Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima

Pubblicato il 23 settembre 2016 da ansa

Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima.

Sisma: Renzi, ricostruiremo tutto come prima.

ROMA. – Il terremoto non cambierà volto al territorio: tutto tornerà “dov’era e com’era prima”, riattivando l’economia e il lavoro con un sostegno immediato alle aziende, in piena trasparenza, sulla base del modello Expo, con imprese certificate. A un mese dalla scossa che la notte tra il 23 e il 24 agosto ha raso al suolo interi paesi del Centro Italia, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il commissario del governo, Vasco Errani, e il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, fissano i punti fermi e forniscono prudenziale stima dei danni, che dovrebbero ammontare “come minimo” a 4 miliardi di euro.

Si tratta di un’analisi, ha precisato Renzi, che “va verificata punto punto. Il terremoto ha colpito non solo luoghi dove ci sono state vittime ma ha creato lesioni importanti in altre zone”. Le persone assistite sono circa 3mila, di cui 2.500 ancora in tenda, anche se questo fine settimana le “tendopoli” cominceranno a essere smantellate e gli sfollati troveranno una sistemazione più comoda; per le casette in legno, come ha ribadito Curcio, “ci vorranno sette mesi al massimo”.

“Il nostro obiettivo, per le prime e le seconde case e per gli esercizi commerciali, è riportare tutto a come era prima e più bello di prima”, è il messaggio del premier ai cittadini di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto e delle varie frazioni distrutte, “senza show e senza effetti speciali”. In questa fase bisognerà però evitare che le aziende si spengano e la popolazione sia costretta a stabilirsi altrove.

Errani, a tale proposito, ha annunciato “un sostegno immediato, una sorta di prestito d’onore”, di una “cifra minima” che rappresenta però un aiuto dallo Stato, “poi ci saranno le politiche sul turismo, sulla filiera agroalimentare e sull’attrazione di nuovi investimenti”. Quanto alla ricostruzione, parole chiave dovranno essere “legalità e trasparenza”, tutte le imprese che lavoreranno sul terremoto, per edifici pubblici o privati, dovranno essere iscritte a liste di merito e ci saranno i controlli dell’Anac.

Non oltre il 3 ottobre arriverà il decreto che conterrà anche i criteri per i risarcimenti, ha anticipato Errani, con “un meccanismo chiaro di riconoscimento pieno dei danni del terremoto. Non ci troveremo a discutere ogni anno le quote, riconosceremo tutti i danni che saranno verificati”. Mentre, sul piano della prevenzione, la prossima settimana sarà formalizzata la struttura di missione di Casa Italia, guidata dal rettore del Politecnico, Giovanni Azzone.

Gli interventi di manutenzione anti-sismica saranno fuori dai limiti alla contabilità pubblica, ha ribadito Renzi, “perchè non è possibile che ci si preoccupi della stabilità delle tecnocrazie e non di quella degli edifici” e “la legge di Stabilità 2017 conterrà un grande incoraggiamento per gli amministratori locali”.

In Consiglio dei ministri invece la determinazione del cratere. L’impostazione è condivisa dai governatori delle Regioni coinvolte, come ha spiegato la presidente dell’Umbria, Catiuscia Marini, dopo l’incontro a Palazzo Chigi.

Alle opposizioni, che manifestano una disponibilità di massima, il premier ha chiesto sul terremoto una moratoria. Fuori dal coro la Lega, che con Salvini dice: “Da Renzi ancora chiacchiere”.

(di Melania Di Giacomo/ANSA)

Ultima ora

11:01Rigopiano: Stefano vivo, a Valva si riaccende la speranza

(ANSA) - VALVA (SALERNO), 21 GEN - La notizia che Stefano Feniello è vivo ed è stato individuato assieme alla fidanzata Francesca Bronzi ed altre tre persone sotto le macerie del resort Rigopiano è giunta nel cuore della notte a Valva (Salerno). "Aspettiamo qualche buona notizia'' aveva detto ieri lo zio di Stefano, Claudio, che stamattina insieme con la sorella Graziella ed il figlio Carmine si sta dirigendo a Silvi Marina dove vive la famiglia di Stefano. "Per il momento non abbiamo notizie - dice Claudio Feniello - speriamo che quando saremo a destinazione nostro nipote sia stato estratto dalle macerie". A telefono il fratello di Stefano, Andrea, che si trova in queste ore a Pescara, dice: 'Aspettiamo notizie''.

10:57Bus ungherese: A4 riaperta, rimossa carcassa pullman

(ANSA) - S.MARTINO BUONALBERGO (VERONA), 21 GEN - E' stata riaperta poco fa l'autostrada A4, chiusa dalla notte scorsa tra Verona Sud e Verona Est in seguito al tragico incidente al bus ungherese. Il traffico, sia pur lentamente, ha ripreso a scorrere in direzione di Venezia, dopo che ciò che rimaneva del pullman straniero è stato rimosso. Sul posto sono ora in azione i mezzi della società autostradale per ripulire il tratto di autostrada interessato. Si resta in attesa, da parte della Polstrada di Verona Sud, di conoscere l'esatta dinamica dell'incidente. (ANSA).

10:55Bus ungherese in fiamme, 16 morti

(ANSA) - VERONA, 21 GEN - E' di 16 morti accertati il bilancio nell'incidente che ha coinvolto un pullman ungherese sul quale viaggiavano 55 persone, 39 delle quali sono rimaste ferite e sono state portate nei vari ospedali di Verona. L'incidente si è verificato poco prima di mezzanotte sulla A4 all'altezza dello svincolo di Verona Est in direzione Venezia: il pullman è andato a sbattere lateralmente contro il pilone del ponte, incendiandosi. A bordo si trovava un gruppo di ragazzi ungheresi fra i 14 e i 18 anni che stavano tornando da una gita scolastica: da una località montana della Francia il bus stava facendo ritorno a Budapest.

07:28Trump: Mattis e Kelly giurano, sono in carica

NEW YORK - L'ex generale James Mattis e il generale in congedo John Kelly hanno giurato, entrando ufficialmente in carica nell'amministrazione Trump. Mattis e' il nuovo capo del Pentagono. Kelly il ministro degli Interni.

07:25Trump in Studio Ovale, firma decreto su Obamacare

NEW YORK - Donald Trump, nel suo primo atto nello Studio Ovale, firma un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

07:19Trump, bene conferme Mattis e Kelly, subito al lavoro

NEW YORK - ''Sono soddisfatto della conferma dei generali Mattis e Kelly''. Lo afferma il presidente americano Donald Trump, commentando la loro conferma in Senato. ''Sono due leader qualificati che inizieranno subito a lavorare per difendere il nostro paese e mettere al sicuro i nostri confini''.

07:01Trump: Senato conferma Kelly ministro dell’interno

WASHINGTON - Il Senato americano ha confermato il generale in congedo John Kelly come segretario dell'Homeland Security Department, corrispondente al ministero dell'interno. Poche ore fa il Senato ha confermato anche la nomina dell'ex generale James Mattis a segretario della difesa.

Archivio Ultima ora