Italia fuori dalla recessione nel 2014, ma più lenta nel 2015

Pubblicato il 23 settembre 2016 da ansa

Italia fuori dalla recessione nel 2014

Italia fuori dalla recessione nel 2014

ROMA. – Un anno in più di crescita, uno in meno di recessione. Il 2014 è stato il punto di svolta per l’economia italiana, ma l’annuncio arriva solo oggi, a quasi due anni di distanza. Il Pil è cresciuto dello 0,1%, percentuale minima, ma comunque positiva rispetto al -0,3% calcolato a marzo scorso. Come previsto all’inizio di autunno, l’Istat ha rifatto i calcoli sui conti nazionali dell’ultimo triennio, rimettendo in ordine le rilevazioni e rivedendo al ribasso la stima sull’andamento del Pil del 2015 e al rialzo, di molto, quella del 2014.

Fino a ieri, la seconda ondata di crisi sembrava aver mandato a fondo l’economia italiana per tre anni consecutivi dal 2012 al 2014. Ma rifatti i conti, così non è stato. Anzi, da tre anni a questa parte l’economia sta crescendo ininterrottamente.

“La ripresa è un fatto rilevante e oggettivo”, ha commentato il premier Matteo Renzi. “Venti mesi fa – ha aggiunto – le cose stavano peggio in Italia: il segno del pil e degli occupati non era più, ma era meno, oggi in Italia il meno è diventato più anche se non siamo soddisfatti”.

Il governo, ha poi spiegato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, farà una manovra che spingerà la crescita: ”le risorse sono poche perché il governo continua a consolidare la finanza pubblica, riducendo il deficit e abbassando il debito, ma quelle poche risorse saranno soprattutto concentrate per sostenere gli investimenti pubblici e privati e quindi la crescita e le prospettive di occupazione”, ha detto al Tg1.

L’Italia, secondo i nuovi dati Istat, è uscita dalla recessione con un anno di anticipo, proprio nel 2014, proprio, sottolinea il governo, quando sono entrati in carica Matteo Renzi e i suoi ministri e proprio quando è stato approvato il primo provvedimento di impatto nella strategia dell’esecutivo: il decreto Irpef sugli 80 euro.

“Il primo anno di ripresa coincide con l’insediamento di questo governo”, hanno spiegato al Mef e, in vista della messa a punto della Nota di aggiornamento del Def e della manovra, il governo si sente ora incoraggiato “a proseguire nella direzione intrapresa”.

Stando alle tabelle dell’Istat sul 2014, più che la spesa delle famiglie, ad influire sul Pil sono state soprattutto le scorte e ad andare meglio del previsto, o forse meno peggio, sono stati gli investimenti (rivisti da -3,4% a -3,0%) e la spesa delle amministrazioni pubbliche.

I consumi delle famiglie sono invece aumentati più del previsto nel 2015, passando dalla stima preliminare di +0,9% all’aggiornata +1,5%. Lo scorso anno i consumi finali nazionali, quelli che comprendono anche la spesa della p.a., sono andati complessivamente meglio e così è stato anche per gli investimenti fissi lordi.

Tuttavia, il dato, arrotondato al rialzo all’inizio dell’anno, è stato stavolta ritoccato al ribasso, da +0,8% a +0,7%. In termini assoluti, il Pil è però arrivato in ogni caso a un livello più alto, ad oltre 1.642 miliardi di euro rispetto ai 1.636 stimati in primavera, proprio perché la base di partenza del 2014 risulta ora più elevata. Le revisioni del Pil hanno lasciato invariato il deficit al 2,6% nel 2015, ma hanno portato ad un aggiustamento al ribasso del debito.

Nel 2014 il rapporto col Pil è cresciuto dunque meno del previsto e si è attestato al 131,8% contro il 132,5% stimato. Lo stesso per il 2015: dal 132,7% stimato si è scesi al 132,2%. La palla passa ora ai tecnici del Tesoro, alle prese con la Nota di aggiornamento del Def. Difficile indovinare dove possa fermarsi l’asticella ma, dopo Confindustria e Ocse, oggi anche Prometeia ha tagliato le previsioni per il 2016 ad una crescita dello 0,7%.

Numeri giudicati dall’esecutivo “non soddisfacenti” ma che comunque si mantengono in positivo. “La strada è ancora davvero molto lunga eppure ce la possiamo fare”, ha commentato il premier Matteo Renzi. “Venti mesi fa le cose stavano peggio: il segno del Pil e degli occupati non era più, ma era meno, oggi – ha insistito – il meno è diventato più anche se non siamo soddisfatti. La ripresa è un fatto rilevante e oggettivo”.

Il 3 ottobre l’Istat renderà noti i dati del terzo trimestre ma intanto dalla Francia arriva la lettura finale del secondo trimestre, chiusosi a -0,1%. Segnale negativo a cui si somma anche quello dell’indice Pmi composito dell’Eurozona: a settembre l’indicatore che monitora l’andamento dell’attività manifatturiera e dei servizi è sceso ai minimi da 20 mesi.

(di Mila Onder/ANSA)

Ultima ora

12:50Srebrenica: ‘anche governo Olanda responsabile strage’

(ANSA) - L'AJA, 27 GIU - La Corte d'Appello dell'Aja ha stabilito che il governo olandese è parzialmente responsabile della morte nel 1995 di circa 300 uomini musulmani uccisi a Srebrenica. Secondo il giudice, i soldati olandesi costrinsero i rifugiati che cercavano riparo nel loro compound a lasciare la base, consegnandoli di fatto ai carnefici, "privandoli della possibilità di sopravvivere". Nel massacro di Sebrenica, considerato il peggiore in Europa dalla Seconda guerra mondiale, vennero uccisi dai serbo-bosniaci 8 mila mussulmani.

12:49Calcio: Lega Serie B, il 4 luglio assemblea non elettiva

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - E' stata convocata per il prossimo 4 luglio a Milano l'Assemblea ordinaria, non elettiva, della Lega di Serie B . All'ordine del giorno gli aggiornamenti sul tema della Mutualità e sulle decisioni del Consiglio Federale del 26 giugno. Si discuterà inoltre del marketing associativo con l'accordo advisoring commerciale e dei termini e delle modalità di svolgimento dei playoff e dei playout del prossimo campionato. Infine, spazio anche per il Codice di Autoregolamentazione, Criteri di ripartizione risorse economiche e Limiti tesseramento e salari. (ANSA).

12:36Moto: al Mugello lotteria per aiutare pilota ferito

(ANSA) - SCARPERIA (FIRENZE), 27 GIU - Il Campionato italiano velocità di motociclismo organizzerà il prossimo fine settimana al Mugello, dove il tricolore farà tappa, una lotteria per aiutare Simone Mazzola, lo sfortunato pilota 21enne rimasto gravemente ferito durante le prove dello scorso round del Civ sulla pista di Misano. Il ricavato della lotteria andrà a Simone e alla sua famiglia. I biglietti, del costo minimo di 10 euro, potranno essere acquistati in circuito e al Civ. "Subito dopo l'incidente avvenuto circa un mese fa - ha detto il responsabile della Fed. motociclistica italiana al Civ, Simone Folgori- tutto il mondo delle moto si è stretto intorno a Simone e ha cominciato una raccolta fondi per aiutare lui e la sua famiglia per sostenere i costi delle numerose cure e trasferte. Per questo abbiamo anche organizzato questa lotteria che si svolgerà il prossimo sabato e domenica con moltissimi premi offerti dai nostri sponsor". La vendita proseguirà anche nella tappa successiva di fine luglio a Misano.

12:34Riina: cartelle sanitarie all’attenzione del tribunale

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Il tribunale di Milano ha deciso l'acquisizione delle cartelle e della relazione sanitaria sullo stato di Totò Riina e ha rinviato all'11 luglio la decisione se disporre una perizia sul boss per stabilirne la capacità di partecipare al processo. Lo rende noto il legale di Riina Luca Cianferoni. A Milano Riina, dopo l'archiviazione per le minacce a don Luigi Ciotti, è ancora sotto processo per le minacce al direttore del carcere di Opera. "Riina - spiega il legale - non è incapace psichicamente ma è in una situazione di progressivo e rapido decadimento fisico dovuto alle sue varie patologie"."Il quesito che si pone il tribunale di Milano - aggiunge Cianferoni - è lo stesso sollevato dalla Cassazione e cioè se sia corretto e rispetti la dignità della persona la situazione in cui versa Riina. Ormai non riesce a parlare e quando lo fa è quasi impossibile capire ciò che dice. In una delle ultime udienze a cui ha preso parte non è stato neppure in grado di reggere la cornetta con cui era collegato" conclude.

12:28Migranti: 5.000 salvati, 8.500 sulle navi

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Prosegue senza sosta l'esodo di migranti dalla Libia verso l'Italia: nella sola giornata di ieri, al largo delle coste libiche, ne sono stati salvati oltre 5.000, mentre sono complessivamente 8.500 quelli che si trovano a bordo delle navi dei soccorritori che stanno ora facendo rotta ora verso porti italiani. I cinquemila soccorsi ieri navigavano a bordo di cinque barche e 18 gommoni, raggiunti da unità della Guardia Costiera e di organizzazioni non governative e, inoltre, da alcuni rimorchiatori 'dirottati' per i soccorsi. Gli 8.500 migranti, soccorsi negli ultimi due giorni, sono a bordo di 14 navi: sei di queste hanno già fatto ingresso o stanno per entrare in porti di Sicilia e Calabria; le altre otto sono ancora in navigazione a largo delle coste italiane.

12:27Expoelette, edizione 2017 dedicata a Tina Anselmi

(ANSA) - TORINO, 27 GIU - Sarà dedicata a Tina Anselmi, prima donna ministro in Italia nel 1976, e avrà come filo conduttore 'lo stile' la seconda edizione di Expoelette, il forum internazionale delle donne al governo della politica e dell' economia. Dal 5 al 7 luglio al Castello di San Giorgio Canavese (Torino) 28 incontri cui parteciperanno 130 ospiti. Ogni giornata avrà un focus: filantropia; economia-impresa-lavoro; amministrazione e governo del territorio. L'evento, che ha ricevuto la Medaglia del presidente della Repubblica e l'Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, per il Comitato promotore e gli 81 esponenti della società civile che lo sostengono, si propone come "elogio alla sobrietà". "Lo stile - ha osservato l'assessora alle Pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti - è un tema di riflessione. Il dato dell'astensionismo alle recenti amministrative italiane dimostra come da tanti cittadini la politica sia percepita lontana. C'è bisogno di cambiamento e la presenza femminile può fare la differenza". Tra le presenze della tre giorni la presidente mondiale Delle Femmes Chefs d'Entreprises Mondiales, Marie Christine Oghly, il sottosegretario Luigi Bobba, la presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Roberta Siliquini, la presidente nazionale Aidda Maria Claudia Torlasco, il commissario straordinario del Governo per l'asse ferroviario Torino-Lione Paolo Foietta, la presidente della Fondazione Nilde Iotti, Livia Turco. (ANSA).

12:18Ciro Esposito: prevista oggi sentenza appello De Santis

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Si avvia a conclusione il processo di appello a Daniele De Santis, l'ex ultras romanista già condannato a 26 anni di reclusione in primo grado per la morte di Ciro Esposito, il giovane napoletano ferito poco prima della finale di coppa Italia Fiorentina-Napoli del 3 maggio 2014 e morto dopo 53 giorni di agonia. Oggi sono in programma le arringhe delle parti civili e dei difensori dell'imputato. Probabile che, in serata, ci sia la sentenza. Il pg Vincenzo Saveriano ha chiesto per De Santis, accusato di omicidio volontario, una riduzione di pena con condanna a 20 anni di reclusione.

Archivio Ultima ora