Ad Amatrice via le tende per fare spazio alle casette

Pubblicato il 23 settembre 2016 da ansa

Ad Amatrice via le tende per fare spazio alle casette

Ad Amatrice via le tende per fare spazio alle casette

AMATRICE (RIETI). – E’ cominciato, negli 11 campi allestiti nel comune di Amatrice dopo il sisma del 24 scorso, lo sgombero delle tendopoli. Lo smantellamento, necessario a fare spazio alle aree che dovranno ospitare le soluzioni abitative d’emergenza, era stato annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Sergio Pirozzi. L’ordinanza è in vigore da oggi, anche se con termini non perentori.

“Non abbiamo messo fretta a nessuno – ha detto Pirozzi -, ho spiegato alla mia gente le ragioni di questo importante provvedimento. Contiamo di liberare e riconsegnare tutte le aree al momento occupate dalle tende entro tre-quattro giorni. E’ un’operazione che si sta svolgendo con serietà e grande compostezza”.

Le persone ancora ospitate nelle tende ad Amatrice sono oltre 800, 20 quelle che le hanno lasciate nella giornata di oggi. Di queste circa 550 hanno richiesto un contributo di autonoma sistemazione, 150 hanno ottenuto l’agibilità delle loro abitazioni, 40 si trovano a L’Aquila negli alloggi dell’ex sisma 2009, 16 in albergo.

Nelle Marche sono già state chiuse le tendopoli di Acquasanta Terme e Spelonga di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, e Montefortino e Amandola nel Fermano. Le altre, fa sapere la Protezione civile regionale, saranno smantellate la prossima settimana.

Intanto il terremoto è tornato a farsi sentire con una serie di nuove scosse. La più forte, di magnitudo 3.8, è stata registrata poco dopo le 22 di giovedì a Norcia, Accumuli e Arquata del Tronto, seguita da una di magnitudo 3.3 sempre nella stessa aerea.

Nelle quattro regioni colpite dal sisma un mese fa, secondo l’ultimo censimento fornito dalla protezione civile, sono assistite complessivamente, nei campi, in altre strutture o presso gli alberghi, 2714 persone, 770 quelle nel Lazio, 794 alloggiate nelle Marche, 482 in Umbria e 174 in Abruzzo. Sono, invece, 321 i cittadini ospitati negli alberghi di San Benedetto del Tronto, 90 quelli presso i Map e le abitazioni del progetto Case all’Aquila, 110 quelli nelle residenze sanitarie assistenziali.

“La nostra priorità – ha detto il capo della protezione civile Fabrizio Curcio rendendo noto quest’ultimo censimento – è chiudere le tendopoli e in questo fine settimana ci sarà una riduzione importante: c’è la convinzione da parte di molti di lasciare le tende”.

E proseguono le verifiche di agibilità sugli edifici pubblici e privati con 9945 sopralluoghi effettuati fino a ieri. Entro lunedì, fa sapere la Provincia autonoma di Trento, sarà completata la copertura in legno della nuova scuola provvisoria di Amatrice, allestita nella frazione di Villa San Cipriano, dove sono iniziati anche i lavori di costruzione della seconda serie di moduli che dovranno ospitare il liceo scientifico. Entro metà della settimana prossima la struttura sarà completata, mentre la copertura sarà montata entro metà ottobre.

Domani, a un mese dal sisma che ha sconvolto il centro Italia, Amatrice ricorderà le sue vittime alle 10.30, con una funzione religiosa che si terrà nell’area del campo di calcio adiacente il palazzetto dello sport. Anche ad Arquata domani sarà una giornata di preghiera per le vittime del terremoto, mentre a Pescara del Trono si ritroveranno tra gli altri la presidente della Camera Laura Boldrini, il Commissario straordinario per il sisma Vasco Errani e il responsabile nazionale della Protezione Civile Fabrizio Curcio, per un momento di riflessione e ricordo che si concluderà con la benedizione del vescovo mons. Giovanni D’Ercole.

Sempre domani, in Umbria, l’ingresso della tensostruttura che a Norcia ospita il centro pastorale dopo che il terremoto ha reso inagibili le chiese del centro umbro della Valnerina diventa Porta Santa del Giubileo della Misericordia. Ad “aprirla” sarà l’arcivescovo monsignor Renato Boccardo. Domenica, alle 11, infine, al Parco comunale di Amatrice il sindaco Pirozzi scoprirà una lapide in ricordo dei caduti.

(di Fabrizio Colarieti/ANSA)

Ultima ora

14:08Sci: Mondiali, Roda (Fisi), non colpevolizzare i tecnici

(ANSA) - ST. MORITZ (SVIZZERA), 19 FEB - ''Non si possono colpevolizzare i tecnici perche' sono convinto che sicuramente hanno lavorato bene. Ma altrettanto sicuramente qualcosa e' mancato se sino a dieci giorni fa in coppa del mondo risultati c'erano, con un bagaglio abbastanza completo. Mentre arrivati qui non siamo più' stati competitivi ed e' questo che dispiace veramente''. Lo ha detto Flavio Roda , presidente Fisi, facendo un bilancio dei Mondiali di St. Moritz in cui non ha nascosto la sua delusione ma facendo una analisi che serva in positivo per il futuro. Certo la coppa del mondo e' una cosa e i Mondiali con gare secche un 'altra: ''ma questo puo' valere per i piu' giovani senza esperienza di queste competizioni nelle quali noi del resto tradizionalmente soffriamo di più', e' la storia che lo dice. La cosa che dispiace e' che non siamo stati competitivi mai''.

14:08Terremoto: consegnate prime casette legno a sfollati Norcia

(ANSA) - PERUGIA, 19 FEB - Consegnate le prime 18 casette di legno a San Pellegrino di Norcia. Sono le prime abitazioni completate nell'intera area del Centro Italia colpita dal sisma. Il sindaco Nicola Alemanno ha dato le chiavi degli alloggi alle famiglie aventi diritto a seguito della scossa del 24 agosto scorso. Emozione e lacrime sui volti delle persone che hanno potuto prendere possesso delle abitazioni dotate di ogni confort: all'interno sono completamente arredate con tanto di stoviglie, asciugamani, biancheria e pentole. "Questo è il risultato dello sforzo di cinque mesi difficili, ma è anche la risposta migliore che lo Stato potesse dare, oggi possiamo dire che le istituzioni qui hanno lavorato come meglio non si potesse, nonostante le tante difficoltà", ha detto il sindaco. Al taglio del nastro ha partecipato anche l'assessore regionale Fernanda Cecchini che ha ribadito che "lo Stato c'è e continuerà ad esserci, restando al fianco di questa gente". I destinatari delle 18 casette potranno abitarci dai prossimi giorni.

14:04Pd: Renzi, impensabile errore fare congresso su governo

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "Basta con la discussione e le polemiche sul governo. Faccio un applauso a Gentiloni che è qui, per quello che sta facendo con i ministri. E' impensabile che si trasformi il congresso in un congresso sul governo. Sarebbe un errore allucinante per tutti". Lo dice Matteo Renzi. "Sul governo non ho cambiato idea, mi fa piacere che altri lo abbiano fatto passando dall'appoggio caso per caso all'appoggio fino a fine legislatura. Rispettiamo l'azione del governo e i poteri del presidente della Repubblica".

14:02Pd: Renzi a minoranza, non democratico chiedere io vada via

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "Tutti si sentano a casa nel Pd, liberi di discutere ma se in tutte le settimane c'è un'occasione di critica, se per tre anni si è pensato che si stava meglio quando si stava peggio, io non dico che siamo nemici né avversari ma dico 'mettetevi in gioco', non continuate a lamentarvi ma non potete immaginare di chiedere a chi si dimette per fare il congresso di non candidarsi per evitare la scissione non è una regola democratica". Così Matteo Renzi all'assemblea.

14:01Basket: Pasquini, vogliamo portare a casa un’altra coppa

(ANSA) - RIMINI, 19 FEB - Terza finale negli ultimi quattro per il Banco di Sardegna Sassari che questa sera a Rimini (ore 18), contro la favorita EA7 Milano, tenta l'assalto alla Coppa Italia, già vinta nel 2014 e 2015. Dopo i successi con Avellino venerdì e Brescia ieri, coach Federico Pasquini (che all'epoca dei due trionfi in Coppa era general manager con Meo Sacchetti in panchina) non nasconde la soddisfazione: "Questa terza finale in quattro anni sicuramente significa grande continuità, significa che ci stiamo consolidando nel tempo - ha detto ai microfoni di Dinamo TV -. Siamo molto contenti di questo, vogliamo giocarcela al meglio per portare un'altra coppa a Sassari. Come tutte le finali - ha osservato Pasquini - sarà una partita dura e molto intensa, sarà un match fatto di contatti duri. Chi è più pronto la porta a casa". "Dai miei ragazzi mi aspetto che siamo una squadra, che andiamo avanti su quello che abbiamo costruito e abbiamo fatto vedere in campo nelle due sfide precedenti''.

13:58Taxi: servizio fermo a Roma per il quarto giorno

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Per il quarto giorno consecutivo il servizio taxi è fermo a Roma. La categoria protesta dopo la votazione di un emendamento contenuto nel Milleproroghe che "deregolamenta il settore". "Non aiuta di certo il clima - spiega Riccardo Cacchione di Usb taxi - l'aver tardato l'incontro con il ministro Delrio, previsto per martedì, a fronte di una calendarizzazione che prevede l'inizio della discussione alla Camera già da lunedì. Ci auguriamo che la discussione duri almeno qualche giorno. Se il Pd non è convinto di quello che ha fatto, se le altre forze politiche intendono attivarsi concretamente per concludere questa vicenda a favore del servizio pubblico, dell'utenza e dei lavoratori, è il momento di farlo. Noi - conclude - siamo determinati a non rinunciare ai nostri diritti".

13:53Incendio a bordo traghetto: Snav, tutti incolumi

(ANSA) - PALERMO, 19 FEB - Dopo il principio di incendio scoppiato presso la sala macchine della motonave Snav Toscana in prossimità del porto di Palermo, la compagnia ha reso noto che il rogo "è sotto controllo e che i 113 passeggeri e i 75 membri dell'equipaggio presenti a bordo sono tutti in salvo e incolumi". "Le squadre di bordo, tempestivamente intervenute come da procedura - si legge in una nota - stanno proseguendo le attività in costante coordinamento con le strutture di terra preposte. La nave, salpata da Napoli, sta attraccando in banchina e, una volta terminate le necessarie verifiche, saranno attivate le procedure di sbarco. I passeggeri, come da procedura, sono stati radunati nei punti di raccolta previsti, dove sono costantemente informati circa l'evolversi della situazione". Intanto la Procura di Palermo sta attendendo la relazione sull'incendio che si è sviluppato a bordo del traghetto per valutare se aprire un'inchiesta. L'eventuale ipotesi di reato è incendio colposo.

Archivio Ultima ora