expo, con imprese certificate. A un mese dalla scossa che la notte tra il 23 e il 24 agosto ha raso al suolo interi paesi del Centro Italia, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il commissario del governo, Vasco Errani, e il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, fissano i punti fermi e forniscono prudenziale stima dei danni, che dovrebbero ammontare “come minimo” a 4 miliardi di euro.

Si tratta di un’analisi, ha precisato Renzi, che “va verificata punto punto. Il terremoto ha colpito non solo luoghi dove ci sono state vittime ma ha creato lesioni importanti in altre zone”. Le persone assistite sono circa 3mila, di cui 2.500 ancora in tenda, anche se questo fine settimana le “tendopoli” cominceranno a essere smantellate e gli sfollati troveranno una sistemazione più comoda; per le casette in legno, come ha ribadito Curcio, “ci vorranno sette mesi al massimo”.

“Il nostro obiettivo, per le prime e le seconde case e per gli esercizi commerciali, è riportare tutto a come era prima e più bello di prima”, è il messaggio del premier ai cittadini di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto e delle varie frazioni distrutte, “senza show e senza effetti speciali”. In questa fase bisognerà però evitare che le aziende si spengano e la popolazione sia costretta a stabilirsi altrove.

Errani, a tale proposito, ha annunciato “un sostegno immediato, una sorta di prestito d’onore”, di una “cifra minima” che rappresenta però un aiuto dallo Stato, “poi ci saranno le politiche sul turismo, sulla filiera agroalimentare e sull’attrazione di nuovi investimenti”. Quanto alla ricostruzione, parole chiave dovranno essere “legalità e trasparenza”, tutte le imprese che lavoreranno sul terremoto, per edifici pubblici o privati, dovranno essere iscritte a liste di merito e ci saranno i controlli dell’Anac.

Non oltre il 3 ottobre arriverà il decreto che conterrà anche i criteri per i risarcimenti, ha anticipato Errani, con “un meccanismo chiaro di riconoscimento pieno dei danni del terremoto. Non ci troveremo a discutere ogni anno le quote, riconosceremo tutti i danni che saranno verificati”. Mentre, sul piano della prevenzione, la prossima settimana sarà formalizzata la struttura di missione di Casa Italia, guidata dal rettore del Politecnico, Giovanni Azzone.

Gli interventi di manutenzione anti-sismica saranno fuori dai limiti alla contabilità pubblica, ha ribadito Renzi, “perchè non è possibile che ci si preoccupi della stabilità delle tecnocrazie e non di quella degli edifici” e “la legge di Stabilità 2017 conterrà un grande incoraggiamento per gli amministratori locali”.

In Consiglio dei ministri invece la determinazione del cratere. L’impostazione è condivisa dai governatori delle Regioni coinvolte, come ha spiegato la presidente dell’Umbria, Catiuscia Marini, dopo l’incontro a Palazzo Chigi.

Alle opposizioni, che manifestano una disponibilità di massima, il premier ha chiesto sul terremoto una moratoria. Fuori dal coro la Lega, che con Salvini dice: “Da Renzi ancora chiacchiere”.

(di Melania Di Giacomo/ANSA)

Ultima ora

23:28Calcio: Lazio-Spal, prima donna medico in A come Carneiro

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Si chiama Raffaella Giagnorio, ha 52 anni ed è ferrarese, come la squadra che accompagna da anni in panchina. E' la prima medico donna a esordire in Serie A, in occasione del match che si sta disputando fra la Lazio e Spal. Come Eva Carneiro, l'avvenente medico britannica nota per essere stata la responsabile dell'area medica del Chelsea dal 2009 al 2015, prima della nota disputa legale a causa del licenziamento voluto dall'allora tecnico dei londinesi Mourinho. Al contrario, la dottoressa Giagnorio, ortopedico, medico dello sport e nutrizionista, può vantare un ottimo rapporto con lo staff dell'allenatore Semplici. E' responsabile medico della Spal dal 2013 e ha vissuto in panchina tutta l'ascesa dei ferraresi dalla Lega Pro fino alla massima serie. Davvero si può dire che se dopo 49 la Spal è tornata in A, una parte di merito va anche a lei.

23:26Calcio: Serie A, classifica

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - La classifica del campionato di calcio di Serie A dopo la prima giornata: Juventus, Napoli, Milan, Inter, Chievo, Roma e Sampdoria punti 3; Bologna, Torino, Genoa, Sassuolo, Lazio e Spal 1; Benevento, Crotone, Fiorentina, Udinese, Atalanta, Verona e Cagliari 0.

23:22Calcio: nella prima giornata di Serie A vincono le grandi

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Vincono le grandi, nella prima giornata di Serie A: dopo i successi di ieri di Juve e Napoli, oggi è toccato alla Roma, che si è imposta soffrendo a Bergamo, contro l'Atalanta. In serata è toccato alle milanesi: i rossoneri di Montella si sono imposti a Crotone per 3-0, i nerazzurri in casa sulla Fiorentina, con lo stesso punteggio. Pari fra Bologna e Torino (1-1) e senza reti fra Lazio e Spal. Grazie alla doppietta di Quagliarella, la Sampdoria ha battuto in casa il Benevento per 2-1, mentre il Chievo ha piegato in trasferta l'Udinese con lo stesso punteggio. Pari senza gol né emozioni fra Sassuolo e Genoa.

22:43Calcio: Totti 1/a da dirigente, “in tribuna è davvero tosta”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Dalla tribuna la partita è davvero tosta!". Francesco Totti commenta così il proprio esordio da dirigente a Bergamo, dove la Roma ha vinto al debutto in campionato contro l'Atalanta grazie a una rete di Kolarov. L'ex capitano giallorosso ha assistito al successo della squadra allenata da Di Francesco dagli spalti, in giacca e cravatta, assieme agli altri dirigenti Monchi, Baldissoni e Gandini. "Forza ragazzi e complimenti per questo primo risultato... - aggiunge Totti in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook -. Sarà un anno di lotte e di emozioni forti. Forza Roma!".

22:41Calcio: Barca, vittoria senza gioia al Camp Nou contro Betis

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Tutto facile per il Barcellona, ma è stata una vittoria con la morte nel cuore, quella conquistata stasera dai blaugrana, all'esordio nella Liga. A farne le spese, in un Camp Nou blindato, è stato il Betis Siviglia, che è stato messo sotto nel primo tempo in 3', grazie all'uno-due fra il 36' e il 39'. Messi e compagni sono andati in vantaggio grazie a un autogol di Tosca e hanno raddoppiato con Sergi Roberto, servito dall'ex milanista Deulofeu. Più volte Leo Messi ha cercato la via del gol, senza trovarla: in ben tre occasioni le sue bordate sono andate a finire sui pali. Grande commozione durante il minuto di raccoglimento prima della partita, dopo l'attentato nelle 'Ramblas', e squadra in campo con una maglia speciale con la scritta sulle spalle 'Barcelona'.(ANSA).

22:26Domani annuncio Trump su Afghanistan

(ANSA) - WASHINGTON, 20 AGO - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump parlera' domani alla nazione alle 21 locali (le 3 del mattino seguente in Italia) da Fort Myer ad Arlington, in Virginia, "per fornire un aggiornamento" sul percorso dell'"impegno dell'America in Afghanistan e in Sud Asia". Lo ha comunicato la Casa Bianca.

22:14Calcio: doppia Var a San Siro premia Inter

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Primo tempo nel segno della Var a San Siro, con la nuova 'moviola' tecnologica che prima (4') assegna un rigore in favore del nerazzurri per fallo di Astori su Icardi e poi, sul finire di tempo (42'), non riconosce come sanzionabile una caduta in area di Simeone jr, dopo il contatto con Miranda: l'arbitro Tagliavento ha fermato il gioco e consultato il Var, decidendo che il contatto non era da rigore.

Archivio Ultima ora