Malviventi fanno irruzione nel Centro Italiano Venezuelano di Caracas

CARACAS – Dopo la Casa d’Italia di Maracay, è toccato al Centro Italiano Venezolano di Caracas. Ormai la delinquenza non fa distinzioni e non da tregua. Alcuni individui presumibilmente ben armati, la notte scorsa, sono entrati nel Centro Italiano Venezuelano. Stando al comunicato diffuso dalla Giunta Direttiva del sodalizio, i malviventi sono riusciti a rubate solo un televisore dopo aver maltrattato alcuni impiegati.

I delinquenti sono stati costretti alla fuga grazie all’intervento del servizio di vigilanza dell’istituzione e l’intervento opportuno di “Polibaruta”. Stando alle prime versioni raccolte dalla Polizia, che avrebbe arrestato 6 delinquenti implicati nel blitz, pare che ad agire sia stata una banda integrata da una dozzina di malviventi.
Come si ricorderà, non molto tempo fa, nella Casa d’Italia di Maracay, alcuni malviventi armati fecero irruzione nelle istallazioni e in pochi minuti riuscirono a derubare i i soci presenti. Il blitz dei delinquenti fu registrato da un socio con il telefonino e le immagini postate nei social network.